Misure audio – quarta parte

0
0
0
s2smodern

di Livio Argentini

Fig-1
Figura 1
Fig-2
Figura 2
Fig-2a
Figura 2a
Fig-3
Figura 3

Eviteremo qui di occuparci delle misure più semplici, perché supponiamo che siano note e, appunto, semplici. Tratteremo invece delle misure più impegnative che spesso vengono effettuate in modo tecnicamente non corretto.

Poiché nel mondo audio, musica elettronica a parte, tutto ha origine con la ripresa microfonica, cominceremo ad analizzare i preamplificatori microfonici ed a misurarne le caratteristiche. Molti avranno notato, ad esempio, che preamplificatori che sulla carta dichiarano caratteristiche molto simili suonano invece in modo completamente differente: le considerazioni seguenti permetteranno, tra l’altro, di comprendere alcune tra le cause principali di tale comportamento. 

Com’è noto, esistono due tipologie di stadio di ingresso: elettronico ed a trasformatore – una differenza fondamentale su cui torneremo tra breve.

La prima questione di cui preoccuparsi riguarda l’adattamento tra l’impedenza di uscita del generatore e l’impedenza di ingresso del dispositivo sotto test. Nella maggior parte dei casi l’impedenza di uscita dei microfoni si aggira intorno ai 200 Ω, mentre il carico raccomandato (cioè l’impedenza di ingresso del preamplificatore) dovrebbe essere più o meno dieci volte superiore, quindi intorno ai 2 kΩ (figura 1).

Il modello equivalente, riportato in figura 2, ci mostra un generatore ideale (con impedenza di uscita pari a zero) con in serie una resistenza da 200 Ω. Nella figura 2a la resistenza da 200 Ω è stata sostituita con due resistenze da 100 Ω, una su ciascun ramo del generatore. Questo, essendo il generatore flottante (non riferito alla massa), praticamente non cambia nulla.

Come fare con i generatori che normalmente dispongono di un’uscita con impedenza di 600 Ω? Spesso vedo, nei laboratori, il generatore brutalmente connesso all’ingresso microfonico, ma in questa maniera si otterranno delle misure completamente falsate. Per risolvere questo problema è possibile ricorrere ad un semplice partitore resistivo (figura 3). Questo partitore attenua 40 dB, carica lo strumento con 600 Ω e, da solo, simula un generatore con impedenza di uscita di circa 6 Ω. A rigore, sarebbe più corretta un’impedenza pari a 0 Ω, ma anche 6 Ω è un valore abbastanza basso da non falsare le misure in modo significativo. È possibile ottenere i valori di resistenza riportati nello schema, non direttamente disponibili tra le serie commerciali, ricorrendo alla serie/parallelo di resistenze con valori standard. Due resistenze da 100 ohm, una su ciascun ramo, completano il circuito.

In questo modo avremo la possibilità di analizzare il comportamento del preamplificatore microfonico in condizioni di lavoro più realistiche, cioè pilotato da una sorgente con impedenza di 200 Ω, pari a quella tipica di un microfono.

A questo punto cominciamo a vedere le differenze tra un ingresso bilanciato elettronicamente ed un ingresso bilanciato con trasformatore.

Un ingresso bilanciato elettronicamente presenta un’impedenza di ingresso praticamente costante su tutta la banda audio e molto oltre, per cui non ci saranno irregolarità nella curva di risposta. È importante notare che anche inserendo l’attenuazione (pad) in ingresso, disponibile sulla maggior parte dei preamplificatori, la curva di risposta non varierà significativamente (a parte ovviamente il livello) in quanto il pad è un attenuatore puramente resistivo su un carico puramente resistivo.

Tutt’altra cosa con un ingresso a trasformatore.
L’impedenza di ingresso di un trasformatore, anche dei migliori, non è costante con la frequenza, specialmente al di fuori della banda audio.

Fig-4
Figura 4
Fig-5
Figura 5
Fig-6
Figura 6

In figura 4 è riportato (in modo stilizzato ed enfatizzato per motivi di visibilità) un andamento tipico della curva di impedenza di un trasformatore. Nel grafico si possono notare due picchi di impedenza, uno intorno all’estremo superiore della banda audio ed un secondo a frequenza molto più alta. Considerando puramente resistiva, e quindi costante al variare della frequenza, l’impedenza di uscita del generatore (100 Ω + 100 Ω), il collegamento corrisponderà ad un partitore formato da un elemento costante con la frequenza e da uno variabile con la frequenza. La risposta in frequenza reale sarà quindi simile a quella riportata nella figura 5. In figura 6 è invece riportata la risposta in frequenza ricavata nel caso di pilotaggio con impedenza non corretta. Come spesso accade, questa curva appare molto più lineare di quella della figura 5, e può trarre in inganno in quanto non rappresenta le condizioni reali di funzionamento. Le cose, tra l’altro, cambiano quando si inserisce il pad di ingresso (normalmente 20 dB, sempre presente quando si usa un trasformatore). L’ingresso microfonico con il pad inserito presenta al generatore un carico quasi puramente resistivo; in questa configurazione, le variazioni dell’impedenza del trasformatore con la frequenza avranno un’influenza quasi nulla sull’impedenza di ingresso complessiva. In questo caso, però, il trasformatore sarà pilotato da una sorgente con impedenza diversa dai 200 Ω previsti, la qual cosa induce di fatto ulteriori variazioni nella curva di risposta. Questo spiega come in molti preamplificatori il suono cambia inserendo il pad di ingresso.

È possibile ricavare in modo molto semplice e rapido diversi dati interessanti dalla misura, o forse è più corretto chiamarlo “test qualitativo”, realizzata collegando un generatore di onda quadra in ingresso al preamplificatore.

I test di questo tipo, eseguiti con un segnale ad onda quadra in ingresso, non possono fornire dati numerici (distorsione in percentuale, linearità in dB, ecc), ma con un minimo sforzo interpretativo possono fornire con immediatezza tanti parametri spesso non ricavabili con strumenti tradizionali, anche se di estrema importanza.

Fig-7 Fig-8
figura 7: Onda quadra a 100 Hz. Pilotaggio corretto con generatore a 200 Ω. figura 8: Onda quadra a 100 Hz. Pilotaggio non corretto con generatore a 0 Ω.
Fig-9 Fig-10
figura 9 Onda quadra a 10 kHz. Pilotaggio corretto con generatore a 200 ohm. figura 10 Onda quadra a 10 kHz. Pilotaggio non corretto con generatore a 0 ohm.

Nelle figure (foto) da 7 a 10, ottenute fotografando lo schermo di un oscilloscopio classico, è possibile vedere l’andamento del segnale d’uscita ricavato pilotando il preamplificatore con un segnale ad onda quadra, per mezzo di un generatore accoppiato correttamente (figura 7 e figura 9) oppure accoppiato non correttamente (cioè senza curarsi dell’adattamento di impedenza, figura 8 e figura 10).

Nella figura 7 è riportato il segnale d’uscita di un preamplificatore al cui ingresso è stato posto un segnale ad onda quadra con frequenza 100 Hz, accoppiando correttamente il generatore. La parte costante dell’onda quadra tende a decadere verso lo zero, e questo è un sintomo della limitazione nella risposta in bassa frequenza. La figura 8 riporta lo stesso test, eseguito però collegando direttamente il generatore all’ingresso del preamplificatore, senza alcun adattamento di impedenza, in maniera quindi non corretta. La deformazione è più marcata nella figura 7, purtroppo, ma la figura 8 rappresenta la risposta ad una condizione di lavoro meno realistica.

In figura 9 è invece riportata la risposta ad un’onda quadra a 10 kHz di un preamplificatore con generatore accoppiato correttamente: in questo caso, l’allungamento/arrotondamento dei fronti di salita e di discesa è correlato all’attenuazione in alta frequenza. Nella figura 10 è riportata la risposta allo stesso segnale, ma con il generatore accoppiato non correttamente, senza adattamento di impedenza. Anche in questo caso, la risposta di figura 10 sembra notevolmente migliore ma è ottenuta in condizioni che non corrispondono al funzionamento reale del dispositivo.

Pur senza ricavare dei veri e propri valori numerici, tramite questo test è possibile, ad esempio, confrontare dispositivi diversi tra loro e anche, con un po’ di esperienza, valutare alcuni aspetti della risposta dei dispositivi sotto test ad un segnale reale.

 

Un altro test che occorre fare riguarda l’effettivo bilanciamento alle frequenze più alte. Questa misura non riguarda la qualità del suono ma più specificatamente la cancellazione dei disturbi ad alta frequenza, in particolare quando il livello del segnale microfonico è basso. Anche in questo caso la misura è utile solo nel caso di ingresso con trasformatore. Un ingresso elettronico, essendo quasi puramente resistivo, garantisce il bilanciamento anche a frequenze molto alte. Al contrario un trasformatore, a causa dell’accoppiamento capacitivo tra spire adiacenti di ciascun avvolgimento, tra avvolgimenti diversi e tra spire/massa/schermo, non può garantire un bilanciamento del tutto corretto in alta frequenza. Fanno eccezione alcuni trasformatori costruiti in modo completamente simmetrico, ma questi, anche a causa del loro ingombro, raramente sono utilizzati come ingresso microfonico, più spesso come trasformatori di uscita di linea ad alto livello.

Questo test può essere fatto in due modalità: diretta ed indiretta.

Misura diretta (figura 11): si misura con due millivoltmetri il livello del segnale sui due rami della linea bilanciata, rispetto a massa. In questo caso un millivoltmetro a doppio indice si rivelerà molto utile. Aumentando la frequenza del generatore, se l’impedenza di ingresso del preamplificatore diventa asimmetrica si otterranno letture differenti.

Misura indiretta (figura 12): si misura con un millivoltmetro l’uscita dell’amplificatore. Quando l’ingresso è simmetrico la lettura sarà pari a zero. Aumentando la frequenza del generatore, se l’ingresso dell’amplificatore non è simmetrico si leggerà un segnale diverso da zero, correlato all’asimmetria dell’ingresso. 

 

Fig-11 FIG-12
figura 11 figura 12

 

 

Vuoi saperne di più sulle nostre pubblicazioni nel settore dell'audio professionale? CLICCA QUI.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di settore? ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER.

Ultimi Articoli

Robe HALO RGB

Un nuovo sistema di pixel LED RGB che può portare nuova vita ai classici proiettori PAR64.

News

Leggi tutto...

AMG International per Live You Play

L'azienda laziale AMG International ha fornito sette dei nove palchi presenti nei tre padiglioni della recente fiera MIR utilizzati da Live You Play, comprese le strutture in americana su cui...

Uomini e Aziende

Leggi tutto...

Elation Professional - Proteus Hybrid

Il nuovo motorizzato di Elation Professional combina le funzionalità di proiettore beam, spot e wash in una singola unità, con grado di protezione IP65.

Prodotto

Leggi tutto...

ETC ColorSource Linear

ETC completa la famiglia ColorSource Linear, presentando a Francoforte il nuovo ColorSource Linear 4.

News

Leggi tutto...

Yamaha VXS1ML e VXS3S

Nuovi diffusori della serie Commercial Installation Solutions

News

Leggi tutto...

Nuove Schede I/O Allen&Heath dLive

Allen & Heath amplia le opzioni di interfaccia digitale per la famiglia di console digitali dLive.

News

Leggi tutto...

RGBLink VSP628pro II e RMS 8424S

Il distributore ligure Audio Effetti ha annunciato due interessanti nuovi prodotti di RGBLink, che saranno ufficialmente presentati presso lo stand RGBLink 10-A41 all’imminente IBC  dal 15 al 19 settembre ad...

News

Leggi tutto...

Nuovo media player Denon DN-500BDMKII

Il nuovo Denon Professional DN-500BDMKII è un media player e lettore Blu-ray compatto di elevata qualità in grado di leggere tutti i principali supporti ottici audio e video.

News

Leggi tutto...

Prolyte BGR70

Una nuova serie di travi reticolari americane in alluminio con elementi a sezione quadrata.

News

Leggi tutto...

Misure audio – seconda parte

Nel numero precedente sono stati esaminati i vari tipi di connettori, in questo numero inizieremo a esaminare gli strumenti.

Tecnologia

Leggi tutto...

I più Popolari

Tiziano Ferro - L’Amore è una cosa semplice - Tour 2012

Una grande produzione ed un grande calendario. Trentamila spettatori a Torino e Verona, quarantamila a Milano. Il produttore Roberto De Luca ci spiega come nasce un grande tour. Le nostre...

Live Concert

Hits:18505

Leggi tutto

Consegnati ad Agorà i primi 240 diffusori L-Acoustics K2.

Si tratta di una parte del materiale che Agorà ha recentemente acquistato per la fornitura di un grande evento internazionale che si svolgerà nel 2014...

News

Hits:17534

Leggi tutto

Live Kom 013 - Vasco is back

Aggiunte le video interviste ai protagonisti: Roberto De Luca, Federico Servadei, Pasquale Aumenta, Giovanni Pinna, Andrea Corsellini e Riccardo Genovese..

Live Concert

Hits:16275

Leggi tutto

Jovanotti - Lorenzo negli Stadi 2013

Il video e le foto del concerto, le interviste ai protagonisti, la scheda del Tour ...

Live Concert

Hits:14232

Leggi tutto

Modà - Gioia Tour 2013

Continua il tour rivelazione:la video-recensione del  concerto di Firenze, le interviste agli addetti ai lavori, l'articolo, la scheda, le foto.....

Live Concert

Hits:14119

Leggi tutto

Marco Mengoni - L'Essenziale Tour 2013

Aggiunte le video interviste ai protagonisti!

Live Concert

Hits:12832

Leggi tutto

C’era una volta il DMX

Anziano pure lui, il DMX è costretto oggi a farsi “trasportare”.

Rubriche

Hits:12208

Leggi tutto

Emma - Sarò Libera Tour 2012

Esplode il live di Emma. Un calendario denso ed impegnativo.

Live Concert

Hits:11844

Leggi tutto

La sicurezza negli eventi live

Il pericolo NON è il mio mestiere.

Rubriche

Hits:11440

Leggi tutto

L’Arte del Mixaggio (secondo me) - prima parte

Mi è stato chiesto di descrivere la tecnica di mixaggio che ho sviluppato e sto adottando da qualche tempo. La cosa ovviamente mi ha fatto molto piacere...

Produzioni e studi

Hits:11402

Leggi tutto

Articoli Correlati

Tutti i livelli di sottoscrizione
Livello 1
Free
Una semplice registrazione ti garantisce l'accesso a due portali.
Con questo piano di sottoscrizione, avrai la possibilità di visualizzare sul sito SOUNDLITE.IT alcuni articoli completi non diponibili per i semplici visitatori del sito.
Registrati
Livello 2
Free
Per comparire sul portale di SHOWBOOK devi completare la registrazione fornendo ulteriori informazioni.
Con questo piano di sottoscrizione, hai la possibilità di visualizzare sul sito SOUNDLITE.IT, tutti gli articoli completi non diponibili per i semplici visitatori del sito.
Se sei un professionista o hai un o hai un'azienda del settore, avrai la possibilità di comparire sul motore di ricerca di SHOWBOOK.PRO
Registrati o Login su SHOWBOOK
Livello 3
12,00
Per ricevere la rivista e comparire sul portale di SHOWBOOK è necessario effettuare una registrazione più completa ed acquistare l'abbonamento.
Questo piano di sottoscrizione prevede tutti i benefit del Livello 2.
Possibilità di ricevere la rivista cartacea di SOUNDLITE.
Possibilità di sfogliare la rivista SOUNDLITE in anteprima direttamente online.
Registrati o Login su SHOWBOOK
Chi Siamo: Sound & Co.

SOUND & LITE. Dal 1995 all’avanguardia della comunicazione specializzata.

 

La nostra rivista apre i battenti, allora col nome di SOUND&CO., nel 1995, fornendo al mercato ed ai professionisti uno strumento di informazione che non esisteva: una rivista dedicata al settore tecnico dello show business, in grado di trattare i relativi temi con chiarezza e competenza. Presto arriva il supplemento SHOWBOOK – che nel 2016 ha compiuto il suo ventesimo compleanno – la prima guida professionale del mondo dello spettacolo, in grado di fornire nomi, indirizzi, contatti di aziende e professionisti; da subito un vero punto di riferimento per il nostro mondo.

 

A lungo abbiamo progettato e studiato il nostro sbarco nel mondo del web, prima con un sito di tipo tradizionale, poi, dopo anni di attenta progettazione, con la consulenza tecnica e commerciale di due aziende leader nel settore del web design, abbiamo lanciato il nuovo sito nel 2012.

 

SOUNDLITE.IT, il sito internet della rivista più prestigiosa dell’entertainment italiano, si pone l’obiettivo di emulare sul web i successi della sorella cartacea, punto di riferimento per tutto il settore.

 

Una nuova redazione dedicata all’informazione sul web, la piattaforma “News Flow” senza limite fisico, la tecnologia “responsive”, in grado di adattare automaticamente il sito a qualsiasi piattaforma, la grande interazione con i social network, la sinergia con il sito SHOWBOOK.PRO fanno del nuovo sito un portale unico ed innovativo, che raccoglie il meglio delle tecnologie e delle strategie di informazione del web 2.0 e le plasma per il nostro settore.

 

Non solo vengono pubblicate tempestivamente tutte le news ma anche le anteprime dei servizi sui concerti con relative gallerie fotografiche. Grazie alla viralità creata dalla sinergia coi principali social network, ad oggi uno dei più efficaci mezzi di comunicazione, tutti gli articoli pubblicati possono essere commentati direttamente da tutti i navigatori del web, dando così alla notizia una potenza e un’interattività fino a ieri sconosciute.

 

Conosciamo i nostri utenti e vogliamo seguirne interessi e intenzioni, senza snaturare quindi minimamente quella qualità dei contatti cui dobbiamo buona parte del nostro successo. Sarà infatti un unico grande database a fare da collettore, identificando i nostri lettori, gli utenti, dandogli visibilità con SHOWBOOK.PRO, inviandogli la rivista, interagendo con loro.

 

Un preciso e dettagliato report di statistiche ci permette di destreggiarci nella grande mole di dati e di contatti, veicolando in maniera ancora più mirata la comunicazione pubblicitaria, che non è mai invasiva quando è soprattutto informazione professionale.

 

Contatti: Redazione
Sede amministrativa:
Via Redipuglia, 43 61011 Gabicce Mare - PU
P.IVA 01364470417
 

Direzione, redazione e pubblicità:
Strada Della Romagna, 371
61121 Colombarone (Pesaro) PU
Telefono 0721.209079 - Fax 0721.209784

 

Iscrizione registro della Stampa
n. 06348 01/07/98

 

Alfio Morelli Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Patrizia Verbeni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Giancarlo Messina Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Douglas Cole Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Michele Viola Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Liana Fabbri Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Abbonamento alla Rivista

La rivista SOUND&LITE è riservata esclusivamente ai professionisti appartenenti al mondo dello spettacolo e alle industrie direttamente collegate.

 

Per gli interessati non professionisti, SOUND&LITE rimane sempre fruibile interamente online, in formato .pdf e sfogliabile.


Abbonandosi alla rivista, si acquisisce il diritto di apparire in SHOWBOOK.PRO, il nostro motore di ricerca esclusivo per il mondo dello spettacolo.

 

Se siete già presenti su showbook.pro, potete rinnovare o controllare lo stato del vostro abbonamento alla rivista una volta effettuato il login.

 

 

 

Arretrati

I numeri da noi spediti, ma non pervenuti per disservizi postali, possono essere richiesti come arretrati al solo costo delle spese di spedizione tramite corriere: il primo arretrato al costo di 6 euro, 3 euro per ogni ulteriore copia. (Costi maggiorati per isole minori e Venezia).

 

Per qualsiasi assistenza o per ulteriori chiarimenti, anche sulla privacy, potete contattare Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cookie

In che modo Sound & Lite utilizza i cookie.

 

PER SOUND & LITE LA RISERVATEZZA E' UN VALORE IMPORTANTE, un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

 

I cookie vengono utilizzati solo per questi tipi di scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze di lingua, per rendere più pertinenti gli articoli tecnici che leggi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

 

Le nostre norme sulla privacy spiegano come tuteliamo la tua privacy durante l'utilizzo di cookie e altre informazioni.


TI ASSICURIAMO CHE GESTIREMO IN MODO RISERVATO QUESTE INFORMAZIONI.