L’Arte del Mixaggio (Secondo Me) – quarta parte

0
0
0
s2smodern

di Fabrizio Simoncioni

Posso spiegare, prima di tutto, qual è il mio approccio al mix in generale, prendendo come esempio una produzione pop-rock standard con batteria acustica, basso, chitarre elettriche, tastiere, archi, piano e voci. Più avanti entrerò nello specifico, descrivendo come uso equalizzatori, compressori ed effettistica in maniera creativa. Ovviamente si tratta di una disquisizione non eccessivamente approfondita perché, come si può facilmente immaginare, servirebbero molte più pagine e molto più tempo. Un giorno, forse, scriverò un libro sull’argomento e in quel caso ci sarà spazio per gli approfondimenti.
Prima di tutto però mi piace ribadire quello che io ritengo un pensiero fondamentale, condiviso dai più rinomati fonici mondiali: il mixaggio è una fase dove ci si deve divertire! È il momento finale nella realizzazione di un brano, dove la cosa importante sono le emozioni, non la tecnica. Un grande mixer deve conoscere la tecnica a fondo, avere solide basi e grande esperienza, ma poi deve mixare con il cuore: il mixaggio deve essere in funzione della canzone, non viceversa. Bisogna “suonare” la console e gli outboard come strumenti musicali, non utilizzarli leggendo i numeri o guardando le lancette dei meter e, soprattutto, non applicando parametri ma usando orecchie e gusto. La tecnica in mix serve esclusivamente a velocizzare il lavoro e a non disperdere energie: avendo una vasta esperienza e una profonda conoscenza tecnica, realizzare qualsiasi idea diventa estremamente facile e rapido, in quanto si ha già chiaro quali macchine e che tipologie di effetti si devono usare per ottenere quella certa cosa che si ha in mente. Premesso questo, iniziamo.

Ho precedentemente scritto che prima di affrontare un mixaggio ascolto il rough mix del brano. Grazie al rough mix, infatti, oltre a familiarizzare con la canzone che dovrò mixare, capisco (o scelgo!) lo strumento principale o dominante dopo la voce, quello che ritengo possa caratterizzare e dare importanza all’andamento emotivo del brano. Generalmente parto dalle ritmiche, poi aggiungo la voce principale e lo strumento che ho ritenuto fondamentale. Intorno a questi tre elementi base costruisco il mio mix. Ma andiamo per gradi.
Inizialmente, come accennato, apro la batteria e comincio a sistemarne i suoni. ATTENZIONE: ho scritto APRO LA BATTERIA, non la cassa, il rullante, ecc. È un grave e comune errore non considerare la batteria acustica come un solo strumento, ma come una serie di strumenti singoli: una cassa, un rullante, dei tamburi, dei piatti. Ho visto colleghi (e l’ho fatto anche io all’inizio della mia carriera) perdere ore equalizzando e lavorando il suono della singola cassa, in solo, per poi proseguire perdendo ore sul suono del rullante, di nuovo in solo, senza ascoltare nemmeno la cassa che avevano precedente elaborato. Risultato? Sicuramente dei bellissimi suoni, in sé, ma nell’insieme, nella migliore delle ipotesi, ingombranti ed incoerenti con il resto della batteria, “finti”. Un insieme di bellissimi suoni non sempre fanno un bel mix. Anzi, direi mai. La headroom è definita e limitata, cosi come il range delle frequenze, per cui non si può pensare di sommare 70 suoni che occupano ciascuno da 20 a 20 kHz e utilizzano ognuno tutta la headroom disponibile. Il mix alla fine è “l’arte di rovinare singoli suoni per creare un grande insieme”: ricordarsi sempre che il pulsante del SOLO è da sempre considerato il peggior nemico di un mixing engineer. Non per niente sulla 9000 (la console Solid State Logic 9000 – ndr) c’è la possibilità del SOLO in FRONT, una modalità molto interessante che invece di mettere in mute tutti canali che non sono in SOLO, li attenua in volume. Questo permette di poter lavorare meglio su una singola traccia senza però perdere MAI il senso del contesto. Ribadisco il concetto fino allo strenuo: l’equalizzazione deve sempre essere considerata funzionale per l’insieme sonoro, non solamente per il singolo suono.
Quindi, come dicevo, apro la batteria, nel suo insieme, cercando di farla suonare come la ho in testa il più rapidamente possibile. Generalmente utilizzo un compressore dbx 165A con attacco lento e rilascio rapido con rapporto di compressione 2:1 sulla cassa, un altro 165A in modalità overeasy 4:1 sul rullante, entrambi in insert pre equalizzazione, e un Urei 1178 o equivalente sulla room in “brit mode” (i quattro bottoni premuti contemporaneamente, attacco lento, rilascio rapido) per dare carattere alla stanza. Quando preparo i suoni della batteria uso come monitor il quad bus della console, con compressore DISINSERITO. Una volta che il suono generale ed i livelli della batteria mi soddisfano, assegno i canali al bus A della mia SSL 9000J e regolo la compressione parallela sui Chandler che, come ho già detto, io uso in configurazione MEDIUM GERMANIUM, linkati, con filtro sul sidechain a 60 Hz, drive a ‘5’ con un feedback di ‘6’ o ‘7’, dosando a gusto la quantità di segnale processato e diretto.
Può capitare che la registrazione non sia ottimale, specialmente per quanto riguarda cassa e rullante. In questo caso ricorro ad una aggiunta (NON replacing!) di un suono di cassa e/o rullante con le caratteristiche mancanti all’originale: se, ad esempio, ho una cassa con un bel corpo ma con poco attacco, aggiungerò un campione che abbia l’attacco di cui ho bisogno e al quale filtrerò via il corpo che già ho nel suono originale o viceversa. Come sopra, la scelta del campione e l’aggiunta vanno sempre fatte con TUTTA la batteria aperta, in maniera da capire subito quale suono sia utile e, soprattutto, che questo suono sia un improvement ma non cambi in alcun modo lo spirito sonoro della batteria originale o, peggio, l’intenzione dell’esecuzione musicale. Anche qui c’è da fare una doverosa precisazione: un altro errore comune in fase di mixaggio consiste nel cercare sempre di cambiare i suoni, specialmente delle batterie, per avvicinarli a quelli che a noi piacciono o che riteniamo sonoricamente “belli”. È sbagliatissimo! A meno che il mixer non sia il produttore, bisogna ritenere che i suoni che troviamo nelle tracce siano stati scelti e così voluti dalla produzione e dagli artisti. A volte anche suoni che al principio ci sembrano “brutti” o tecnicamente insufficienti hanno in realtà un senso e un’importanza ai fini generali della canzone. Quindi mai cedere alla tentazione di usare il proprio “splendido campione” sostituendolo ai suoni registrati, perché probabilmente si farà un figurone con la band di amici che stanno realizzando il loro primo demo, ma una pessima figura professionale con produzioni di alto livello. Di nuovo, ricordare sempre l’importanza della visione d’insieme e il rispetto della canzone.
Nel prossimo numero proseguiremo, aprendo il basso e gli altri strumenti per ottenere il nostro mixaggio perfetto… o, quanto meno, più che apprezzabile dal nostro cliente!

 

 

Vuoi saperne di più sulle nostre pubblicazioni nel settore dell'audio professionale? CLICCA QUI.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità di settore? ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER.

Ultimi Articoli

Aurora Net: Versione Open Beta disponibile per il download

Aurora Net è il nuovo software dedicato al controllo in tempo reale dei sistemi audio professionali dBTechnologies.

News

Leggi tutto...

Eurovision Song Contest 2017 - Il lighting alla Finale di Kiev

Il palco di quest’anno presentava un netto contrasto rispetto alle linee rigorose e agli angoli della precedente edizione, almeno quanto la “architettura luminosa” del LD/DP Jerry Appelt si differenziava dal...

Produzioni e studi

Leggi tutto...

Yamaha Rivage PM7

Presso lo stand di Yamaha ad ISE 2018 era in evidenza il nuovo sistema di mixaggio digitale Rivage PM7, il cui nucleo comprende la console CSD-R7, i rack I/O Rio3224-D2...

News

Leggi tutto...

DiGiGrid DGS

Il nuovo DiGiGrid DGS è un server DSP SoundGrid standalone.

News

Leggi tutto...

Pagliacci – Trilogia d’autunno 2017

Pagliacci di Ruggero Leoncavallo, sabato 18 novembre scorso a Ravenna, è stata la seconda tappa della rassegna “Trilogia d’Autunno”, che ha toccato tre capolavori del Verismo in musica: “Cavalleria rusticana”...

On Stage

Leggi tutto...

Demo Coda Audio e Yamaha a Vicenza

Una giornata di approfondimento, con possibilità di test e dimostrazioni, sui prodotti Coda Audio e Yamaha Pro Audio

Uomini e Aziende

Leggi tutto...

Max, Nek, Renga

I tre artisti in un tour con un concerto pieno di successi: una grande festa da condividere con un pubblico entusiasta e divertito.

Live Concert

Leggi tutto...

Corso GIO@5 ETC

L'azienda veneta Decima srl ha organizzato un corso di due giorni sulla nuova console luci GIO@5 della famiglia EOS di ETC

Uomini e Aziende

Leggi tutto...

Corso Pandoras Box Basic

Molpass organizza una nuova sessione del corso Pandoras Box Basic nei giorni 4-5-6 Luglio 2017.

News

Leggi tutto...

RM Multimedia distribuisce Luminex

Il distributore romagnolo aggiunge al proprio portafoglio i prodotti per il trasporto di segnali digitali audiovisivi in rete della rinomata casa costruttrice belga.

Uomini e Aziende

Leggi tutto...

I più Popolari

Tiziano Ferro - L’Amore è una cosa semplice - Tour 2012

Una grande produzione ed un grande calendario. Trentamila spettatori a Torino e Verona, quarantamila a Milano. Il produttore Roberto De Luca ci spiega come nasce un grande tour. Le nostre...

Live Concert

Hits:18884

Leggi tutto

Consegnati ad Agorà i primi 240 diffusori L-Acoustics K2.

Si tratta di una parte del materiale che Agorà ha recentemente acquistato per la fornitura di un grande evento internazionale che si svolgerà nel 2014...

News

Hits:18583

Leggi tutto

Live Kom 013 - Vasco is back

Aggiunte le video interviste ai protagonisti: Roberto De Luca, Federico Servadei, Pasquale Aumenta, Giovanni Pinna, Andrea Corsellini e Riccardo Genovese..

Live Concert

Hits:16591

Leggi tutto

Jovanotti - Lorenzo negli Stadi 2013

Il video e le foto del concerto, le interviste ai protagonisti, la scheda del Tour ...

Live Concert

Hits:14514

Leggi tutto

Modà - Gioia Tour 2013

Continua il tour rivelazione:la video-recensione del  concerto di Firenze, le interviste agli addetti ai lavori, l'articolo, la scheda, le foto.....

Live Concert

Hits:14405

Leggi tutto

Marco Mengoni - L'Essenziale Tour 2013

Aggiunte le video interviste ai protagonisti!

Live Concert

Hits:13091

Leggi tutto

C’era una volta il DMX

Anziano pure lui, il DMX è costretto oggi a farsi “trasportare”.

Rubriche

Hits:13085

Leggi tutto

L’Arte del Mixaggio (secondo me) - prima parte

Mi è stato chiesto di descrivere la tecnica di mixaggio che ho sviluppato e sto adottando da qualche tempo. La cosa ovviamente mi ha fatto molto piacere...

Produzioni e studi

Hits:12316

Leggi tutto

Emma - Sarò Libera Tour 2012

Esplode il live di Emma. Un calendario denso ed impegnativo. 

Live Concert

Hits:12077

Leggi tutto

La sicurezza negli eventi live

Il pericolo NON è il mio mestiere.

Rubriche

Hits:12010

Leggi tutto

Articoli Correlati

Tutti i livelli di sottoscrizione
Livello 1
Free
Una semplice registrazione ti garantisce l'accesso a due portali.
Con questo piano di sottoscrizione, avrai la possibilità di visualizzare sul sito SOUNDLITE.IT alcuni articoli completi non diponibili per i semplici visitatori del sito.
Registrati
Livello 2
Free
Per comparire sul portale di SHOWBOOK devi completare la registrazione fornendo ulteriori informazioni.
Con questo piano di sottoscrizione, hai la possibilità di visualizzare sul sito SOUNDLITE.IT, tutti gli articoli completi non diponibili per i semplici visitatori del sito.
Se sei un professionista o hai un o hai un'azienda del settore, avrai la possibilità di comparire sul motore di ricerca di SHOWBOOK.PRO
Registrati o Login su SHOWBOOK
Livello 3
12,00
Per ricevere la rivista e comparire sul portale di SHOWBOOK è necessario effettuare una registrazione più completa ed acquistare l'abbonamento.
Questo piano di sottoscrizione prevede tutti i benefit del Livello 2.
Possibilità di ricevere la rivista cartacea di SOUNDLITE.
Possibilità di sfogliare la rivista SOUNDLITE in anteprima direttamente online.
Registrati o Login su SHOWBOOK
Chi Siamo: Sound & Co.

SOUND & LITE. Dal 1995 all’avanguardia della comunicazione specializzata.

 

La nostra rivista apre i battenti, allora col nome di SOUND&CO., nel 1995, fornendo al mercato ed ai professionisti uno strumento di informazione che non esisteva: una rivista dedicata al settore tecnico dello show business, in grado di trattare i relativi temi con chiarezza e competenza. Presto arriva il supplemento SHOWBOOK – che nel 2016 ha compiuto il suo ventesimo compleanno – la prima guida professionale del mondo dello spettacolo, in grado di fornire nomi, indirizzi, contatti di aziende e professionisti; da subito un vero punto di riferimento per il nostro mondo.

 

A lungo abbiamo progettato e studiato il nostro sbarco nel mondo del web, prima con un sito di tipo tradizionale, poi, dopo anni di attenta progettazione, con la consulenza tecnica e commerciale di due aziende leader nel settore del web design, abbiamo lanciato il nuovo sito nel 2012.

 

SOUNDLITE.IT, il sito internet della rivista più prestigiosa dell’entertainment italiano, si pone l’obiettivo di emulare sul web i successi della sorella cartacea, punto di riferimento per tutto il settore.

 

Una nuova redazione dedicata all’informazione sul web, la piattaforma “News Flow” senza limite fisico, la tecnologia “responsive”, in grado di adattare automaticamente il sito a qualsiasi piattaforma, la grande interazione con i social network, la sinergia con il sito SHOWBOOK.PRO fanno del nuovo sito un portale unico ed innovativo, che raccoglie il meglio delle tecnologie e delle strategie di informazione del web 2.0 e le plasma per il nostro settore.

 

Non solo vengono pubblicate tempestivamente tutte le news ma anche le anteprime dei servizi sui concerti con relative gallerie fotografiche. Grazie alla viralità creata dalla sinergia coi principali social network, ad oggi uno dei più efficaci mezzi di comunicazione, tutti gli articoli pubblicati possono essere commentati direttamente da tutti i navigatori del web, dando così alla notizia una potenza e un’interattività fino a ieri sconosciute.

 

Conosciamo i nostri utenti e vogliamo seguirne interessi e intenzioni, senza snaturare quindi minimamente quella qualità dei contatti cui dobbiamo buona parte del nostro successo. Sarà infatti un unico grande database a fare da collettore, identificando i nostri lettori, gli utenti, dandogli visibilità con SHOWBOOK.PRO, inviandogli la rivista, interagendo con loro.

 

Un preciso e dettagliato report di statistiche ci permette di destreggiarci nella grande mole di dati e di contatti, veicolando in maniera ancora più mirata la comunicazione pubblicitaria, che non è mai invasiva quando è soprattutto informazione professionale.

 

Contatti: Redazione
Sede amministrativa:
Via Redipuglia, 43 61011 Gabicce Mare - PU
P.IVA 01364470417
 

Direzione, redazione e pubblicità:
Strada Della Romagna, 371
61121 Colombarone (Pesaro) PU
Telefono 0721.209079 - Fax 0721.209784

 

Iscrizione registro della Stampa
n. 06348 01/07/98

 

Alfio Morelli Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Patrizia Verbeni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Giancarlo Messina Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Douglas Cole Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Michele Viola Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Liana Fabbri Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Abbonamento alla Rivista

La rivista SOUND&LITE è riservata esclusivamente ai professionisti appartenenti al mondo dello spettacolo e alle industrie direttamente collegate.

 

Per gli interessati non professionisti, SOUND&LITE rimane sempre fruibile interamente online, in formato .pdf e sfogliabile.


Abbonandosi alla rivista, si acquisisce il diritto di apparire in SHOWBOOK.PRO, il nostro motore di ricerca esclusivo per il mondo dello spettacolo.

 

Se siete già presenti su showbook.pro, potete rinnovare o controllare lo stato del vostro abbonamento alla rivista una volta effettuato il login.

 

 

 

Arretrati

I numeri da noi spediti, ma non pervenuti per disservizi postali, possono essere richiesti come arretrati al solo costo delle spese di spedizione tramite corriere: il primo arretrato al costo di 6 euro, 3 euro per ogni ulteriore copia. (Costi maggiorati per isole minori e Venezia).

 

Per qualsiasi assistenza o per ulteriori chiarimenti, anche sulla privacy, potete contattare Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cookie

In che modo Sound & Lite utilizza i cookie.

 

PER SOUND & LITE LA RISERVATEZZA E' UN VALORE IMPORTANTE, un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

 

I cookie vengono utilizzati solo per questi tipi di scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze di lingua, per rendere più pertinenti gli articoli tecnici che leggi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

 

Le nostre norme sulla privacy spiegano come tuteliamo la tua privacy durante l'utilizzo di cookie e altre informazioni.


TI ASSICURIAMO CHE GESTIREMO IN MODO RISERVATO QUESTE INFORMAZIONI.