La pompa del gasolio

di Stefano Cantadori

Lupetto

Stavamo navigando in pieno agosto una piana vasta a perdita d’occhio.
La strada, dritta e stretta, era un nastro di un grigio chiarissimo che in distanza scompariva e ricompariva seguendo leggere ondulazioni del terreno.
Le onde di calore facevano vibrare l’asfalto.
Guardando dritto davanti a sé, nulla all’orizzonte.
Eravamo in Sud Italia, heading South.

A sinistra campi deserti. Difficile anche chiamarli campi, non c’erano coltivazioni o muri a secco a dividere proprietà. C’era polvere dappertutto, di una leggera tinta rosata, come fosse mista a sabbia esotica, che invadeva anche la carreggiata sfumandone i contorni. Al di là dei campi, che sembravano correre all’infinito, un leggero indistinto tremulo riflesso azzurro di basse montagne o forse un miraggio del mare.
A destra, e solo a destra, case disposte su una sola linea. A gruppi di tre, quattro, una vicina all’altra, poi nulla per chilometri, poi una decina in fila come soldatini, anche queste di un bianco sfumato a tinte calde, tutte recenti. Molte avevano il tetto a cupola, oppure uno dei blocchi dell’edificio era fatto così. Serrande abbassate, porte chiuse, nessuno in vista.

Era domenica mattina e pensavamo che a quell’ora potevano essere tutti a Messa o riuniti per qualche festa di paese, di cui non conoscevamo esistenza e ubicazione. Cartelli inesistenti. Anche la strada sembrava nuova. Le strisce di mezzeria emergevano nette, come bucaneve in un prato, poiché la strada nel mezzo era come spazzata. Un paesaggio inaspettato, quasi fiabesco; mi venne la strana idea che qualche percorso laterale avrebbe potuto condurre in una specie di valle dell’Eden, in un abbassamento fluviale di acque abbondanti, con prati e coltivazioni o su una magica montagna invisibile. I miei due compari erano del Sud ma condividevano con me lo stupore per quel luogo inaspettato.

Alla fine degli anni ’70 non c’era il navigatore satellitare e le mappe ce le procuravamo di volta in volta negli autogrill ma le autostrade erano finite molti giorni prima. Quella volta Peppone, il camionista, si era limitato a fare domande sul luogo del concerto precedente. Il problema non era la mappa o la polvere, era la maledetta pompa del gasolio dell’OM 50, che da mezz’ora andava a singhiozzo. L’OM 50 aveva il motore in cabina, coperto da un’alta cofanatura sporgente, sopra la quale era abbarbicato il seggiolino per il passeggero centrale.

A quel tempo, la squadra tipo per “fare i concerti” era un camion e tre tecnici. Tecnici si fa per dire. Le paghe erano basse, ed il camion era casa: si dormiva in cabina. Era anche uno dei modi per ridurre il rischio che ce lo fregassero. Io badavo ai beni della ditta più che ai miei, che del resto altro non erano che qualche indumento in una valigia.

Peppone sapeva il fatto suo: scoperchiammo il motore allentando i ganci e mi mostrò la pompa. Il terzo passeggero era suo cugino, con noi come generico, ed era l’abitante del sedile centrale. Fu spostato in una sistemazione ancora più di fortuna: nel cassone. Che in agosto, sotto il sole del Sud, non doveva essere come a bordo piscina alle Hawaii. Mi fu illustrato il funzionamento della pompa del gasolio. Quando si rimaneva senza bumba (la qual cosa non era affatto raccomandabile) bisognava agire su una pompetta a mano che si premeva con il pollice fino a riempire nuovamente i condotti e permettere alla pompa di dar continuità al flusso. Nel nostro caso la pompa era fottuta, per cui tutto quello che potevamo inviare al motore era tramite pompetta e pollicione. La carica durava assai poco, tra messa in moto e sforzo del motore per trascinare il carico. Per intenderci: non è che con una carica si facessero mille metri, e nemmeno cinquecento. Era un massacro, tra messa in moto e sputter sputter gasp gasp facevamo poche decine di metri.

La strada era assolutamente deserta e non passava un’anima. Non esistevano telefoni cellulari, non avevamo alcun numero degli organizzatori, di sicuro in ufficio non avremmo trovato nessuno. Le case sembravano tutte abbandonate come per l’arrivo di un uragano. Facemmo una trentina di chilometri in quel modo: deserto a sinistra, radi gruppi di case a destra. Se sei in Sud Italia, alla fine degli anni ’70, di domenica mattina, con la pompa del gasolio rotta, le tue possibilità di proseguire in tempo utile per i successivi trecento chilometri fino al luogo del concerto sono esigue. Sennonché, dopo due ore di tortura e ogni nervo delle mani dolorante, ad una di quelle casa trovammo affiancato un capannoncino, ampio cortile. Davanti, un cartello: POMPISTA. Non meccanico, autofficina, garage: proprio POMPISTA! Peppone suonò il campanello di casa e, miracolo, “the doctor was in”. Ed aveva il ricambio. Non mi ricordo nemmeno con che artista eravamo in tour. Ma della pompa sì.

Fu l’ultima volta che il buon vecchio OM 50 “Lupetto” uscì in tour. Anche perché era un patente C, e ci voleva un autista vero che costava di più. Il suo vantaggio era che cubava moltissimo, era un parallelepipedo con spigoli appena arrotondati, un furgonato lungo tutto metallo, sopra la cabina l’imperiale. Rosso come solo un camion italiano sa esserlo. Ci potevi mettere dentro tutto quello che volevi, sempre che la ditta ti desse il permesso. Ed io lo avevo. Più roba, più prestigio, più spettacolo. Sempre in tre eravamo, e sospetto che per questo stavo un po’ sul cazzo sia a Peppone che a suo cugino. Comunque si lavorava bene insieme, e Peppone sul posto ti ci portava. Il nome non è legato a Don Camillo. Se non ricordo male Peppone, così chiamato per l’abbondante costituzione, era calabrese.

 

Vuoi restare sempre aggiornato sulle novità di settore? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ultimi Articoli

Corso gratuito Vista by Chroma-Q

RM Multimedia propone un corso gratuito a Pisa il 15 e il 16 gennaio, per utenti e potenziali utenti del sistema di controllo luci Vista.

News

Leggi tutto...

Marillion – F.E.A.R. Tour

Al Teatro degli Arcimboldi di Milano, abbiamo ascoltato ad ottobre una delle band più “cult” della storia del rock britannico. E la band non è stata l’unica sorpresa positiva meritevole...

Live Concert

Leggi tutto...

QSC K12.2 – DIFFUSORE AMPLIFICATO

Introdotti nel 2009, i diffusori QSC serie K hanno avuto un notevole impatto sull’ampio mercato delle casse acustiche portatili polivalenti con amplificazione interna. L’anno scorso, la casa costruttrice californiana ha...

Prodotto

Leggi tutto...

Novità LDR a Plasa 2018

Alla fiera PLASA 2018 di Londra, Luci Della Ribalta ha presentato interessanti novità nella serie ASTRO di seguipersona a LED, e il nuovo flood asimmetrico SAMBA.

News

Leggi tutto...

Pioneer DJ presenta XDJ-RR

Pioneer ha presentato XDJ-RR, sistema all-in-one per aspiranti DJ professionisti.

News

Leggi tutto...

Sisme - Giornata di formazione

Sisme organizza per il 22 novembre, a Verona, una giornata di formazione sui marchi distribuiti dall’azienda

News

Leggi tutto...

Open Day sul Master in Ingegneria del Suono e dello Spettacolo

Il 17 Novembre a Roma, la presentazione del Master e del Corso di Formazione.

Uomini e Aziende

Leggi tutto...

ISE si sposterà a Barcelona dal 2021

Integrated Systems Events, ente produttore della fiera Integrated Systems Europe, ha annunciato che la sua edizione 2021 si terrà a Gran Via, parte del complesso fieristico Fira de Barcelona, in...

Uomini e Aziende

Leggi tutto...

Litec Alusfera crea un “effetto Opera House” in Serbia

A settembre Litec ha consegnato alla Fondazione Novi Sad 2021 la struttura di copertura Alusfera 2.0 per un concerto classico organizzato nella piazza di Novi Sad in Serbia. 

News

Leggi tutto...

Selfiebot, il primo robot pensato per il mondo degli eventi

Un robot fotografo che viaggia, parla e interagisce con il pubblico, ideato da Enrico Penzo e Brig Glaser.

News

Leggi tutto...

I più Popolari

Ferdinando Salzano

Imprenditore, produttore e manager ai massimi livelli, nell’ambito dei concerti e delle produzioni televisive.

Personaggio

Hits:28169

Leggi tutto

Consegnati ad Agorà i primi 240 diffusori L-Acoustics K2.

Si tratta di una parte del materiale che Agorà ha recentemente acquistato per la fornitura di un grande evento internazionale che si svolgerà nel 2014...

News

Hits:23568

Leggi tutto

Laura Pausini - Fatti Sentire Worldwide Tour

Il recente tour mondiale di Laura Pausini è partito alla grande con due concerti sold-out al Circo Massimo. Dopo una quarantina di giorni in America, la carovana è tornata in...

Live Concert

Hits:22012

Leggi tutto

Tiziano Ferro - L’Amore è una cosa semplice - Tour 2012

Una grande produzione ed un grande calendario. Trentamila spettatori a Torino e Verona, quarantamila a Milano. Il produttore Roberto De Luca ci spiega come nasce un grande tour. Le nostre...

Live Concert

Hits:20387

Leggi tutto

Live Kom 013 - Vasco is back

Aggiunte le video interviste ai protagonisti: Roberto De Luca, Federico Servadei, Pasquale Aumenta, Giovanni Pinna, Andrea Corsellini e Riccardo Genovese..

Live Concert

Hits:17995

Leggi tutto

C’era una volta il DMX

Anziano pure lui, il DMX è costretto oggi a farsi “trasportare”.

Rubriche

Hits:17325

Leggi tutto

L’Arte del Mixaggio (secondo me) - prima parte

Mi è stato chiesto di descrivere la tecnica di mixaggio che ho sviluppato e sto adottando da qualche tempo. La cosa ovviamente mi ha fatto molto piacere...

Produzioni e studi

Hits:16669

Leggi tutto

Modà - Gioia Tour 2013

Continua il tour rivelazione:la video-recensione del  concerto di Firenze, le interviste agli addetti ai lavori, l'articolo, la scheda, le foto.....

Live Concert

Hits:15702

Leggi tutto

Jovanotti - Lorenzo negli Stadi 2013

Il video e le foto del concerto, le interviste ai protagonisti, la scheda del Tour ...

Live Concert

Hits:15658

Leggi tutto

Sopra al palco le rose. Sotto al palco le spine.

Ci sono molte cose che mi girano in testa e di cui sento di dover parlare.Il primo è la dignità.

Uomini e Aziende

Hits:14748

Leggi tutto

Articoli Correlati

Tutti i livelli di sottoscrizione
Livello 1
Free
Una semplice registrazione ti garantisce l'accesso a due portali.
Con questo piano di sottoscrizione, avrai la possibilità di visualizzare sul sito SOUNDLITE.IT alcuni articoli completi non diponibili per i semplici visitatori del sito.
Registrati
Livello 2
Free
Per comparire sul portale di SHOWBOOK devi completare la registrazione fornendo ulteriori informazioni.
Con questo piano di sottoscrizione, hai la possibilità di visualizzare sul sito SOUNDLITE.IT, tutti gli articoli completi non diponibili per i semplici visitatori del sito.
Se sei un professionista o hai un o hai un'azienda del settore, avrai la possibilità di comparire sul motore di ricerca di SHOWBOOK.PRO
Registrati o Login su SHOWBOOK
Livello 3
12,00
Per ricevere la rivista e comparire sul portale di SHOWBOOK è necessario effettuare una registrazione più completa ed acquistare l'abbonamento.
Questo piano di sottoscrizione prevede tutti i benefit del Livello 2.
Possibilità di ricevere la rivista cartacea di SOUNDLITE.
Possibilità di sfogliare la rivista SOUNDLITE in anteprima direttamente online.
Registrati o Login su SHOWBOOK
Chi Siamo: Sound & Co.

SOUND & LITE. Dal 1995 all’avanguardia della comunicazione specializzata.

 

La nostra rivista apre i battenti, allora col nome di SOUND&CO., nel 1995, fornendo al mercato ed ai professionisti uno strumento di informazione che non esisteva: una rivista dedicata al settore tecnico dello show business, in grado di trattare i relativi temi con chiarezza e competenza. Presto arriva il supplemento SHOWBOOK – che nel 2016 ha compiuto il suo ventesimo compleanno – la prima guida professionale del mondo dello spettacolo, in grado di fornire nomi, indirizzi, contatti di aziende e professionisti; da subito un vero punto di riferimento per il nostro mondo.

 

A lungo abbiamo progettato e studiato il nostro sbarco nel mondo del web, prima con un sito di tipo tradizionale, poi, dopo anni di attenta progettazione, con la consulenza tecnica e commerciale di due aziende leader nel settore del web design, abbiamo lanciato il nuovo sito nel 2012.

 

SOUNDLITE.IT, il sito internet della rivista più prestigiosa dell’entertainment italiano, si pone l’obiettivo di emulare sul web i successi della sorella cartacea, punto di riferimento per tutto il settore.

 

Una nuova redazione dedicata all’informazione sul web, la piattaforma “News Flow” senza limite fisico, la tecnologia “responsive”, in grado di adattare automaticamente il sito a qualsiasi piattaforma, la grande interazione con i social network, la sinergia con il sito SHOWBOOK.PRO fanno del nuovo sito un portale unico ed innovativo, che raccoglie il meglio delle tecnologie e delle strategie di informazione del web 2.0 e le plasma per il nostro settore.

 

Non solo vengono pubblicate tempestivamente tutte le news ma anche le anteprime dei servizi sui concerti con relative gallerie fotografiche. Grazie alla viralità creata dalla sinergia coi principali social network, ad oggi uno dei più efficaci mezzi di comunicazione, tutti gli articoli pubblicati possono essere commentati direttamente da tutti i navigatori del web, dando così alla notizia una potenza e un’interattività fino a ieri sconosciute.

 

Conosciamo i nostri utenti e vogliamo seguirne interessi e intenzioni, senza snaturare quindi minimamente quella qualità dei contatti cui dobbiamo buona parte del nostro successo. Sarà infatti un unico grande database a fare da collettore, identificando i nostri lettori, gli utenti, dandogli visibilità con SHOWBOOK.PRO, inviandogli la rivista, interagendo con loro.

 

Un preciso e dettagliato report di statistiche ci permette di destreggiarci nella grande mole di dati e di contatti, veicolando in maniera ancora più mirata la comunicazione pubblicitaria, che non è mai invasiva quando è soprattutto informazione professionale.

 

Contatti: Redazione
Sede amministrativa:
Via Redipuglia, 43 61011 Gabicce Mare - PU
P.IVA 01364470417
 

Direzione, redazione e pubblicità:
Strada Della Romagna, 371
61121 Colombarone (Pesaro) PU
Telefono 0721.209079 - Fax 0721.209784

 

Iscrizione registro della Stampa
n. 06348 01/07/98

 

Alfio Morelli Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Patrizia Verbeni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Giancarlo Messina Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Douglas Cole Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Michele Viola Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Liana Fabbri Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Abbonamento alla Rivista

La rivista SOUND&LITE è riservata esclusivamente ai professionisti appartenenti al mondo dello spettacolo e alle industrie direttamente collegate.

 

Per gli interessati non professionisti, SOUND&LITE rimane sempre fruibile interamente online, in formato .pdf e sfogliabile.


Abbonandosi alla rivista, si acquisisce il diritto di apparire in SHOWBOOK.PRO, il nostro motore di ricerca esclusivo per il mondo dello spettacolo.

 

Se siete già presenti su showbook.pro, potete rinnovare o controllare lo stato del vostro abbonamento alla rivista una volta effettuato il login.

 

 

 

Arretrati

I numeri da noi spediti, ma non pervenuti per disservizi postali, possono essere richiesti come arretrati al solo costo delle spese di spedizione tramite corriere: il primo arretrato al costo di 6 euro, 3 euro per ogni ulteriore copia. (Costi maggiorati per isole minori e Venezia).

 

Per qualsiasi assistenza o per ulteriori chiarimenti, anche sulla privacy, potete contattare Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cookie

In che modo Sound & Lite utilizza i cookie.

 

PER SOUND & LITE LA RISERVATEZZA E' UN VALORE IMPORTANTE, un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

 

I cookie vengono utilizzati solo per questi tipi di scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze di lingua, per rendere più pertinenti gli articoli tecnici che leggi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

 

Le nostre norme sulla privacy spiegano come tuteliamo la tua privacy durante l'utilizzo di cookie e altre informazioni.


TI ASSICURIAMO CHE GESTIREMO IN MODO RISERVATO QUESTE INFORMAZIONI.