EQ on / EQ off – quarta parte

di Livio Argentini 

Nelle puntate precedenti, in teoria, e spero anche in pratica, è stato corretto l’ascolto per il monitoraggio. Ora possiamo pensare a cosa si può fare durante la registrazione e, in seguito, nell’editing e nel mixdown.

Cominciamo con la registrazione.

Per prima cosa dobbiamo dire, anche in questo caso, che di regola è meglio non equalizzare elettronicamente in fase di registrazione. Il concetto basilare è che una registrazione pulita può sempre essere “rovinata” in un secondo tempo, ma una registrazione già errata in partenza non potrà mai più essere ripristinata.

La prima correzione deve essere effettuata in sala scegliendo il tipo di microfono più adatto, cercando la distanza e la posizione migliore per il microfono e per l’esecutore. Spesso però questo non si può fare nel modo che sarebbe ottimale ed allora bisogna correre ai ripari.

Si può usare tranquillamente un analizzatore di spettro per cercare di individuare le bande dove è necessaria una correzione di base, sebbene, a mio parere, spesso risulti molto più valido l’utilizzo delle orecchie. In questi casi è sempre consigliabile usare filtri con banda molto larga, Baxandall o con curva shelf.

È buona norma, quando si usa un analizzatore, tenere a mente due concetti molto importanti: prima di tutto che ogni sorgente sonora ha le sue proprie specifiche assolutamente non lineari e cercare di linearizzare a tutti i costi (cosa che, purtroppo, vedo fare sempre più spesso) significa falsare completamente la tipologia del suono. La seconda: correggere solo parzialmente, per evitare di esagerare, riservandosi una correzione più raffinata in seguito.

La correzione più comune sta in un parziale recupero delle frequenze più alte, dovuto sia alla perdita di risposta della capsula microfonica, sia all’acustica spesso troppo sorda degli studi. È il caso di evitare di usare un filtro parametrico o a terzi di ottava, meglio utilizzare un filtro Baxandall o similare perché solo questi saranno in grado di compensare in modo realistico la parte di segnale persa.

Ci sono due casi particolari in cui bisogna agire con sistemi un poco più brutali.

Quando si fanno registrazioni live, spesso, a causa di risonanze ambientali alle quali ovviamente non si può ovviare, si possono verificare picchi/buchi molto fastidiosi. In questo caso occorre utilizzare un filtro parametrico che, regolando opportunamente frequenza e Q, permetterà di compensare il difetto. Ben difficilmente si potrà usare un filtro grafico a terzi di ottava, perché non capiterà mai un picco con la stessa frequenza e larghezza di banda del difetto da compensare, e se si usa una frequenza prossima si avrà un picco vicino ad un buco con risultati disastrosi. Lo stesso vale per i filtri shelf o similari che non permettono di scegliere la frequenza e che comunque non sono in grado di agire su una banda molto ristretta.

Spesso si fanno lavori abbastanza ripetitivi, dal punto di vista dell’equalizzazione, dove si effettuano sempre le medesime regolazioni già testate in base all’esperienza delle precedenti registrazioni. Un classico esempio è il doppiaggio dove ogni doppiatore, secondo il personaggio da doppiare, richiede una particolare equalizzazione. Un altro caso è quando in studio si registra la batteria, quasi sempre la medesima. Qui il fonico sa già come comportarsi in base alle precedenti esperienze, ed in questi casi si può anche azzardare un’equalizzazione quasi completa. Particolarmente in queste applicazioni è necessario l’utilizzo di un buon parametrico.

La fase successiva è l’editing/mix.

Oggi, con l’avvento della tecnologia digitale, si è suddiviso quello che una volta era il mixaggio in due operazioni separate: l’editing ed il mix.

Questo è uno dei grandi vantaggi del digitale, perché durante l’editing si può tagliare, equalizzare ecc, senza perdita di qualità. Ad esempio una chitarra registrata in varie sezioni su tante piste separate, può venire pre-mixata (o, più esattamente, assemblata) su una sola pista virtuale con tutte le correzioni necessarie, rendendo molto più semplice la successiva operazione di mixaggio.

Durante questa fase del lavoro non è certo consigliabile l’utilizzo di unità analogiche, anche se queste fornissero una qualità cento volte superiore rispetto alle unità add-on digitali. Purtroppo, infatti, per usare unità analogiche mentre si lavora in digitale è necessario effettuare ben due conversioni (D/A e A/D) e, poiché ogni conversione porta ad un inevitabile e spesso notevole decadimento del segnale, questo vanifica completamente i vantaggi portati dalla migliore qualità dell’elaborazione.

Quindi durante l’operazione di editing è meglio utilizzare sempre e solo gli add-on digitali, cercando però di utilizzarli con molta parsimonia.

Ritorniamo per esempio alla chitarra registrata su molte piste in tempi diversi e, qualche volta, anche in studi diversi. La funzione di editing è duplice. Il primo passo consiste nel selezionare le parti sparse sulle varie piste ed assemblarle, regolando i livelli; questo lavoro non richiede l’utilizzo di effetti e può essere eseguito senza alcun problema di decadimento di qualità. Il secondo passo consiste nel controllare l’equalizzazione, il riverbero e la dinamica (compressione/espansione) in modo da rendere tutte le varie parti omogenee tra loro. Questa operazione richiede, in genere, correzioni minime completamente effettuabili senza uscire dal dominio digitale.

Finita l’operazione di editing si passa al mixaggio, dove si può pensare ad una correzione più efficace che andrà ad agire su tutto il brano. In questo caso, specialmente se si effettua la sommatoria in analogico (di gran lunga migliore di quella digitale) è giustificata la conversione D/A necessaria per utilizzare le unità analogiche.

Un caso particolare è rappresentato dall’operazione di mastering. Per questo lavoro occorrono piccole correzioni, per cui sarebbe utile avere a disposizione equalizzatori sia Baxandall che parametrici con variazione di ampiezza molto ridotta (±6 dB). Una variazione di 6 dB espansa su tutta la rotazione di un potenziometro, non solo permette una regolazione molto precisa, ma anche una buona ripetibilità in tempi successivi.

A dire il vero ci sarebbe anche un altro settore di lavoro in cui usare gli equalizzatori: l’effettistica.

Questo è un utilizzo che esula però da ciò di cui discutiamo in questo articolo, perché l’equalizzatore non viene utilizzato come mezzo correttivo, per cui è necessaria la massima qualità, bensì come mezzo per produrre nuovi suoni, quasi a livello di strumento musicale. In quest’ottica tutto è permesso, anzi ci troviamo spesso nella situazione, quasi paradossale, che più un filtro è di qualità scadente e meglio può essere utilizzato.

A questo punto, non rimane che mettersi a girare manopole: buon lavoro

Ultimi Articoli

Al MIR Rimini tre giorni di formazione sulla sicurezza con DOC Servizi

Al MIR di Rimini, che si terrà dal 6 all’8 maggio 2018, DOC Servizi ha organizzato un’interessante serie di seminari sulla sicurezza

Uomini e Aziende

Leggi tutto...

RCF E MAX Series

La casa emiliana lancia una nuova serie di speaker near-field passivi.

News

Leggi tutto...

ADB alla Fiera LDI

ADB espone le sue nuove tecnologie LED a LDI e vince il prestigioso LDI Award per il miglior prodotto esordiente nel settore Lighting con la linea Art Centric Lighting.

News

Leggi tutto...

Pink Floyd - Their Mortal Remains

La mostra al Museo di Arte Contemporanea di Roma

Installazioni

Leggi tutto...

SudWave ricorda Toni Soddu

Amici, colleghi, tecnici e musicisti ricordano lo stage manager da poco scomparso.

News

Leggi tutto...

Sennheiser IE 40 PRO

La storica casa costruttrice tedesca lancia una nuova serie di auricolari per l’uso professionale con il modello IE 40 PRO.

News

Leggi tutto...

Nuovi Prodotti Claypaky @ LDI 2018

Claypaky Sharpy Plus e Axcor Spot 400 fanno il debutto internazionale alla fiera LDI 2018.

News

Leggi tutto...

Novità di Adam Hall Group al Prolight + Sound 2018

Adam Hall Group presenterà il suo portafoglio completo di prodotti al Prolight + Sound (10-13 aprile) a Francoforte sul Meno (Germania), presso il padiglione 3.1, allo stand E60-F70

News

Leggi tutto...

Convegno a MIR 2018: Il “nostro” Modena Park

Un convegno di due ore con i principali componenti dello staff tecnico che ha sviluppato e fatto funzionare la macchina per il grande evento dello scorso luglio a Modena con...

Uomini e Aziende

Leggi tutto...

Arri SkyPanel

SkyPanel è una serie di versatili pannelli illuminatori a LED di varie dimensioni, luminosità e caratteristiche, risultato di oltre dieci anni di ricerca e sviluppo di tecnologie LED da parte...

Prodotto

Leggi tutto...

I più Popolari

Consegnati ad Agorà i primi 240 diffusori L-Acoustics K2.

Si tratta di una parte del materiale che Agorà ha recentemente acquistato per la fornitura di un grande evento internazionale che si svolgerà nel 2014...

News

Hits:22005

Leggi tutto

Laura Pausini - Fatti Sentire Worldwide Tour

Il recente tour mondiale di Laura Pausini è partito alla grande con due concerti sold-out al Circo Massimo. Dopo una quarantina di giorni in America, la carovana è tornata in...

Live Concert

Hits:21050

Leggi tutto

Ferdinando Salzano

Imprenditore, produttore e manager ai massimi livelli, nell’ambito dei concerti e delle produzioni televisive.

Personaggio

Hits:20256

Leggi tutto

Tiziano Ferro - L’Amore è una cosa semplice - Tour 2012

Una grande produzione ed un grande calendario. Trentamila spettatori a Torino e Verona, quarantamila a Milano. Il produttore Roberto De Luca ci spiega come nasce un grande tour. Le nostre...

Live Concert

Hits:19919

Leggi tutto

Live Kom 013 - Vasco is back

Aggiunte le video interviste ai protagonisti: Roberto De Luca, Federico Servadei, Pasquale Aumenta, Giovanni Pinna, Andrea Corsellini e Riccardo Genovese..

Live Concert

Hits:17558

Leggi tutto

C’era una volta il DMX

Anziano pure lui, il DMX è costretto oggi a farsi “trasportare”.

Rubriche

Hits:15994

Leggi tutto

L’Arte del Mixaggio (secondo me) - prima parte

Mi è stato chiesto di descrivere la tecnica di mixaggio che ho sviluppato e sto adottando da qualche tempo. La cosa ovviamente mi ha fatto molto piacere...

Produzioni e studi

Hits:15356

Leggi tutto

Jovanotti - Lorenzo negli Stadi 2013

Il video e le foto del concerto, le interviste ai protagonisti, la scheda del Tour ...

Live Concert

Hits:15240

Leggi tutto

Modà - Gioia Tour 2013

Continua il tour rivelazione:la video-recensione del  concerto di Firenze, le interviste agli addetti ai lavori, l'articolo, la scheda, le foto.....

Live Concert

Hits:15227

Leggi tutto

Sopra al palco le rose. Sotto al palco le spine.

Ci sono molte cose che mi girano in testa e di cui sento di dover parlare.Il primo è la dignità.

Uomini e Aziende

Hits:14429

Leggi tutto

Articoli Correlati

Tutti i livelli di sottoscrizione
Livello 1
Free
Una semplice registrazione ti garantisce l'accesso a due portali.
Con questo piano di sottoscrizione, avrai la possibilità di visualizzare sul sito SOUNDLITE.IT alcuni articoli completi non diponibili per i semplici visitatori del sito.
Registrati
Livello 2
Free
Per comparire sul portale di SHOWBOOK devi completare la registrazione fornendo ulteriori informazioni.
Con questo piano di sottoscrizione, hai la possibilità di visualizzare sul sito SOUNDLITE.IT, tutti gli articoli completi non diponibili per i semplici visitatori del sito.
Se sei un professionista o hai un o hai un'azienda del settore, avrai la possibilità di comparire sul motore di ricerca di SHOWBOOK.PRO
Registrati o Login su SHOWBOOK
Livello 3
12,00
Per ricevere la rivista e comparire sul portale di SHOWBOOK è necessario effettuare una registrazione più completa ed acquistare l'abbonamento.
Questo piano di sottoscrizione prevede tutti i benefit del Livello 2.
Possibilità di ricevere la rivista cartacea di SOUNDLITE.
Possibilità di sfogliare la rivista SOUNDLITE in anteprima direttamente online.
Registrati o Login su SHOWBOOK
Chi Siamo: Sound & Co.

SOUND & LITE. Dal 1995 all’avanguardia della comunicazione specializzata.

 

La nostra rivista apre i battenti, allora col nome di SOUND&CO., nel 1995, fornendo al mercato ed ai professionisti uno strumento di informazione che non esisteva: una rivista dedicata al settore tecnico dello show business, in grado di trattare i relativi temi con chiarezza e competenza. Presto arriva il supplemento SHOWBOOK – che nel 2016 ha compiuto il suo ventesimo compleanno – la prima guida professionale del mondo dello spettacolo, in grado di fornire nomi, indirizzi, contatti di aziende e professionisti; da subito un vero punto di riferimento per il nostro mondo.

 

A lungo abbiamo progettato e studiato il nostro sbarco nel mondo del web, prima con un sito di tipo tradizionale, poi, dopo anni di attenta progettazione, con la consulenza tecnica e commerciale di due aziende leader nel settore del web design, abbiamo lanciato il nuovo sito nel 2012.

 

SOUNDLITE.IT, il sito internet della rivista più prestigiosa dell’entertainment italiano, si pone l’obiettivo di emulare sul web i successi della sorella cartacea, punto di riferimento per tutto il settore.

 

Una nuova redazione dedicata all’informazione sul web, la piattaforma “News Flow” senza limite fisico, la tecnologia “responsive”, in grado di adattare automaticamente il sito a qualsiasi piattaforma, la grande interazione con i social network, la sinergia con il sito SHOWBOOK.PRO fanno del nuovo sito un portale unico ed innovativo, che raccoglie il meglio delle tecnologie e delle strategie di informazione del web 2.0 e le plasma per il nostro settore.

 

Non solo vengono pubblicate tempestivamente tutte le news ma anche le anteprime dei servizi sui concerti con relative gallerie fotografiche. Grazie alla viralità creata dalla sinergia coi principali social network, ad oggi uno dei più efficaci mezzi di comunicazione, tutti gli articoli pubblicati possono essere commentati direttamente da tutti i navigatori del web, dando così alla notizia una potenza e un’interattività fino a ieri sconosciute.

 

Conosciamo i nostri utenti e vogliamo seguirne interessi e intenzioni, senza snaturare quindi minimamente quella qualità dei contatti cui dobbiamo buona parte del nostro successo. Sarà infatti un unico grande database a fare da collettore, identificando i nostri lettori, gli utenti, dandogli visibilità con SHOWBOOK.PRO, inviandogli la rivista, interagendo con loro.

 

Un preciso e dettagliato report di statistiche ci permette di destreggiarci nella grande mole di dati e di contatti, veicolando in maniera ancora più mirata la comunicazione pubblicitaria, che non è mai invasiva quando è soprattutto informazione professionale.

 

Contatti: Redazione
Sede amministrativa:
Via Redipuglia, 43 61011 Gabicce Mare - PU
P.IVA 01364470417
 

Direzione, redazione e pubblicità:
Strada Della Romagna, 371
61121 Colombarone (Pesaro) PU
Telefono 0721.209079 - Fax 0721.209784

 

Iscrizione registro della Stampa
n. 06348 01/07/98

 

Alfio Morelli Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Patrizia Verbeni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Giancarlo Messina Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Douglas Cole Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Michele Viola Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Liana Fabbri Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Abbonamento alla Rivista

La rivista SOUND&LITE è riservata esclusivamente ai professionisti appartenenti al mondo dello spettacolo e alle industrie direttamente collegate.

 

Per gli interessati non professionisti, SOUND&LITE rimane sempre fruibile interamente online, in formato .pdf e sfogliabile.


Abbonandosi alla rivista, si acquisisce il diritto di apparire in SHOWBOOK.PRO, il nostro motore di ricerca esclusivo per il mondo dello spettacolo.

 

Se siete già presenti su showbook.pro, potete rinnovare o controllare lo stato del vostro abbonamento alla rivista una volta effettuato il login.

 

 

 

Arretrati

I numeri da noi spediti, ma non pervenuti per disservizi postali, possono essere richiesti come arretrati al solo costo delle spese di spedizione tramite corriere: il primo arretrato al costo di 6 euro, 3 euro per ogni ulteriore copia. (Costi maggiorati per isole minori e Venezia).

 

Per qualsiasi assistenza o per ulteriori chiarimenti, anche sulla privacy, potete contattare Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cookie

In che modo Sound & Lite utilizza i cookie.

 

PER SOUND & LITE LA RISERVATEZZA E' UN VALORE IMPORTANTE, un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

 

I cookie vengono utilizzati solo per questi tipi di scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze di lingua, per rendere più pertinenti gli articoli tecnici che leggi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

 

Le nostre norme sulla privacy spiegano come tuteliamo la tua privacy durante l'utilizzo di cookie e altre informazioni.


TI ASSICURIAMO CHE GESTIREMO IN MODO RISERVATO QUESTE INFORMAZIONI.