indipendenti dentro

0
0
0
s2smodern

di Stefano Lentini

Non sono io che odio Giovanni Allevi, anzi mi sembra una persona adorabile. Uno dei pochi in Italia che davanti alla telecamera riesce ancora ad essere spontaneo, magari un po’ emozionato, ma spontaneo. Uno dei pochi, forse come quell’altro mattacchione di Roberto Benigni, che si innamora, si emoziona, si stupisce e batte i piedi come un bambino per esprimere una gioia verso le cose che ama. Certo, è destabilizzante vedere negli altri quello che non abbiamo, quello che abbiamo perso, quello che forse non potremo mai avere. La psicoanalisi ci viene in aiuto in questi casi – anche se potrà sembrare inaccettabile, da scatenare quasi una guerra – tutto il fastidio che proviamo è la misura della rabbia verso l’irraggiungibile. Può diventare odio ma, semplificando, è pura invidia. Non invidia per una persona, per una cosa o per un comportamento: è un’invidia simbolica. È l’odio che hai verso te stesso che non potrai mai fare, dire, essere, sembrare, esprimere quella cosa là. Questo è l’odio. È l’odio che scatena le guerre, e più miseramente, le colate di cemento molle dei commenti sprezzanti sui social media. La cosa più contemporanea che conosca: l’odio di chi pensa di conoscersi e lo fa con piccoli segni neri illuminati su un display.

Giovanni Allevi suona il pianoforte, scrive musica. Ama suonare il pianoforte e ama scrivere la musica. Quando parla di Mozart e ride è felice, è emozionato. Eppure tutto questo crea un tale scalpore interiore da occupare il tempo e lo spazio di chi non lo ascolta, non lo segue, non lo ama. Mi sembra la brutta copia dei dibattiti politici da discarica del pensiero che popolano il nostro vivere civile. Io odio questo, tu odi quello, io odio te, tu odi me. Viene chiamato bullismo, in un modo che immobilizza i suoi protagonisti nella sfera della vita adolescenziale, eppure non credo ci sia differenza tra prendere in giro un diverso sui banchi di scuola e assalire un diverso fuori dai banchi di scuola. È sempre la diversità che fa paura, una paura sconosciuta, dirompente, insopportabile. Una paura fatta della frustrazione di non capire la matrice della propria rabbia verso se stessi, innanzitutto. E che diventa atto politico, disputa intellettuale, ingiuria pubblica, per una semplice proiezione sui simboli che rappresentano l’oggetto della paura stessa.

Il bullismo è forse il contrario dell’empatia, la totale assenza di riconoscimento. È la manifestazione pubblica di un rifiuto, della paura. Abbiamo imparato ad essere animali estremamente razionali rispetto alle nostre pulsioni e a quelle degli altri tanto che i politici ancora oggi mimano discussioni intellettuali su punti molto delicati della loro personalità. L’essere contro o a favore degli omosessuali, delle coppie di fatto, degli immigrati, dell’aborto, della fecondazione eterologa, dell’eutanasia – come fossimo parte di una tifoseria da stadio – non fa che mostrare i lati oscuri della propria consapevolezza che trasforma le argomentazioni in atti di fanatismo simbolico. Un fanatismo dove non esistono più le persone, le vite, le realtà e le verità di ciascuno. Esistono le proprie proiezioni interiori camuffate da solide idee.

La proiezione è un fenomeno incredibile di cui probabilmente siamo tutti protagonisti. La differenza la vedi subito tra chi ti “informa” e chi ti “turba”. Arrivano tante informazioni durante la giornata dalle persone che abbiamo vicino. Alcune le ascoltiamo, altre le ignoriamo. E fin qui tutto bene. Poi ci sono quelli che ci turbano. Ecco, qui è il punto più delicato. Riuscire a prendere le distanze dal turbamento prima che si trasformi in altro e guardarlo. Se mi infastidisco della vanità di una persona è perché non accetto la mia di vanità. Perché altrimenti dovrei infastidirmi della vanità altrui? E perché allora non infastidirsi di ogni altra sfaccettatura dell’essere umano? Ciascuno di noi, con i propri vissuti, limiti e fragilità, trova nel mondo esterno uno specchio di sé, più questo specchio è accurato più il turbamento è vigoroso. Tutto ciò che non accettiamo di noi stessi non lo sopportiamo fuori da noi. È per questo che la storia ci mostra come tanti fanatismi e intolleranze abbiano alla base una pulsione inespressa. Come le storie pazzesche degli attivisti di spicco dei movimenti anti-gay americani, politici e religiosi che hanno fatto scandalo per il loro orientamento omosessuale (cerca sul web: “La vita segreta degli attivisti anti-gay”).

Poi ci sono quelle migliaia di commenti indignati del fatto che un musicista come Allevi possa essere molto visibile, fare molti concerti, guadagnare molto, essere famoso. Non credo che sia un’indignazione diversa dal fanatico religioso che odia a morte uomini di altre nazioni perché diversi, o appartenenti alla stirpe degli usurpatori, o fedeli a un altro Dio.

Empatia, comprensione di sé e dell’altro, autocoscienza. Cosa significano queste parole se non riuscire a prendere le distanze dalla propria ombra e guardarla insieme alle altre come specchio di una realtà multisfaccettata?

La settimana scorsa un automobilista voleva picchiarmi perché, dopo avermi tagliato la strada sulle strisce pedonali (ero a piedi) sosteneva che la colpa fosse di una macchina parcheggiata male che ostruiva la sua visione e anche di un albero non potato che faceva una particolare ombra. Alla mia inflessibile presa di posizione verso il fatto che l’essere sulle strisce mi ponesse dalla parte della ragione (per un fatto di precedenza da codice della strada, credo) ha risposto con un’invettiva contro il Sindaco della mia città, il quale, secondo una sua congettura, io avrei votato con le nefaste conseguenze di cui sopra, tra cui appunto, l’ombra dell’albero.

Devo ammetterlo, se avessi avuto in tasca un pulsante segreto per la sua immediata eliminazione l’avrei premuto. L’avrei eliminato a patto di non finire in prigione però. Beh anche io posso dire di aver provato un odio vigliacco per qualcuno.

P.S.
Non conosco personalmente Giovanni Allevi e, devo ammetterlo, non ho mai ascoltato un suo album fino in fondo. Ma i miei gusti musicali significano molto poco nell’universo e non vedo perché un musicista che non amo debba essere bistrattato. Tra l’altro immagino che dietro il suo successo ci sia tanto lavoro, coraggio, sfida e passione. Forse è questo che fa orrore a chi non lo sopporta: che a questo mondo c’è qualcuno che ci crede.

facebook Fonte: Facebook, luglio 2015 - dopo la pubblicazione del video promozionale del nuovo inno della Lega Serie A commissionato a Giovanni Allevi. Un esempio di sportività.

 

Vuoi restare sempre aggiornato sulle novità di settore? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ultimi Articoli

Seminario Contralto Audio con Merlijn van Veen

Tecniche di calibrazione e progettazione dei sistemi audio moderni

News

Leggi tutto...

Lavora con noi

Sound&Lite, per potenziare il proprio organico, ricerca un redattore.

Uomini e Aziende

Leggi tutto...

Live Entertainment Roadshow

Milano – 12 dicembre dalle ore 16:00, Spazio MIL.

News

Leggi tutto...

Claypaky - Axcor Profile 900 - Sagomatore a testa mobile con sorgente a LED

Il nuovo profile del costruttore bergamasco alza l’asticella nel segmento dei proiettori a fascio definito basati sui LED.

Prodotto

Leggi tutto...

Nuova versione 5.0.1 del software Bose ControlSpace Designer

Nuove caratteristiche, nuovi strumenti e algoritmi per progettare, controllare e monitorare sistemi audio nel modo più veloce ed efficace.

News

Leggi tutto...

Spotlight presenta Hyperion

Spotlight ha presentato al recente Prolight+Sound di Francoforte il nuovo Hyperion Fresnel LED 300 W 6 C

News

Leggi tutto...

Nuovo media player Denon DN-500BDMKII

Il nuovo Denon Professional DN-500BDMKII è un media player e lettore Blu-ray compatto di elevata qualità in grado di leggere tutti i principali supporti ottici audio e video.

News

Leggi tutto...

Ennio Morricone, il debutto italiano di L-ISA

Per i due concerti finali del 2017, il maestro è tornato in Italia con l'Orchestra Roma Sinfonietta e un coro di 75 voci, dirigendo una selezione dei suoi pezzi più...

Live Concert

Leggi tutto...

Newton Outline

Il nuovo processore/router audio, altamente tecnologico, è stato recentemente presentato dall’azienda bresciana che continua a distinguersi, come da tradizione, per l’eccellenza del suo reparto ricerca e sviluppo.

Prodotto

Leggi tutto...

RGBlink CP3072PRO - Mixer Video

Un versatile mixer video e scaler con uscite fino a 4K, evoluzione del precedente modello CP 3072

Prodotto

Leggi tutto...

I più Popolari

Consegnati ad Agorà i primi 240 diffusori L-Acoustics K2.

Si tratta di una parte del materiale che Agorà ha recentemente acquistato per la fornitura di un grande evento internazionale che si svolgerà nel 2014...

News

Hits:19499

Leggi tutto

Tiziano Ferro - L’Amore è una cosa semplice - Tour 2012

Una grande produzione ed un grande calendario. Trentamila spettatori a Torino e Verona, quarantamila a Milano. Il produttore Roberto De Luca ci spiega come nasce un grande tour. Le nostre...

Live Concert

Hits:19121

Leggi tutto

Live Kom 013 - Vasco is back

Aggiunte le video interviste ai protagonisti: Roberto De Luca, Federico Servadei, Pasquale Aumenta, Giovanni Pinna, Andrea Corsellini e Riccardo Genovese..

Live Concert

Hits:16855

Leggi tutto

Jovanotti - Lorenzo negli Stadi 2013

Il video e le foto del concerto, le interviste ai protagonisti, la scheda del Tour ...

Live Concert

Hits:14696

Leggi tutto

Modà - Gioia Tour 2013

Continua il tour rivelazione:la video-recensione del  concerto di Firenze, le interviste agli addetti ai lavori, l'articolo, la scheda, le foto.....

Live Concert

Hits:14624

Leggi tutto

C’era una volta il DMX

Anziano pure lui, il DMX è costretto oggi a farsi “trasportare”.

Rubriche

Hits:13892

Leggi tutto

Marco Mengoni - L'Essenziale Tour 2013

Aggiunte le video interviste ai protagonisti!

Live Concert

Hits:13302

Leggi tutto

L’Arte del Mixaggio (secondo me) - prima parte

Mi è stato chiesto di descrivere la tecnica di mixaggio che ho sviluppato e sto adottando da qualche tempo. La cosa ovviamente mi ha fatto molto piacere...

Produzioni e studi

Hits:13228

Leggi tutto

La sicurezza negli eventi live

Il pericolo NON è il mio mestiere.

Rubriche

Hits:12635

Leggi tutto

Emma - Sarò Libera Tour 2012

Esplode il live di Emma. Un calendario denso ed impegnativo. 

Live Concert

Hits:12244

Leggi tutto

Articoli Correlati

Tutti i livelli di sottoscrizione
Livello 1
Free
Una semplice registrazione ti garantisce l'accesso a due portali.
Con questo piano di sottoscrizione, avrai la possibilità di visualizzare sul sito SOUNDLITE.IT alcuni articoli completi non diponibili per i semplici visitatori del sito.
Registrati
Livello 2
Free
Per comparire sul portale di SHOWBOOK devi completare la registrazione fornendo ulteriori informazioni.
Con questo piano di sottoscrizione, hai la possibilità di visualizzare sul sito SOUNDLITE.IT, tutti gli articoli completi non diponibili per i semplici visitatori del sito.
Se sei un professionista o hai un o hai un'azienda del settore, avrai la possibilità di comparire sul motore di ricerca di SHOWBOOK.PRO
Registrati o Login su SHOWBOOK
Livello 3
12,00
Per ricevere la rivista e comparire sul portale di SHOWBOOK è necessario effettuare una registrazione più completa ed acquistare l'abbonamento.
Questo piano di sottoscrizione prevede tutti i benefit del Livello 2.
Possibilità di ricevere la rivista cartacea di SOUNDLITE.
Possibilità di sfogliare la rivista SOUNDLITE in anteprima direttamente online.
Registrati o Login su SHOWBOOK
Chi Siamo: Sound & Co.

SOUND & LITE. Dal 1995 all’avanguardia della comunicazione specializzata.

 

La nostra rivista apre i battenti, allora col nome di SOUND&CO., nel 1995, fornendo al mercato ed ai professionisti uno strumento di informazione che non esisteva: una rivista dedicata al settore tecnico dello show business, in grado di trattare i relativi temi con chiarezza e competenza. Presto arriva il supplemento SHOWBOOK – che nel 2016 ha compiuto il suo ventesimo compleanno – la prima guida professionale del mondo dello spettacolo, in grado di fornire nomi, indirizzi, contatti di aziende e professionisti; da subito un vero punto di riferimento per il nostro mondo.

 

A lungo abbiamo progettato e studiato il nostro sbarco nel mondo del web, prima con un sito di tipo tradizionale, poi, dopo anni di attenta progettazione, con la consulenza tecnica e commerciale di due aziende leader nel settore del web design, abbiamo lanciato il nuovo sito nel 2012.

 

SOUNDLITE.IT, il sito internet della rivista più prestigiosa dell’entertainment italiano, si pone l’obiettivo di emulare sul web i successi della sorella cartacea, punto di riferimento per tutto il settore.

 

Una nuova redazione dedicata all’informazione sul web, la piattaforma “News Flow” senza limite fisico, la tecnologia “responsive”, in grado di adattare automaticamente il sito a qualsiasi piattaforma, la grande interazione con i social network, la sinergia con il sito SHOWBOOK.PRO fanno del nuovo sito un portale unico ed innovativo, che raccoglie il meglio delle tecnologie e delle strategie di informazione del web 2.0 e le plasma per il nostro settore.

 

Non solo vengono pubblicate tempestivamente tutte le news ma anche le anteprime dei servizi sui concerti con relative gallerie fotografiche. Grazie alla viralità creata dalla sinergia coi principali social network, ad oggi uno dei più efficaci mezzi di comunicazione, tutti gli articoli pubblicati possono essere commentati direttamente da tutti i navigatori del web, dando così alla notizia una potenza e un’interattività fino a ieri sconosciute.

 

Conosciamo i nostri utenti e vogliamo seguirne interessi e intenzioni, senza snaturare quindi minimamente quella qualità dei contatti cui dobbiamo buona parte del nostro successo. Sarà infatti un unico grande database a fare da collettore, identificando i nostri lettori, gli utenti, dandogli visibilità con SHOWBOOK.PRO, inviandogli la rivista, interagendo con loro.

 

Un preciso e dettagliato report di statistiche ci permette di destreggiarci nella grande mole di dati e di contatti, veicolando in maniera ancora più mirata la comunicazione pubblicitaria, che non è mai invasiva quando è soprattutto informazione professionale.

 

Contatti: Redazione
Sede amministrativa:
Via Redipuglia, 43 61011 Gabicce Mare - PU
P.IVA 01364470417
 

Direzione, redazione e pubblicità:
Strada Della Romagna, 371
61121 Colombarone (Pesaro) PU
Telefono 0721.209079 - Fax 0721.209784

 

Iscrizione registro della Stampa
n. 06348 01/07/98

 

Alfio Morelli Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Patrizia Verbeni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Giancarlo Messina Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Douglas Cole Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Michele Viola Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Liana Fabbri Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Abbonamento alla Rivista

La rivista SOUND&LITE è riservata esclusivamente ai professionisti appartenenti al mondo dello spettacolo e alle industrie direttamente collegate.

 

Per gli interessati non professionisti, SOUND&LITE rimane sempre fruibile interamente online, in formato .pdf e sfogliabile.


Abbonandosi alla rivista, si acquisisce il diritto di apparire in SHOWBOOK.PRO, il nostro motore di ricerca esclusivo per il mondo dello spettacolo.

 

Se siete già presenti su showbook.pro, potete rinnovare o controllare lo stato del vostro abbonamento alla rivista una volta effettuato il login.

 

 

 

Arretrati

I numeri da noi spediti, ma non pervenuti per disservizi postali, possono essere richiesti come arretrati al solo costo delle spese di spedizione tramite corriere: il primo arretrato al costo di 6 euro, 3 euro per ogni ulteriore copia. (Costi maggiorati per isole minori e Venezia).

 

Per qualsiasi assistenza o per ulteriori chiarimenti, anche sulla privacy, potete contattare Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cookie

In che modo Sound & Lite utilizza i cookie.

 

PER SOUND & LITE LA RISERVATEZZA E' UN VALORE IMPORTANTE, un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

 

I cookie vengono utilizzati solo per questi tipi di scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze di lingua, per rendere più pertinenti gli articoli tecnici che leggi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

 

Le nostre norme sulla privacy spiegano come tuteliamo la tua privacy durante l'utilizzo di cookie e altre informazioni.


TI ASSICURIAMO CHE GESTIREMO IN MODO RISERVATO QUESTE INFORMAZIONI.