Claudio Baglioni - Al Centro - Dall’Arena ai Palasport

40c9ba94844f8b0f1ec03328104df238di Giancarlo Messina 

Sebbene avessimo già dettagliatamente descritto la realizzazione tecnica del concerto, non pochi motivi ci spingevano a dare un’occhiata alla versione in formato palasport.

Innanzi tutto una novità che ci incuriosiva moltissimo, cioè ascoltare in una situazione così impegnativa, con il palco a 360°, il “piccolo” PA di casa K-array, fornito ed installato da Agorà; volevamo capire come la produzione, ovviamente F&P, fosse riuscita ad adattare uno spettacolo così complesso ai palasport italici; ci interessava la soluzione del ground support proposta da Italstage; infine, ma non certo per ultimo, avevamo appuntamento col signor Claudio Baglioni, che ringraziamo per il suo entusiasmo, per la consegna del nostro BestShow 2018.

Detto fatto, abbiamo assistito a una delle date tenutasi al palasport di Padova.

Sulla produzione si può essere piuttosto sintetici, visto che, in sostanza, sono riusciti a portare il medesimo palco dell’Arena in tour! Ma anche lo stesso numero di musicisti, ballerini e molti performer, tanto che, visto da dietro le quinte, lo spettacolo è un continuo via vai di artisti dai camerini al palco.

Pur non essendoci l’atmosfera magica del monumento veronese, azzardiamo a dire che lo show nel palasport per certi versi è ancora più bello. Le luci, ad esempio, più vicine al palco, sono ancora più emozionanti e presenti, anche perché è stata fatta la scelta, che noi condividiamo fino al tentativo di baci commossi ai responsabili, di non usare maxi-schermi video, nemmeno per l’I-Mag; si assiste così ad un vero spettacolo, senza filtri fra spettatore e artisti, salvo i soliti furbi che vanno ai concerti per poi vedere cosa succede dai loro smartphone.

Ma ovviamente anche l’artista e i performer sono più vicini e si possono gustare le espressioni così come i dettagli dei corpi e i movimenti, in Arena destinati solo al pubblico televisivo; insomma un’atmosfera più intima che giova molto allo show. Si aggiunga che la scaletta è un continuum di grandi successi assoluti, che lo stesso Baglioni, ci ha detto personalmente, ha voluto serrati e senza soluzione di continuità (fra un brano e l’altro non passano più di due secondi!) e si comprenderà facilmente che per i fan dell’artista romano, ma anche per gli altri, si tratta di uno spettacolo di grandi emozioni che fa pensare al prezzo del biglietto come ad un ottimo investimento in benessere e felicità.

IMG 3076
Carlo Pastore, lighting designer

Le luci

Anche se il palco vero e proprio è rimasto identico all’Arena, il disegno luci è totalmente diverso. Qui infatti non ci sono i supporti esterni a cui appenderle, ma tutto  è sospeso a tre rig concentrici che si trovano sopra il palco, con la parte esterna che ospita dei VL4000. Ovviamente la difficoltà è quella di un palco a 360°, per cui occorre stare attenti a non accecare il pubblico, a non sporcare le proiezioni e valorizzare comunque gli artisti sul palco con un’illuminazione a pioggia, tanto che a ciascuno dei 21 musicisti è stato dedicato uno specifico proiettore.

“Abbiamo aggiunto otto laser Laserworld RTI NEO ONE – ci ha detto il lighting designer Carlo Pastore – più altri quattro sul rig più piccolo. Il disegno luci è stato riadattato ai palazzetti: abbiamo tre rig concentrici posizionati con altezze a scalare e un ladder per i tagli su ogni angolo del quadrilatero. Ho optato per l’utilizzo di proiettori ibridi, quindi VL4000 BeamWash e circa 80 DTS EVO. Ognuno dei 21 musicisti ha un proprio proiettore dedicato. Utilizzo anche dei wash LED, SGM Q7 e Solaris Flare, per l’illuminazione del pubblico. Quasi obbligata la scelta di Claypaky Alpha Profile 1500 per sagomare alcune zone di palco.

“Una delle caratteristiche dello show – continua Carlo – è quella di avere delle proiezioni sul piano del palco, e questa è la vera ‘sfida’ di questo progetto: far convivere questi due mondi. Ci siamo riusciti andando a studiare davvero scena per scena e lavorando talvolta in modo puntiforme sui soggetti, ma anche incastrando e mixando i contributi video con i gobo luci. Devo confessare che dal mio punto di vista questo lavoro nei palasport è molto più difficile di quello fatto all’Arena”.

Dobbiamo dire, come accennato, che Carlo ha svolto un egregio lavoro anche in queste condizioni: il disegno luci è senza dubbio riuscito a valorizzare il dinamismo di tutto il traffico del palco, per poi creare con maestria atmosfere più intimistiche e teatrali quando necessario.

IMG 3155

IMG 3073
da sx: Daniele Tramontani, Maurizio Nicotra e Klaus Hausherr

L’audio

L’aspetto audio era, tecnicamente parlando, uno dei più interessanti di questo tour indoor. Infatti per la prima volta si poteva ascoltare in una situazione quantomai impegnativa l’impianto KH7, fornito con non poco coraggio dal service Agorà. Diciamo coraggio perché senza dubbio possono esistere situazioni meno difficoltose e meno importanti in cui collaudare un PA che non un tour di Baglioni col palco a 360°! Ma il service aquilano si è sentito, certamente dopo le dovute verifiche, di proporre questo sistema che risolveva un’importante richiesta proveniente dall’artista stesso: installare un PA che avesse il minor impatto visivo possibile.

Stiamo infatti parlando di una cassa che misura soltanto 37 cm di larghezza in configurazione verticale e che, montata in linea con il ground support del palco, davvero non ha creato alcun disturbo visivo al pubblico, cosa che invece era in parte successa, inevitabilmente, nell’allestimento dell’Arena.

Ma, nonostante le ridottissime dimensioni, il PA toscano, ottimizzato dallo specialista di prodotto Klaus Hausherr, è riuscito a dare risultati ottimi anche sotto l’aspetto della copertura sonora, senza i quali, ovviamente, tutto il discorso dell’impatto visivo non avrebbe senso. Una diffusione molto particolare, così come la sua stessa configurazione, con i sub sospesi e disposti orizzontalmente, estremamente pulita e adatta a mettere in risalto la voce del protagonista come il lavoro dei numerosi musicisti sul palco.

Se le dimensioni sono contenute, la potenza è piuttosto incredibile (ma necessaria in un sistema steering) con ben 436.000 W sospesi tra sub e teste! È vero che citare i watt non va più di moda, ma fa sempre un certo effetto.

Uno dei promotori di questa installazione è stato certamente Daniele Tramontani, system engineer al servizio di Agorà, senza dubbio fra i più noti ed apprezzati professionisti italiani, ormai decisamente fra i più “senior”, anche se l’età non ha ancora certo spento il sacro fuoco della passione, della ricerca e della sfida tecnologica.

A lui chiediamo di spiegarci perché Agorà, al quale non mancano certo gli impianti da Serie ‘A’ e da Coppa dei Campioni, abbia deciso di lanciarsi in un tour così impegnativo con questo nuovo impianto. Ci spiega che è stato lo stesso Baglioni a spingere per questa soluzione, così gli uomini di Agorà si sono messi alla progettazione di un palco a 360° per un intero tour, cosa estremamente più difficile rispetto a un tradizionale palco frontale: “Una delle qualità di questo sistema – ci spiega Daniele – è che si riesce a farlo suonare pochissimo dietro. Inoltre abbiamo posizionato in maniera strategica anche i sub, creando delle cinture appese e posizionandone altri sotto al palco, sistemando poi tutto in maniera che il centro dello stage fosse abbastanza pulito. La novità tecnica di questo impianto è di non essere propriamente un line-array: gli altri impianti per lo più nascono come line-array, con una parte di tecnologia steering solo sulla sezione medio-bassa; questo invece è totalmente pilotato in steering, il che rappresenta una tendenza futura di molte aziende del settore audio, perché è possibile ottenere risultati fantastici: siamo andati nei palazzetti più assurdi e ne siamo usciti con la gente che ha lodato l’intelligibilità sonora!”.

IMG 3067913A1593
Gli array principali KH7 appesi agli angoli del palco.
IMG 3066
I sub KS5 e gli array centrali KH7 sospesi lungo i lati del palco.

Quali sono le caratteristiche che rendono questo impianto interessante?

La prima è la tecnologia steering, la seconda che si possono ottenere degli array molto lunghi con un numero limitato di casse. Inoltre c’è il fattore visivo: Claudio ha apprezzato molto l’estetica pulita. È un PA molto potente, perché su ogni cassa abbiamo quattro amplificatori da 2000 W, uno per ciascun altoparlante coassiale da 12”; di questa potenza ne stiamo usando forse il 40%, anche perché parte del suono generato dal sistema è usato per interagire e creare una polare unica. Per fare ciò occorre impiegare tanta potenza che in un sistema frontale non sarebbe necessaria. Un’altra caratteristica importante è la risposta ai transienti, molto precisa e definita: la conformazione del diffusore lavora come un iper-cardioide, il cono si muove libero perché dietro è aperto, così la risposta ai transienti è veloce, ovviamente anche grazie alla potenza di cui parliamo”.

Le casse, fra l’altro, hanno ingresso AES/EBU e sono così facilmente inseribili in un contesto di distribuzione digitale del segnale.

Anche Klaus sembra molto soddisfatto dei risultati ottenuti: “Voglio ringraziare moltissimo la produzione, Wolfango De Amicis di Agorà e Daniele Tramontani che hanno creduto in questo progetto e hanno affrontato questa scommessa spericolata, perché questo sistema è completamente diverso da quelli tradizionali. Come uomo di K-array devo anche ringraziarli per la possibilità di ricevere feedback, al fine di migliorare ulteriormente il sistema. Ma la cosa più importante è che stiamo ottenendo un risultato davvero molto soddisfacente, ripagando la fiducia che ci è stata data”.

Anche il fonico, Maurizio Nicotra, ci ha parlato in maniera molto positiva del PA: “Sono molto soddisfatto di questo K-array KH7, che unisce all’aspetto poco invasivo un’ottima resa sonora. Inoltre il sistema con i sub sia appesi sia sotto il palco ha dato un buon risultato anche per Claudio: Daniele infatti riesce a cancellare la parte sub al centro del palco e non ci sono mai rientri; Claudio canta con un DPA con archetto, si muove molto sul palco, ma non abbiamo mai avuto problemi, anche nei palasport più difficili come Roma o Perugia”.

Insomma un esperimento che può dirsi più che riuscito: vedremo se questo prodotto italianissimo riuscirà a ritagliarsi una fetta importante del mercato del live. Ne ha certo tutte le potenzialità. 

IMG 3058
La risposta in frequenza di tutto il sistema acceso, quindi comprese le tante riflessioni dovute alla venue. La linea bianca è il sistema non equalizzato, la linea verde è l’equalizzatore sovraimposto inverso, che va a correggere i buchi. Come si vede, le correzioni sono minime, davvero un bel risultato al netto delle tante sorgenti tra loro incoerenti.

Vuoi vedere altre foto e rimanere aggiornato sugli ultimi concerti? CLICCA QUI!

vuoi restare sempre aggiornato sulle novità di settore? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ultimi Articoli

Giorgio Molinari

Intervista con uno dei personaggi più conosciuti ed interessanti del nostro settore, a cui si deve, fra l’altro, il brevetto della canalina passacavi.

Personaggio

Leggi tutto...

Soundgirls e Spotify lanciano il database per le donne del settore audio

Soundgirls e il gigante dello streaming Spotify hanno unito le forze per lanciare EQL Directory, un database internazionale per le donne che lavorano nella produzione audio e musicale.

News

Leggi tutto...

Allen & Heath @ ISE 2019

Allen & Heath ha presentato diversi nuovi prodotti a ISE, comprese le soluzioni I/O per installazioni e due nuove schede opzionali per l’I/O Dante.

News

Leggi tutto...

ETC ColorSource Pearl

La nuova serie di proiettori con sorgenti a LED bianchi dalla casa costruttrice americana ETC.

News

Leggi tutto...

Teknosign – Sum Adjust Pro

Il sommatore analogico di alta qualità che parla italiano.

Prodotto

Leggi tutto...

Sound&Lite numero 134

Il nuovo numero di Sound&Lite è online!

News

Leggi tutto...

Sisme - Giornata di formazione

Sisme organizza per il 22 novembre, a Verona, una giornata di formazione sui marchi distribuiti dall’azienda

News

Leggi tutto...

Jovanotti – Lorenzo Live 2018

Nuovo disco e nuovo tour per Lorenzo Cherubini, con una grande produzione live ed un dispiegamento di forze di grande impatto.

Live Concert

Leggi tutto...

Sisme distribuisce ViewSonic

Un nuovo marchio video nel catalogo del rinomato distributore marchigiano

Uomini e Aziende

Leggi tutto...

Novità LDR a Plasa 2018

Alla fiera PLASA 2018 di Londra, Luci Della Ribalta ha presentato interessanti novità nella serie ASTRO di seguipersona a LED, e il nuovo flood asimmetrico SAMBA.

News

Leggi tutto...

I più Popolari

Ferdinando Salzano

Imprenditore, produttore e manager ai massimi livelli, nell’ambito dei concerti e delle produzioni televisive.

Personaggio

Hits:28629

Leggi tutto

Consegnati ad Agorà i primi 240 diffusori L-Acoustics K2.

Si tratta di una parte del materiale che Agorà ha recentemente acquistato per la fornitura di un grande evento internazionale che si svolgerà nel 2014...

News

Hits:24060

Leggi tutto

Laura Pausini - Fatti Sentire Worldwide Tour

Il recente tour mondiale di Laura Pausini è partito alla grande con due concerti sold-out al Circo Massimo. Dopo una quarantina di giorni in America, la carovana è tornata in...

Live Concert

Hits:22233

Leggi tutto

Tiziano Ferro - L’Amore è una cosa semplice - Tour 2012

Una grande produzione ed un grande calendario. Trentamila spettatori a Torino e Verona, quarantamila a Milano. Il produttore Roberto De Luca ci spiega come nasce un grande tour. Le nostre...

Live Concert

Hits:20545

Leggi tutto

Live Kom 013 - Vasco is back

Aggiunte le video interviste ai protagonisti: Roberto De Luca, Federico Servadei, Pasquale Aumenta, Giovanni Pinna, Andrea Corsellini e Riccardo Genovese..

Live Concert

Hits:18110

Leggi tutto

C’era una volta il DMX

Anziano pure lui, il DMX è costretto oggi a farsi “trasportare”.

Rubriche

Hits:17766

Leggi tutto

L’Arte del Mixaggio (secondo me) - prima parte

Mi è stato chiesto di descrivere la tecnica di mixaggio che ho sviluppato e sto adottando da qualche tempo. La cosa ovviamente mi ha fatto molto piacere...

Produzioni e studi

Hits:17070

Leggi tutto

Modà - Gioia Tour 2013

Continua il tour rivelazione:la video-recensione del  concerto di Firenze, le interviste agli addetti ai lavori, l'articolo, la scheda, le foto.....

Live Concert

Hits:15821

Leggi tutto

Jovanotti - Lorenzo negli Stadi 2013

Il video e le foto del concerto, le interviste ai protagonisti, la scheda del Tour ...

Live Concert

Hits:15772

Leggi tutto

Sopra al palco le rose. Sotto al palco le spine.

Ci sono molte cose che mi girano in testa e di cui sento di dover parlare.Il primo è la dignità.

Uomini e Aziende

Hits:14851

Leggi tutto

Articoli Correlati

Tutti i livelli di sottoscrizione
Livello 1
Free
Una semplice registrazione ti garantisce l'accesso a due portali.
Con questo piano di sottoscrizione, avrai la possibilità di visualizzare sul sito SOUNDLITE.IT alcuni articoli completi non diponibili per i semplici visitatori del sito.
Registrati
Livello 2
Free
Per comparire sul portale di SHOWBOOK devi completare la registrazione fornendo ulteriori informazioni.
Con questo piano di sottoscrizione, hai la possibilità di visualizzare sul sito SOUNDLITE.IT, tutti gli articoli completi non diponibili per i semplici visitatori del sito.
Se sei un professionista o hai un o hai un'azienda del settore, avrai la possibilità di comparire sul motore di ricerca di SHOWBOOK.PRO
Registrati o Login su SHOWBOOK
Livello 3
12,00
Per ricevere la rivista e comparire sul portale di SHOWBOOK è necessario effettuare una registrazione più completa ed acquistare l'abbonamento.
Questo piano di sottoscrizione prevede tutti i benefit del Livello 2.
Possibilità di ricevere la rivista cartacea di SOUNDLITE.
Possibilità di sfogliare la rivista SOUNDLITE in anteprima direttamente online.
Registrati o Login su SHOWBOOK
Chi Siamo: Sound & Co.

SOUND & LITE. Dal 1995 all’avanguardia della comunicazione specializzata.

 

La nostra rivista apre i battenti, allora col nome di SOUND&CO., nel 1995, fornendo al mercato ed ai professionisti uno strumento di informazione che non esisteva: una rivista dedicata al settore tecnico dello show business, in grado di trattare i relativi temi con chiarezza e competenza. Presto arriva il supplemento SHOWBOOK – che nel 2016 ha compiuto il suo ventesimo compleanno – la prima guida professionale del mondo dello spettacolo, in grado di fornire nomi, indirizzi, contatti di aziende e professionisti; da subito un vero punto di riferimento per il nostro mondo.

 

A lungo abbiamo progettato e studiato il nostro sbarco nel mondo del web, prima con un sito di tipo tradizionale, poi, dopo anni di attenta progettazione, con la consulenza tecnica e commerciale di due aziende leader nel settore del web design, abbiamo lanciato il nuovo sito nel 2012.

 

SOUNDLITE.IT, il sito internet della rivista più prestigiosa dell’entertainment italiano, si pone l’obiettivo di emulare sul web i successi della sorella cartacea, punto di riferimento per tutto il settore.

 

Una nuova redazione dedicata all’informazione sul web, la piattaforma “News Flow” senza limite fisico, la tecnologia “responsive”, in grado di adattare automaticamente il sito a qualsiasi piattaforma, la grande interazione con i social network, la sinergia con il sito SHOWBOOK.PRO fanno del nuovo sito un portale unico ed innovativo, che raccoglie il meglio delle tecnologie e delle strategie di informazione del web 2.0 e le plasma per il nostro settore.

 

Non solo vengono pubblicate tempestivamente tutte le news ma anche le anteprime dei servizi sui concerti con relative gallerie fotografiche. Grazie alla viralità creata dalla sinergia coi principali social network, ad oggi uno dei più efficaci mezzi di comunicazione, tutti gli articoli pubblicati possono essere commentati direttamente da tutti i navigatori del web, dando così alla notizia una potenza e un’interattività fino a ieri sconosciute.

 

Conosciamo i nostri utenti e vogliamo seguirne interessi e intenzioni, senza snaturare quindi minimamente quella qualità dei contatti cui dobbiamo buona parte del nostro successo. Sarà infatti un unico grande database a fare da collettore, identificando i nostri lettori, gli utenti, dandogli visibilità con SHOWBOOK.PRO, inviandogli la rivista, interagendo con loro.

 

Un preciso e dettagliato report di statistiche ci permette di destreggiarci nella grande mole di dati e di contatti, veicolando in maniera ancora più mirata la comunicazione pubblicitaria, che non è mai invasiva quando è soprattutto informazione professionale.

 

Contatti: Redazione
Sede amministrativa:
Via Redipuglia, 43 61011 Gabicce Mare - PU
P.IVA 01364470417
 

Direzione, redazione e pubblicità:
Strada Della Romagna, 371
61121 Colombarone (Pesaro) PU
Telefono 0721.209079 - Fax 0721.209784

 

Iscrizione registro della Stampa
n. 06348 01/07/98

 

Alfio Morelli Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Patrizia Verbeni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Giancarlo Messina Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Douglas Cole Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Michele Viola Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Liana Fabbri Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Abbonamento alla Rivista

La rivista SOUND&LITE è riservata esclusivamente ai professionisti appartenenti al mondo dello spettacolo e alle industrie direttamente collegate.

 

Per gli interessati non professionisti, SOUND&LITE rimane sempre fruibile interamente online, in formato .pdf e sfogliabile.


Abbonandosi alla rivista, si acquisisce il diritto di apparire in SHOWBOOK.PRO, il nostro motore di ricerca esclusivo per il mondo dello spettacolo.

 

Se siete già presenti su showbook.pro, potete rinnovare o controllare lo stato del vostro abbonamento alla rivista una volta effettuato il login.

 

 

 

Arretrati

I numeri da noi spediti, ma non pervenuti per disservizi postali, possono essere richiesti come arretrati al solo costo delle spese di spedizione tramite corriere: il primo arretrato al costo di 6 euro, 3 euro per ogni ulteriore copia. (Costi maggiorati per isole minori e Venezia).

 

Per qualsiasi assistenza o per ulteriori chiarimenti, anche sulla privacy, potete contattare Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cookie

In che modo Sound & Lite utilizza i cookie.

 

PER SOUND & LITE LA RISERVATEZZA E' UN VALORE IMPORTANTE, un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

 

I cookie vengono utilizzati solo per questi tipi di scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze di lingua, per rendere più pertinenti gli articoli tecnici che leggi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

 

Le nostre norme sulla privacy spiegano come tuteliamo la tua privacy durante l'utilizzo di cookie e altre informazioni.


TI ASSICURIAMO CHE GESTIREMO IN MODO RISERVATO QUESTE INFORMAZIONI.