Lo Studio Moderno - 1 parte

di Livio Argentini

Parte I

di Livio Argentini

Dopo aver analizzato, sia pure in modo sommario, alcuni componenti necessari in un moderno studio di registrazione, cominciamo a pensare a come realizzarlo.

Come già premesso, cercheremo di progettare uno studio, magari un po’ anticonformista o, se vogliamo, anche un poco rivoluzionario, ma che permetta di sopperire a tutte le necessità di un moderno studio di registrazione.

Non dimentichiamoci, però, che il nostro studio deve essere studiato per accoppiare unità analogiche a sistemi di registrazione/editing digitale (Pro Tools e similari) in modo da poter sfruttare al 100% tutte le potenzialità del sistema digitale accoppiate alla qualità del sistema analogico... il tutto utilizzando una sala di regia con volumi relativamente ridotti ed a costi altamente concorrenziali, senza rinunciare alla sua caratteristica principale: il top assoluto della qualità, largamente superiore a qualsiasi sistema in commercio.

Per raggiungere questo obbiettivo è necessario cominciare con l’analisi delle cose superflue, inutili e normalmente costose presenti in uno studio. Per fare questo dobbiamo ragionare con la mente aperta a nuove soluzioni abbandonando tutte le nostre idee preconcette e spesso superate.

È ovvio che per realizzare un prodotto audio si debba partire con la registrazione. Tranne casi particolari, in cui si registrano strumenti elettronici e similari e la registrazione avviene in diretta via cavo, si devono utilizzare microfoni e relativi preamplificatori.

Prenderemo come riferimento un mixer analogico classico che normalmente ha un minimo di 48 canali, ovvero 48 amplificatori microfonici, 48 equalizzatori, 48 fader, 48 meter ecc.

Cominciamo facendoci una prima domanda: qual è il numero massimo di microfoni che abbiamo mai usato contemporaneamente nella nostra sala?

Credo mai più di 20. Ma il nostro mixer dispone di 48 ingressi microfonici con relativi preamplificatori, per cui avremo 28 preamplificatori che non verranno mai utilizzati, che però sono costati denaro, occupano spazio, consumano corrente e scaldano. In più, per motivi di spazio ma soprattutto di costo, i 48 amplificatori microfonici non potranno essere di qualità troppo elevata. Per ovviare a questa carenza di qualità, oggi si tende ad utilizzare un certo numero di preamplificatori microfonici esterni, logicamente di qualità e di costo molto più elevato. Risultato: abbiamo acquistato 48 preamplificatori scadenti più alcuni preamplificatori di qualità, duplicando la spesa. Deduzione logica: non inseriamo i preamplificatori nel nostro mixer ma acquistiamone solo 12/16 buoni e sistemiamoli esterni al mixer.

Soluzione senz’altro particolare ma se si considera che i preamplificatori microfonici, una volta regolati (livello, fase, phantom ecc), non necessitano di ulteriori controlli, non esiste più la necessità di averli a portata di mano e si può giungere alla logica soluzione di levarli dal mixer ed installarli in un rack separato. Con questa soluzione si ottiene un primo vantaggio: con un costo forse inferiore avremo dei preamplificatori di alta qualità in numero sufficiente ed avremo ridotto le dimensioni del mixer.

La soluzione di installare i preamplificatori microfonici in un rack separato dal mixer comporta diversi altri vantaggi assolutamente da non trascurare.

Primo: i cavi microfonici, dove passa un segnale a basso livello, saranno più corti, e poiché il rack preamplificatori verrà posizionato tra il mixer e la sala, normalmente vicino al vetro divisorio, si riduce la possibilità che i cavi passino nella vicinanza di sorgenti di rumore indotto (trasformatori, alimentatori, amplificatori ecc). Le connessioni tra preamplificatori e mixer, invece, trasportano segnali ad alto livello (di linea: +4 dBm), quindi molto meno ricettivi rispetto ad indesiderati disturbi esterni (figura 1).

 

Un secondo vantaggio, tra l’altro molto più importante perché può mettere a riparo da molti danni, riguarda la distribuzione e lo smistamento dei canali.

Molti produttori di mixer hanno il bruttissimo vizio di inserire le connessioni microfoniche nella patch-bay. Dico e sottolineo: bruttissimo vizio, per vari motivi.

La patch-bay serve per smistare i vari segnali e per inserire unità esterne, per cui è assolutamente necessario che tutti i jack (ingressi ed uscite) siano compatibili tra di loro sia come livelli che come impedenza. È ovvio che non è possibile inviare un segnale microfonico (livello basso ed estremamente variabile) su un ingresso di linea (livello standard) né, tanto meno, inserire un effetto (equalizzatore, compressore ecc.) su una linea microfonica, per cui la patch-bay microfonica, essendo elettricamente fuori standard, può servire solamente a smistare i segnali micro tra di loro. Il problema consiste nel fatto che i jack “microfono” sono gli stessi usati per i segnali “linea” e sono allocati nella stessa posizione; sarebbe già un primo passo posizionare la patch microfonica separata in modo da non indurre in errore.

I jack sono di solito normalizzati e spesso ho visto duplicare l’uscita di un microfono su un secondo ingresso senza distaccare il primo, con il risultato di sovraccaricare il microfono perdendo livello di segnale ed anche rischiando di mandare il microfono in saturazione. Se poi il microfono è alimentato dal canale si rischia di inviargli una doppia alimentazione.

Premettendo che una svista è sempre possibile, collegando un jack micro su una linea si rischia anche, se il microfono è alimentato, di inviare sulla linea stessa una tensione continua a 48 V rischiando di danneggiare sia l’ingresso linea sia il microfono stesso.

Dovendo smistare i segnali micro sui vari canali, questo va fatto prelevando i segnali all’uscita dei preamplificatori (+4 dBm, bilanciato, 600 ohm) ed inviandoli agli ingressi linea dei canali del mixer.

Con la soluzione dei preamplificatori separati, tutti questi problemi sono automaticamente eliminati (figura 2).

In questo caso lo smistamento delle uscite dei preamplificatori microfonici sui vari ingressi del mixer viene effettuato (tutto a livelli standard) tramite la patch di ingresso linea.

Rimane però il problema di come connettere i vari microfoni agli ingressi dei preamplificatori. Il nostro rack conterrà un numero limitato di preamplificatori (da otto a sedici) mentre in sala avremo almeno 40/50 prese micro dislocate nei vari punti. Ci sono due soluzioni, ambedue semplici ed altrettanto valide.

La prima è quella di duplicare le prese: quando si predisporrà il posizionamento dei microfoni, si utilizzeranno le prese più vicine; esiste però la possibilità di connettere per errore due microfoni in parallelo su uno stesso ingresso (figura 3).

La seconda è quella di installare una patch-bay microfonica direttamente nel rack dei preamplificatori, dunque lontana dalla patch-bay del mixer (figura 4).

Attenzione: non incorriamo nell’errore di costruire questa patch-bay con le prese jack sia standard sia bantam. Le prese jack, tutte indistintamente, che tra l’altro assicurano un buon contatto ed una lunga durata nel tempo, presentano un problema assolutamente non compatibile con un ingresso microfonico: durante l’inserzione e la disinserzione mettono in corto circuito i poli di segnale sia tra di loro sia con la massa.

Poiché i microfoni sono spesso alimentati dal preamplificatore, inserendo un jack ad amplificatore acceso si rischia di mettere in corto circuito l’alimentazione a 48 V, con la possibilità non esaltante di danneggiare lo stadio di ingresso del preamplificatore.

Questa patch-bay va realizzata tutta con connettori XLR, che sono i connettori microfonici standard e non presentano i problemi di corto circuito proprio delle prese jack. I connettori XLR, inoltre, sono realizzati con il contatto 1 (la massa) leggermente più lungo perciò, durante l’inserzione, per la massima sicurezza, prima viene connessa la massa e dopo i poli.

Se poi una patch-bay con connettori XLR può risultare troppo ingombrante possiamo tranquillamente utilizzare i nuovi connettori “mini XLR”, molto più piccoli ma con le medesime garanzie.

Ultimi Articoli

JTE Si Rinnova per PL+S 2018

James Thomas Engineering si presenta alla fiera Prolight+Sound di Francoforte con una gamma di prodotti decisivamente rinnovata.

Uomini e Aziende

Leggi tutto...

Tre mesi di soluzioni personalizzate MILOS

Per tre mesi, da gennaio fino a marzo, MILOS offre a tutti i suoi clienti l’analisi di soluzioni personalizzate

News

Leggi tutto...

Le nuove tecnologie per il cinema al prossimo Microsalon Italia

AMG International parteciperà, anche quest'anno, a Microsalon, la fiera italiana sulla tecnologia cinematografica.

News

Leggi tutto...

Claypaky @ Prolight+Sound

Diversi interessanti nuovi prodotti presentati alla recente fiera di Francoforte dal rinomato produttore bergamasco

News

Leggi tutto...

Audio Effetti distribuisce ISO-MAX di Jensen Transformers

Audio Effetti è lieta di annunciare l’acquisizione della distribuzione della linea di prodotti ISO-MAX, della californiana Jensen Transformers Inc.

Uomini e Aziende

Leggi tutto...

Audio Effetti presenta il lettore universale UBP-X1000ES di SONY

Il nuovo lettore universale distribuito da Audio Effetti presenta una serie di caratteristiche relative a compatibilità ed integrazione adatte alle installazioni audio/video professionali più esigenti

News

Leggi tutto...

Link LKO

Un innovativo connettore ibrido per il trasporto contemporaneo di dati su fibra e alimentazione elettrica su rame

Prodotto

Leggi tutto...

Caparezza – Prisoner 709, il Tour Estivo

L’artista pugliese ha ripreso in versione estiva la tournée del suo recente disco con una trentina di date in venue outdoor in tutta l’Italia. Protagoniste, oltre alla musica, tutte le...

Live Concert

Leggi tutto...

MADRIX ORION e MADRIX NEBULA

Due novità dal marchio MADRIX di Inoage.

News

Leggi tutto...

Aurora Net – Software dBTechnologies

Aurora Net è il nuovo software di dBTechnologies dedicato alla gestione, alla configurazione ed al monitoraggio dei sistemi audio della casa emiliana, evoluzione delle precedenti piattaforme dBTechnologies Network e dBTechnologies Composer.

Prodotto

Leggi tutto...

I più Popolari

Consegnati ad Agorà i primi 240 diffusori L-Acoustics K2.

Si tratta di una parte del materiale che Agorà ha recentemente acquistato per la fornitura di un grande evento internazionale che si svolgerà nel 2014...

News

Hits:22007

Leggi tutto

Laura Pausini - Fatti Sentire Worldwide Tour

Il recente tour mondiale di Laura Pausini è partito alla grande con due concerti sold-out al Circo Massimo. Dopo una quarantina di giorni in America, la carovana è tornata in...

Live Concert

Hits:21050

Leggi tutto

Ferdinando Salzano

Imprenditore, produttore e manager ai massimi livelli, nell’ambito dei concerti e delle produzioni televisive.

Personaggio

Hits:20256

Leggi tutto

Tiziano Ferro - L’Amore è una cosa semplice - Tour 2012

Una grande produzione ed un grande calendario. Trentamila spettatori a Torino e Verona, quarantamila a Milano. Il produttore Roberto De Luca ci spiega come nasce un grande tour. Le nostre...

Live Concert

Hits:19919

Leggi tutto

Live Kom 013 - Vasco is back

Aggiunte le video interviste ai protagonisti: Roberto De Luca, Federico Servadei, Pasquale Aumenta, Giovanni Pinna, Andrea Corsellini e Riccardo Genovese..

Live Concert

Hits:17558

Leggi tutto

C’era una volta il DMX

Anziano pure lui, il DMX è costretto oggi a farsi “trasportare”.

Rubriche

Hits:15995

Leggi tutto

L’Arte del Mixaggio (secondo me) - prima parte

Mi è stato chiesto di descrivere la tecnica di mixaggio che ho sviluppato e sto adottando da qualche tempo. La cosa ovviamente mi ha fatto molto piacere...

Produzioni e studi

Hits:15356

Leggi tutto

Jovanotti - Lorenzo negli Stadi 2013

Il video e le foto del concerto, le interviste ai protagonisti, la scheda del Tour ...

Live Concert

Hits:15241

Leggi tutto

Modà - Gioia Tour 2013

Continua il tour rivelazione:la video-recensione del  concerto di Firenze, le interviste agli addetti ai lavori, l'articolo, la scheda, le foto.....

Live Concert

Hits:15228

Leggi tutto

Sopra al palco le rose. Sotto al palco le spine.

Ci sono molte cose che mi girano in testa e di cui sento di dover parlare.Il primo è la dignità.

Uomini e Aziende

Hits:14429

Leggi tutto

Articoli Correlati

Tutti i livelli di sottoscrizione
Livello 1
Free
Una semplice registrazione ti garantisce l'accesso a due portali.
Con questo piano di sottoscrizione, avrai la possibilità di visualizzare sul sito SOUNDLITE.IT alcuni articoli completi non diponibili per i semplici visitatori del sito.
Registrati
Livello 2
Free
Per comparire sul portale di SHOWBOOK devi completare la registrazione fornendo ulteriori informazioni.
Con questo piano di sottoscrizione, hai la possibilità di visualizzare sul sito SOUNDLITE.IT, tutti gli articoli completi non diponibili per i semplici visitatori del sito.
Se sei un professionista o hai un o hai un'azienda del settore, avrai la possibilità di comparire sul motore di ricerca di SHOWBOOK.PRO
Registrati o Login su SHOWBOOK
Livello 3
12,00
Per ricevere la rivista e comparire sul portale di SHOWBOOK è necessario effettuare una registrazione più completa ed acquistare l'abbonamento.
Questo piano di sottoscrizione prevede tutti i benefit del Livello 2.
Possibilità di ricevere la rivista cartacea di SOUNDLITE.
Possibilità di sfogliare la rivista SOUNDLITE in anteprima direttamente online.
Registrati o Login su SHOWBOOK
Chi Siamo: Sound & Co.

SOUND & LITE. Dal 1995 all’avanguardia della comunicazione specializzata.

 

La nostra rivista apre i battenti, allora col nome di SOUND&CO., nel 1995, fornendo al mercato ed ai professionisti uno strumento di informazione che non esisteva: una rivista dedicata al settore tecnico dello show business, in grado di trattare i relativi temi con chiarezza e competenza. Presto arriva il supplemento SHOWBOOK – che nel 2016 ha compiuto il suo ventesimo compleanno – la prima guida professionale del mondo dello spettacolo, in grado di fornire nomi, indirizzi, contatti di aziende e professionisti; da subito un vero punto di riferimento per il nostro mondo.

 

A lungo abbiamo progettato e studiato il nostro sbarco nel mondo del web, prima con un sito di tipo tradizionale, poi, dopo anni di attenta progettazione, con la consulenza tecnica e commerciale di due aziende leader nel settore del web design, abbiamo lanciato il nuovo sito nel 2012.

 

SOUNDLITE.IT, il sito internet della rivista più prestigiosa dell’entertainment italiano, si pone l’obiettivo di emulare sul web i successi della sorella cartacea, punto di riferimento per tutto il settore.

 

Una nuova redazione dedicata all’informazione sul web, la piattaforma “News Flow” senza limite fisico, la tecnologia “responsive”, in grado di adattare automaticamente il sito a qualsiasi piattaforma, la grande interazione con i social network, la sinergia con il sito SHOWBOOK.PRO fanno del nuovo sito un portale unico ed innovativo, che raccoglie il meglio delle tecnologie e delle strategie di informazione del web 2.0 e le plasma per il nostro settore.

 

Non solo vengono pubblicate tempestivamente tutte le news ma anche le anteprime dei servizi sui concerti con relative gallerie fotografiche. Grazie alla viralità creata dalla sinergia coi principali social network, ad oggi uno dei più efficaci mezzi di comunicazione, tutti gli articoli pubblicati possono essere commentati direttamente da tutti i navigatori del web, dando così alla notizia una potenza e un’interattività fino a ieri sconosciute.

 

Conosciamo i nostri utenti e vogliamo seguirne interessi e intenzioni, senza snaturare quindi minimamente quella qualità dei contatti cui dobbiamo buona parte del nostro successo. Sarà infatti un unico grande database a fare da collettore, identificando i nostri lettori, gli utenti, dandogli visibilità con SHOWBOOK.PRO, inviandogli la rivista, interagendo con loro.

 

Un preciso e dettagliato report di statistiche ci permette di destreggiarci nella grande mole di dati e di contatti, veicolando in maniera ancora più mirata la comunicazione pubblicitaria, che non è mai invasiva quando è soprattutto informazione professionale.

 

Contatti: Redazione
Sede amministrativa:
Via Redipuglia, 43 61011 Gabicce Mare - PU
P.IVA 01364470417
 

Direzione, redazione e pubblicità:
Strada Della Romagna, 371
61121 Colombarone (Pesaro) PU
Telefono 0721.209079 - Fax 0721.209784

 

Iscrizione registro della Stampa
n. 06348 01/07/98

 

Alfio Morelli Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Patrizia Verbeni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Giancarlo Messina Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Douglas Cole Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Michele Viola Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Liana Fabbri Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Abbonamento alla Rivista

La rivista SOUND&LITE è riservata esclusivamente ai professionisti appartenenti al mondo dello spettacolo e alle industrie direttamente collegate.

 

Per gli interessati non professionisti, SOUND&LITE rimane sempre fruibile interamente online, in formato .pdf e sfogliabile.


Abbonandosi alla rivista, si acquisisce il diritto di apparire in SHOWBOOK.PRO, il nostro motore di ricerca esclusivo per il mondo dello spettacolo.

 

Se siete già presenti su showbook.pro, potete rinnovare o controllare lo stato del vostro abbonamento alla rivista una volta effettuato il login.

 

 

 

Arretrati

I numeri da noi spediti, ma non pervenuti per disservizi postali, possono essere richiesti come arretrati al solo costo delle spese di spedizione tramite corriere: il primo arretrato al costo di 6 euro, 3 euro per ogni ulteriore copia. (Costi maggiorati per isole minori e Venezia).

 

Per qualsiasi assistenza o per ulteriori chiarimenti, anche sulla privacy, potete contattare Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cookie

In che modo Sound & Lite utilizza i cookie.

 

PER SOUND & LITE LA RISERVATEZZA E' UN VALORE IMPORTANTE, un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

 

I cookie vengono utilizzati solo per questi tipi di scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze di lingua, per rendere più pertinenti gli articoli tecnici che leggi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

 

Le nostre norme sulla privacy spiegano come tuteliamo la tua privacy durante l'utilizzo di cookie e altre informazioni.


TI ASSICURIAMO CHE GESTIREMO IN MODO RISERVATO QUESTE INFORMAZIONI.