Gli incidenti elettrici

0
0
0
s2smodern

di Marco Mocellin

Gentile lettore, attirato fin qui dal titolo a dir poco enigmatico, ti starai appunto chiedendo: cosa vuol dire?

No, non ho intenzione di parlare delle collisioni tra veicoli a trazione elettrica e delle possibili ripercussioni causate dai campi elettromagnetici scatenati dall’urto.

Semplicemente il titolo è il modo in cui in gergo si definiscono tutti gli incidenti che portano alla fulminazione più o meno grave di persone e cose.

Cioè, in lingua volgare (cioè a cui sono avvezze le orecchie del volgo) parleremo dei rischi connessi con il prendere la scossa e come evitarli, realizzando bene gli impianti utilizzatori.

È noto che, in alcune regioni d’Italia, la parola stessa “scossa” indica in senso lato anche l’alimentazione elettrica in toto.

Come ricorderete, l’argomento non è nuovo a queste pagine, ma credo giovi ripetere qualcosa: in generale possiamo dire che la pericolosità di una corrente elettrica sul corpo umano è data dalla intensità della corrente stessa e dalla durata dell’esposizione.

A questo proposito esistono dei grafici che forniscono in maniera molto semplice la correlazione tra l’intensità della corrente e la sua durata per ottenerne un dato effetto nocivo. Ora, ad essere franco, spero che vengano utilizzati al contrario, nel senso di consultarli per prevenire il danno, e non a posteriori per sapere quanta corrente è passata osservando il fumante residuo.

Tralasciando le macabre considerazioni, procediamo con l’analisi del problema.

Per completezza, nella prima figura trovate un esempio di tale grafico: noterete come in realtà alle tensioni normali di esercizio dei sistemi elettrici, considerando una resistenza del corpo umano convenzionalmente fissata in circa 1000 Ω, non sia per nulla difficile far passare correnti pericolose già per esposizioni brevissime.

 

Addentrandoci maggiormente nella natura dei contatti tra corpo umano e parti in tensione, dobbiamo fare una prima importante distinzione, utile in quanto non è solo un dettaglio concettuale ma una categorizzazione utilizzata in maniera estensiva anche dalle normative di sicurezza (Norme CEI, ad esempio ma non solo).

Vengono definiti “contatti diretti” quelli che si verificano tra una parte del circuito elettrico normalmente in tensione, ad esempio un conduttore nudo o un morsetto, ed il corpo umano. Sono definiti “contatti indiretti” quelli che si verificano tra una parte del circuito normalmente non in tensione, ad esempio la carcassa metallica di un apparecchio utilizzatore, ed il corpo umano.

La distinzione è importante, perché se i contatti diretti sono generalmente molto più pericolosi, almeno dal punto di vista delle intensità di corrente, sono anche i più facili da prevenire.

I contatti indiretti invece sono di solito causati da guasti accidentali o danneggiamenti degli isolamenti e si presentano con una varietà ed ampiezza di forme e manifestazioni che non sempre ne rende agevole l’eliminazione, anche se di contro è più facile renderli evidenti, ad esempio connettendo a terra le parti statisticamente interessabili dal guasto.

Protezione dai contatti indiretti

I sistemi di protezione dai contatti indiretti si possono dividere in due categorie principali: sistemi attivi e sistemi passivi.

I sistemi attivi sono quelli che in caso di anomalia levano alimentazione al circuito; si tratta essenzialmente dei noti interruttori differenziali, anche se lo stesso compito potrebbe essere compiuto da un magnetotermico opportunamente tarato o da controllori di isolamento coordinati con l’impianto di terra.

Un vecchio metodo, ora proibito dalle norme per ragioni di sicurezza, è la messa al neutro delle masse metalliche: questo causa un violento cortocircuito in caso di guasto dell’isolamento principale. È un metodo che riporto per amor di completezza ma che non ha alcuna valenza pratica.

In realtà nella pratica impiantistica corrente, l’unico metodo che è efficacemente utilizzabile nella realizzazione degli impianti mobili è l’installazione degli interruttori differenziali. Questi sono efficaci anche in caso di impianti di terra ad alta resistenza o di impianti che mutano quasi quotidianamente la loro struttura.

Protezione dai contatti diretti

La protezione dai contatti diretti si ottiene invece in maniera essenzialmente meccanica, interponendo cioè opportuni materiali tra le parti attive e gli utilizzatori.

L’isolamento di un cavo è di fatto funzionale anche a questo, oltre a formare il cavo vero e proprio. Ricordo che tra le parti attive di un impianto deve essere considerato anche il conduttore di neutro, tranne nel caso in cui vengano resi unici il conduttore equipotenziale ed il neutro (PEN), ma non è una realtà interessante per i nostri fini.

Per estensione, anche i differenziali ad alta sensibilità (cioè fino a 30 mA di soglia) sono annoverabili tra le protezioni dai contatti diretti. Notiamo quindi come negli impianti di fatto, siano essi realizzati per l’intrattenimento ma anche per l’impiantistica civile, le due categorie di protezioni vengano rese uniche a beneficio della sicurezza globale degli utilizzatori finali.

Riporto nella prossima figura una schematizzazione relativa ai circuiti in bassissima tensione: le distinzioni che caratterizzano i tre schemi sono relative essenzialmente allo stato della terra rispetto al circuito elettrico. Purtroppo si tratta di circuiti utilizzabili solo in casi molto particolari, che non si adattano all’impiantistica di cui si occupano le aziende del nostro settore se non per aspetti limitati delle installazioni fisse.

L’impianto di terra

Come molti avranno notato, l’efficacia di tutte le protezioni descritte è praticamente sempre dipendente dalla bontà dell’impianto di terra. Entrando maggiormente nel dettaglio possiamo analizzare la prescrizione normativa secondo cui, per essere considerato efficiente, un impianto di terra deve presentare una resistenza di terra Rt tale per cui valga la relazione seguente:

Ipotizzando il caso di un impianto protetto da un interruttore differenziale, ed eseguendo il semplice calcolo indicato sopra, per una corrente I di intervento pari al massimo a 30 mA notiamo come la resistenza di terra possa assumere anche valori molto grandi, in questo dettaglio il vantaggio in termini di sicurezza e di costo di impianto degli interruttori differenziali.

Ancora una volta però è evidente come l’adozione degli interruttori differenziali sia una scelta saggia e funzionale solo in coordinamento con l’impianto di terra che deve però sempre e comunque essere presente; questi interruttori non lo sostituiscono affatto, come alcuni credono o più o meno velatamente sostengono in sede di verifica.

Eseguendo lo stesso calcolo di prima, nel caso di contatto diretto, possiamo ricavare una considerazione abbastanza confortante: infatti nel caso di una resistenza del corpo umano di 500 Ω, valore decisamente pessimistico salvo che per il tipico tecnico sudatissimo ed irrigato dalla manichetta a bordo palco in infradito e bermuda, in una rete a 230 V otteniamo un valore di corrente di guasto di 440 mA, abbondantemente sufficiente a far intervenire i differenziali da 30 mA.

In breve ecco perché ormai le protezioni differenziali sono da considerarsi una scelta indispensabile per qualsiasi impianto utilizzatore. Inoltre, come sempre ho ricordato, nel caso degli impianti ad alta disponibilità, come quelli utilizzati nel mondo dello spettacolo, è tassativo proteggere ogni linea con un interruttore separato. Ormai il costo non giustifica più scelte differenti.

Ultimi Articoli

Meyer Sound ha brevettato la tecnologia Bluehorn

Meyer Sound ha ottenuto il primo brevetto su una tecnologia rivoluzionaria applicata nel sistema di monitor da studio Bluehorn

News

Leggi tutto...

Prolights illumina il Lake Festival (nonostante la pioggia)

Lake Festival, che combina efficacemente vibrante musica elettronica, sport acquatici e adrenalina, si è affermato negli ultimi dieci anni come uno dei più famosi festival di musica dance Europei...

News

Leggi tutto...

Workshop ArKaos Pro

Il distributore RM Multimedia propone un workshop sul software ArKaos MediaMaster PRO 5, il 5 e 6 dicembre a Messina.

News

Leggi tutto...

Pavarotti, un’emozione senza fine

Una produzione Friends & Partners e Pavarotti Foundation: oltre tre ore di spettacolo, nelle quali è stata ripercorsa la storia umana e artistica del grande tenore Luciano Pavarotti, amato e conosciuto in...

Live Concert

Leggi tutto...

The Power of Sound – La 144esima AES convention a Milano e i 70 anni di AES

L’appuntamento milanese si annovera tra i più visitati d’Europa negli ultimi anni e si conferma un evento fondamentale per l’aggiornamento professionale, la ricerca e l’innovazione nel campo audio. 

Uomini e Aziende

Leggi tutto...

Audio Effetti presenta neo:PDU 8 di Pulse-Eight

Un sistema dedicato al controllo remoto semplificato dell’alimentazione elettrica dei dispositivi nelle installazioni.

News

Leggi tutto...

Cesare Cremonini – Stadi 2018

Primo tour negli stadi per l’artista bolognese. Una grande produzione, tre grandi città, un’ottima risposta del pubblico.

Live Concert

Leggi tutto...

Explo X2 Wave Flamer

X2 Wave Flamer, della casa costruttrice austriaca Explo IGN systems, è un sistema per effetti di fiamme con ugello motorizzato e controllato tramite radiocomando o DMX.

News

Leggi tutto...

Bandabardò – Club Tour 2018

La band fiorentina Bandabardò celebra i suoi 25 anni facendo ciò che sa fare meglio.

Live Concert

Leggi tutto...

Q30L2ADJ - Il nuovo angolo regolabile Litec

Un nuovo angolo regolabile a doppia piastra Litec consente di creare angoli variabili da 0° a 180° tra segmenti di trave americana

News

Leggi tutto...

I più Popolari

Consegnati ad Agorà i primi 240 diffusori L-Acoustics K2.

Si tratta di una parte del materiale che Agorà ha recentemente acquistato per la fornitura di un grande evento internazionale che si svolgerà nel 2014...

News

Hits:20980

Leggi tutto

Tiziano Ferro - L’Amore è una cosa semplice - Tour 2012

Una grande produzione ed un grande calendario. Trentamila spettatori a Torino e Verona, quarantamila a Milano. Il produttore Roberto De Luca ci spiega come nasce un grande tour. Le nostre...

Live Concert

Hits:19559

Leggi tutto

Live Kom 013 - Vasco is back

Aggiunte le video interviste ai protagonisti: Roberto De Luca, Federico Servadei, Pasquale Aumenta, Giovanni Pinna, Andrea Corsellini e Riccardo Genovese..

Live Concert

Hits:17269

Leggi tutto

C’era una volta il DMX

Anziano pure lui, il DMX è costretto oggi a farsi “trasportare”.

Rubriche

Hits:15218

Leggi tutto

Modà - Gioia Tour 2013

Continua il tour rivelazione:la video-recensione del  concerto di Firenze, le interviste agli addetti ai lavori, l'articolo, la scheda, le foto.....

Live Concert

Hits:14974

Leggi tutto

Jovanotti - Lorenzo negli Stadi 2013

Il video e le foto del concerto, le interviste ai protagonisti, la scheda del Tour ...

Live Concert

Hits:14972

Leggi tutto

L’Arte del Mixaggio (secondo me) - prima parte

Mi è stato chiesto di descrivere la tecnica di mixaggio che ho sviluppato e sto adottando da qualche tempo. La cosa ovviamente mi ha fatto molto piacere...

Produzioni e studi

Hits:14573

Leggi tutto

Sopra al palco le rose. Sotto al palco le spine.

Ci sono molte cose che mi girano in testa e di cui sento di dover parlare.Il primo è la dignità.

Uomini e Aziende

Hits:14070

Leggi tutto

Marco Mengoni - L'Essenziale Tour 2013

Aggiunte le video interviste ai protagonisti!

Live Concert

Hits:13744

Leggi tutto

La sicurezza negli eventi live

Il pericolo NON è il mio mestiere.

Rubriche

Hits:13399

Leggi tutto

Articoli Correlati

Tutti i livelli di sottoscrizione
Livello 1
Free
Una semplice registrazione ti garantisce l'accesso a due portali.
Con questo piano di sottoscrizione, avrai la possibilità di visualizzare sul sito SOUNDLITE.IT alcuni articoli completi non diponibili per i semplici visitatori del sito.
Registrati
Livello 2
Free
Per comparire sul portale di SHOWBOOK devi completare la registrazione fornendo ulteriori informazioni.
Con questo piano di sottoscrizione, hai la possibilità di visualizzare sul sito SOUNDLITE.IT, tutti gli articoli completi non diponibili per i semplici visitatori del sito.
Se sei un professionista o hai un o hai un'azienda del settore, avrai la possibilità di comparire sul motore di ricerca di SHOWBOOK.PRO
Registrati o Login su SHOWBOOK
Livello 3
12,00
Per ricevere la rivista e comparire sul portale di SHOWBOOK è necessario effettuare una registrazione più completa ed acquistare l'abbonamento.
Questo piano di sottoscrizione prevede tutti i benefit del Livello 2.
Possibilità di ricevere la rivista cartacea di SOUNDLITE.
Possibilità di sfogliare la rivista SOUNDLITE in anteprima direttamente online.
Registrati o Login su SHOWBOOK
Chi Siamo: Sound & Co.

SOUND & LITE. Dal 1995 all’avanguardia della comunicazione specializzata.

 

La nostra rivista apre i battenti, allora col nome di SOUND&CO., nel 1995, fornendo al mercato ed ai professionisti uno strumento di informazione che non esisteva: una rivista dedicata al settore tecnico dello show business, in grado di trattare i relativi temi con chiarezza e competenza. Presto arriva il supplemento SHOWBOOK – che nel 2016 ha compiuto il suo ventesimo compleanno – la prima guida professionale del mondo dello spettacolo, in grado di fornire nomi, indirizzi, contatti di aziende e professionisti; da subito un vero punto di riferimento per il nostro mondo.

 

A lungo abbiamo progettato e studiato il nostro sbarco nel mondo del web, prima con un sito di tipo tradizionale, poi, dopo anni di attenta progettazione, con la consulenza tecnica e commerciale di due aziende leader nel settore del web design, abbiamo lanciato il nuovo sito nel 2012.

 

SOUNDLITE.IT, il sito internet della rivista più prestigiosa dell’entertainment italiano, si pone l’obiettivo di emulare sul web i successi della sorella cartacea, punto di riferimento per tutto il settore.

 

Una nuova redazione dedicata all’informazione sul web, la piattaforma “News Flow” senza limite fisico, la tecnologia “responsive”, in grado di adattare automaticamente il sito a qualsiasi piattaforma, la grande interazione con i social network, la sinergia con il sito SHOWBOOK.PRO fanno del nuovo sito un portale unico ed innovativo, che raccoglie il meglio delle tecnologie e delle strategie di informazione del web 2.0 e le plasma per il nostro settore.

 

Non solo vengono pubblicate tempestivamente tutte le news ma anche le anteprime dei servizi sui concerti con relative gallerie fotografiche. Grazie alla viralità creata dalla sinergia coi principali social network, ad oggi uno dei più efficaci mezzi di comunicazione, tutti gli articoli pubblicati possono essere commentati direttamente da tutti i navigatori del web, dando così alla notizia una potenza e un’interattività fino a ieri sconosciute.

 

Conosciamo i nostri utenti e vogliamo seguirne interessi e intenzioni, senza snaturare quindi minimamente quella qualità dei contatti cui dobbiamo buona parte del nostro successo. Sarà infatti un unico grande database a fare da collettore, identificando i nostri lettori, gli utenti, dandogli visibilità con SHOWBOOK.PRO, inviandogli la rivista, interagendo con loro.

 

Un preciso e dettagliato report di statistiche ci permette di destreggiarci nella grande mole di dati e di contatti, veicolando in maniera ancora più mirata la comunicazione pubblicitaria, che non è mai invasiva quando è soprattutto informazione professionale.

 

Contatti: Redazione
Sede amministrativa:
Via Redipuglia, 43 61011 Gabicce Mare - PU
P.IVA 01364470417
 

Direzione, redazione e pubblicità:
Strada Della Romagna, 371
61121 Colombarone (Pesaro) PU
Telefono 0721.209079 - Fax 0721.209784

 

Iscrizione registro della Stampa
n. 06348 01/07/98

 

Alfio Morelli Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Patrizia Verbeni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Giancarlo Messina Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Douglas Cole Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Michele Viola Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Liana Fabbri Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Abbonamento alla Rivista

La rivista SOUND&LITE è riservata esclusivamente ai professionisti appartenenti al mondo dello spettacolo e alle industrie direttamente collegate.

 

Per gli interessati non professionisti, SOUND&LITE rimane sempre fruibile interamente online, in formato .pdf e sfogliabile.


Abbonandosi alla rivista, si acquisisce il diritto di apparire in SHOWBOOK.PRO, il nostro motore di ricerca esclusivo per il mondo dello spettacolo.

 

Se siete già presenti su showbook.pro, potete rinnovare o controllare lo stato del vostro abbonamento alla rivista una volta effettuato il login.

 

 

 

Arretrati

I numeri da noi spediti, ma non pervenuti per disservizi postali, possono essere richiesti come arretrati al solo costo delle spese di spedizione tramite corriere: il primo arretrato al costo di 6 euro, 3 euro per ogni ulteriore copia. (Costi maggiorati per isole minori e Venezia).

 

Per qualsiasi assistenza o per ulteriori chiarimenti, anche sulla privacy, potete contattare Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cookie

In che modo Sound & Lite utilizza i cookie.

 

PER SOUND & LITE LA RISERVATEZZA E' UN VALORE IMPORTANTE, un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

 

I cookie vengono utilizzati solo per questi tipi di scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze di lingua, per rendere più pertinenti gli articoli tecnici che leggi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

 

Le nostre norme sulla privacy spiegano come tuteliamo la tua privacy durante l'utilizzo di cookie e altre informazioni.


TI ASSICURIAMO CHE GESTIREMO IN MODO RISERVATO QUESTE INFORMAZIONI.