Clay Paky A.Leda K20 B•Eye

0
0
0
s2smodern

di Douglas Cole

Permettetemi un eufemismo calcistico: B•EYE è il primo prodotto che alla sua presentazione ha vinto il premio nelle tre fiere di settore più importanti a livello mondiale: Plasa a Londra in ottobre 2013, LDI a Las Vegas in dicembre 2013 e ProLight+Sound a Francoforte in marzo 2014.

Già avevamo pubblicato un breve articolo su questo prodotto alla sua presentazione alla fiera Plasa l’anno scorso, ma ritorniamo a parlarne perché riteniamo che sia una “pietra miliare” e che meriti sicuramente un approfondimento delle informazioni preliminari pubblicate in precedenza. L’editore di Sound&Lite, addirittura, paragona l’avvento di questo prodotto alla comparsa del proiettore a specchio mobile, un’innovazione che ha rivoluzionato il modo di disegnare lo spettacolo. Insomma, pensiamo tutti che il B•EYE sia un prodotto che segnerà il lavoro dei lighting designer.
Vorremmo ritoccare solo brevemente le informazioni già fornite nell’articolo precedente – cioè, le caratteristiche innovative più ovvie del proiettore – e offrire alcune informazioni pertinenti che forse non sono state sottolineate o riportate nella letteratura disponibile sul prodotto.

Sorgente e ottica

Innanzitutto, la struttura del gruppo ottico è di un’architettura unica. Le sorgenti LED multichip RGBW sono montate su schede che sono saldamente attaccate ad un dissipatore, come in altri proiettori wash a LED. A valle delle sorgenti, B•Eye utilizza un sistema che, anche se non assolutamente unico, è certamente particolare. A condurre la luce da ogni sorgente verso ogni lente con il minimo di perdita di luce spuria, c’è un “rod”, un tubicino monoculare con parete interna riflettente. Questo sistema funge non solo da collimatore, infatti la parete riflettente interna serve a omogeneizzare in colori uniformi le luci provenienti dai diversi chip millimetrici R,G,B e W della sorgente.
Davanti ognuno di questi “rod”, c’è una lente con una forma poligonale diversa e asimmetrica (a parte la lente centrale esagonale), appositamente studiata per rifrangere la luce nel modo giusto secondo la posizione nello schieramento. Perciò, l’assemblaggio della lente frontale è molto complesso, proprio come l’occhio composto di un insetto da cui il proiettore prende il nome.
Un fatto importante da notare è che le forme particolari delle lenti individuali, anche se responsabili per l’ormai noto effetto caleidoscopico, non sono state progettate per questo. L’effetto ora trademark del proiettore – ci raccontano diverse persone in Clay Paky – è stato un’occorrenza di serendipità, rivelatasi durante le prove delle lenti già costruite. Le lenti sono state proiettate per ottimizzare le prestazioni di un proiettore wash e questo lo fanno egregiamente. Consentono una gamma di zoom >13:1 – da 4,3° (a lxmax/2) a 58,9° (a lxmax/10) – e un illuminamento di quasi 37.000 lx su un campo di diametro 60 cm ad una distanza di 5 metri (zoom minimo) fino a 850 lx su un campo di 5,6 m, sempre a 5 metri (zoom massimo).

Colore

Insomma, anche senza la rotazione delle lenti, K20 B•EYE sarebbe già un proiettore wash di straordinarie prestazioni, e non solo a livello di potenza, ma anche a livello di colore. Come sorgente, Clay Paky, come tutti, già utilizza i LED scelti secondo i parametri di cromaticità del costruttore dei componenti. Comunque, i costruttori di LED li vendono all’ingrosso secondo il “binning” (la categorizzazione), che lascia ancora una tolleranza di variazione tra l’intensità di certi diodi a certe tensioni di alimentazione e tra la lunghezza d’onda centrale delle emissioni. Per minimizzare le variazioni di cromaticità dalle caratteristiche nominali, gli A.Leda vengono tarati uno per uno con un processo che misura l’emissione del proiettore con uno spettroradiometro, collegato ad un computer che, a sua volta, è collegato ai driver dei vari LED del proiettore. Il computer confronta le emissioni del proiettore con uno spettro di riferimento e aggiusta le tensioni di pilotaggio finché il proiettore globale appare conforme al riferimento. In questo modo, Clay paky garantisce un’uniformità elevatissima tra le varie unità.
Al livello di controllo e miscelazione dei colori, invece, B•EYE offre delle immense possibilità. Innanzitutto, è programmato di fabbrica con una “ruota colori virtuale” di 65 colori su un singolo canale DMX. Questi comprendono cinque versioni di bianco e 53 colori riferiti ai filtri Lee Colors. Il costruttore è anche così gentile da includere nel manuale anche i parametri RGBW di ognuno di questi per assistere il programmatore.
Il proiettore è anche molto “studio friendly”, perché include un canale DMX indipendente di correzione CTO, che permette di aggiustare l’emissione della macchina per una temperatura colore che può variare da 2500 K a 8000 K. Per ricreare in sintesi additiva l’effetto di un filtro CTO lineare, il costruttore ha creato algoritmi che emulano l’effetto del progressivo inserimento di un filtro su ognuno dei componenti LED (rosso, verde, blu e bianco) anziché semplicemente correggere i livelli di rosso o di blu. Questo consente un graduale aggiustamento CTO attraverso 246 dei 256 bit del canale di controllo, ma il manuale elenca i precisi livelli per ottenere le otto temperature colore di riferimento più comuni. È preprogrammato anche con cinque diverse modalità di simulazione delle lampade al tungsteno (750 W, 1000 W, 1200 W, 2000 W e 2500 W) che regolano non solo la risposta, ma anche l’arrossamento della luce al dimming. Inoltre, offre la scelta di quattro curve di dimming con un corrispondente regolamento della gamma RGBW per l’utilizzo del proiettore nel pixel-mapping.

Effettistica e controllo

La rotazione del gruppo di lenti frontali non è né l’unica caratteristica innovativa del proiettore, né la sola responsabile dell’impressionante capacità di generare effetti. L’indirizzabilità diretta delle quattro sorgenti individuali per i 37 LED multichip ha aperto le porte all’utilizzo in pixel-mapping Già con i proiettori A.Leda predecessori del B•EYE... e ha rappresentato già dall’inizio un grattacapo per l’utente perché, nonostante gli incredibili effetti che consente, questa funzionalità si combina con i canali di controllo standard occupando fino a 169 canali DMX per ogni fixture. Per rispondere alle esigenze di varie applicazioni, il software di questo proiettore è stato progettato con cinque diverse modalità di controllo. In modalità “Standard”, il proiettore si controlla come un qualsiasi proiettore wash – con miscelazione RGBW, colori preset, CTO, strobo, dimmer, zoom, pan, tilt ecc. – ed è molto economico per quanto riguarda i canali: 21. Nella modalità “Extended” che  permette l’uso del proiettore anche per il pixel-mapping RGB, invece, l’aggiunta dei controlli per i vari colori dei vari pixel fa saltare il numero di canali necessari a 132. C’è, addirittura, una modalità extended che permette il pixel-mapping in RGBW che occupa 169 canali per ogni proiettore.
Per mettere a disposizione dell’utente la vasta possibilità degli effetti senza che il proiettore occupi un numero proibitivo di canali, Clay Paky ha progettato e incorporato un effects engine molto sofisticato nei proiettori B•EYE. Una modalità di controllo “Shapes” aggiunge ai parametri di base una scelta di 29 effetti preprogrammati. Questi, però, non sono delle semplici macro. Con l’utilizzo della modalità “Shapes” il controllo del proiettore si divide, effettivamente, in due “livelli”: gli Shape e il Background. Il background consiste dei parametri già controllati nella modalità standard, mentre gli Shape si controllano con ulteriori nove canali, con parametri di colori, transizione, velocità, fade e, addirittura, lo sfasamento dello stesso effetto tra diversi proiettori. Inoltre, ci sono canali dedicati all’intensità dell’effetto rispetto all’intensità dei parametri standard e un controllo dell’intensità del “background”. Questa modalità massimizza il controllo è la possibilità degli effetti del proiettore, mentre occupa un “modesto” numero (35) di canali DMX.
Per applicazioni con gli effetti e con la possibilità del pixel-mapping, c’è una quinta modalità operativa che aggiunge il controllo dei pixel individuali in RGB, che occupa 146 canali.
Per semplificare ulteriormente il controllo in situazioni di pixel-mapping, Clay Paky sta già sviluppando un sistema di controllo, che probabilmente si vedrà con successive versioni del firmware. Questa futura modalità di controllo sfrutta l’ingresso diretto del protocollo Art Net sul proiettore e permetterà che i controlli di base della modalità standard vengano effettuati assegnando ad un universo DMX separato, per il controllo tradizionale come illuminatore da una console luci, patchando quelli canali in modo tradizionale insieme ad altri proiettori simili. Poi, sfruttando la capacità multi-universo del protocollo Art Net, i canali relativi al controllo dei pixel in RGB si potranno assegnare agli universi DMX utilizzati per il pixel-mapping all’uscita di un’altra console o da un media server. Si sta sviluppando anche un parametro di controllo che permette il cross-fading tra il controllo standard e quello del pixel-mapping.
In conclusione, questo proiettore (e il suo fratellino K10 B•EYE) certamente è progettato per il mercato di alta gamma, senza dubbio, è molto più che un carino effetto caleidoscopico.

 

CLICCA QUI PER ACCEDERE ALLA GALLERIA FOTOGRAFICA
gall icon

 

Contatti: Clay Paky

Ultimi Articoli

Sound&Lite numero 131

Il nuovo numero di Sound&Lite è online!

News

Leggi tutto...

Ayrton Bora-TC

La casa costruttrice francese Ayrton presenta Bora TC, un nuovo proiettore wash da 800 W con lente Fresnel.

News

Leggi tutto...

Ciao Toni

Ricordiamo il nostro fraterno amico e collaboratore Toni Soddu.

Uomini e Aziende

Leggi tutto...

Music & Lights @ Plasa2017

Una selezione di prodotti dei brand Prolight, ArchWork e DAD sarà in mostra presso lo stand del distributore UK, A.C. Entertainment Technologies (E30A), durante il prossimo PLASA Show presso l'Olympia...

News

Leggi tutto...

MA Lighting grandMA3

MA Lighting ha presentato ufficialmente il nuovo sistema grandMA3 alla fiera Prolight+Sound 2018.

News

Leggi tutto...

Ravenna by night

Lo scorso mese di gennaio abbiamo fatto un giro per Ravenna per dare un’occhiata all’humus musicale della città, forse non troppo rinomata negli ambienti della movida modaiola o della musica...

Live Concert

Leggi tutto...

Live You Play @ MIR 2018

Dodici palchi: 72 spettacoli dal vivo, 72 demo di prodotto e 36 virtual check nei tre giorni di manifestazione

Uomini e Aziende

Leggi tutto...

QSC Festeggia 50 Anni con il Nuovo Sub KS112

Alla fiera NAMM, a Los Angeles, QSC annuncia il nuovo subwoofer amplificato KS112, progettato per le applicazioni nelle quali la dimensione compatta è un’esigenza prioritaria.

News

Leggi tutto...

Progettare Eventi Temporanei

RCF Audio Academy propone il seminario Progettare eventi temporanei dopo la nota Gabrielli 11001/110(10), il 15 febbraio 2018 a Reggio Emilia.

News

Leggi tutto...

Sisme annuncia la nuova distribuzione di Williams Sound

Williams Sound progetta e realizza prodotti tecnologicamente all’avanguardia per soddisfare le esigenze che nascono nel mondo della comunicazione aziendale e personale, quando la qualità dell’ascolto è di primaria importanza.

Uomini e Aziende

Leggi tutto...

I più Popolari

Consegnati ad Agorà i primi 240 diffusori L-Acoustics K2.

Si tratta di una parte del materiale che Agorà ha recentemente acquistato per la fornitura di un grande evento internazionale che si svolgerà nel 2014...

News

Hits:19959

Leggi tutto

Tiziano Ferro - L’Amore è una cosa semplice - Tour 2012

Una grande produzione ed un grande calendario. Trentamila spettatori a Torino e Verona, quarantamila a Milano. Il produttore Roberto De Luca ci spiega come nasce un grande tour. Le nostre...

Live Concert

Hits:19227

Leggi tutto

Live Kom 013 - Vasco is back

Aggiunte le video interviste ai protagonisti: Roberto De Luca, Federico Servadei, Pasquale Aumenta, Giovanni Pinna, Andrea Corsellini e Riccardo Genovese..

Live Concert

Hits:16985

Leggi tutto

Jovanotti - Lorenzo negli Stadi 2013

Il video e le foto del concerto, le interviste ai protagonisti, la scheda del Tour ...

Live Concert

Hits:14790

Leggi tutto

Modà - Gioia Tour 2013

Continua il tour rivelazione:la video-recensione del  concerto di Firenze, le interviste agli addetti ai lavori, l'articolo, la scheda, le foto.....

Live Concert

Hits:14753

Leggi tutto

C’era una volta il DMX

Anziano pure lui, il DMX è costretto oggi a farsi “trasportare”.

Rubriche

Hits:14250

Leggi tutto

L’Arte del Mixaggio (secondo me) - prima parte

Mi è stato chiesto di descrivere la tecnica di mixaggio che ho sviluppato e sto adottando da qualche tempo. La cosa ovviamente mi ha fatto molto piacere...

Produzioni e studi

Hits:13601

Leggi tutto

Marco Mengoni - L'Essenziale Tour 2013

Aggiunte le video interviste ai protagonisti!

Live Concert

Hits:13394

Leggi tutto

La sicurezza negli eventi live

Il pericolo NON è il mio mestiere.

Rubriche

Hits:12889

Leggi tutto

Emma - Sarò Libera Tour 2012

Esplode il live di Emma. Un calendario denso ed impegnativo. 

Live Concert

Hits:12337

Leggi tutto

Articoli Correlati

Tutti i livelli di sottoscrizione
Livello 1
Free
Una semplice registrazione ti garantisce l'accesso a due portali.
Con questo piano di sottoscrizione, avrai la possibilità di visualizzare sul sito SOUNDLITE.IT alcuni articoli completi non diponibili per i semplici visitatori del sito.
Registrati
Livello 2
Free
Per comparire sul portale di SHOWBOOK devi completare la registrazione fornendo ulteriori informazioni.
Con questo piano di sottoscrizione, hai la possibilità di visualizzare sul sito SOUNDLITE.IT, tutti gli articoli completi non diponibili per i semplici visitatori del sito.
Se sei un professionista o hai un o hai un'azienda del settore, avrai la possibilità di comparire sul motore di ricerca di SHOWBOOK.PRO
Registrati o Login su SHOWBOOK
Livello 3
12,00
Per ricevere la rivista e comparire sul portale di SHOWBOOK è necessario effettuare una registrazione più completa ed acquistare l'abbonamento.
Questo piano di sottoscrizione prevede tutti i benefit del Livello 2.
Possibilità di ricevere la rivista cartacea di SOUNDLITE.
Possibilità di sfogliare la rivista SOUNDLITE in anteprima direttamente online.
Registrati o Login su SHOWBOOK
Chi Siamo: Sound & Co.

SOUND & LITE. Dal 1995 all’avanguardia della comunicazione specializzata.

 

La nostra rivista apre i battenti, allora col nome di SOUND&CO., nel 1995, fornendo al mercato ed ai professionisti uno strumento di informazione che non esisteva: una rivista dedicata al settore tecnico dello show business, in grado di trattare i relativi temi con chiarezza e competenza. Presto arriva il supplemento SHOWBOOK – che nel 2016 ha compiuto il suo ventesimo compleanno – la prima guida professionale del mondo dello spettacolo, in grado di fornire nomi, indirizzi, contatti di aziende e professionisti; da subito un vero punto di riferimento per il nostro mondo.

 

A lungo abbiamo progettato e studiato il nostro sbarco nel mondo del web, prima con un sito di tipo tradizionale, poi, dopo anni di attenta progettazione, con la consulenza tecnica e commerciale di due aziende leader nel settore del web design, abbiamo lanciato il nuovo sito nel 2012.

 

SOUNDLITE.IT, il sito internet della rivista più prestigiosa dell’entertainment italiano, si pone l’obiettivo di emulare sul web i successi della sorella cartacea, punto di riferimento per tutto il settore.

 

Una nuova redazione dedicata all’informazione sul web, la piattaforma “News Flow” senza limite fisico, la tecnologia “responsive”, in grado di adattare automaticamente il sito a qualsiasi piattaforma, la grande interazione con i social network, la sinergia con il sito SHOWBOOK.PRO fanno del nuovo sito un portale unico ed innovativo, che raccoglie il meglio delle tecnologie e delle strategie di informazione del web 2.0 e le plasma per il nostro settore.

 

Non solo vengono pubblicate tempestivamente tutte le news ma anche le anteprime dei servizi sui concerti con relative gallerie fotografiche. Grazie alla viralità creata dalla sinergia coi principali social network, ad oggi uno dei più efficaci mezzi di comunicazione, tutti gli articoli pubblicati possono essere commentati direttamente da tutti i navigatori del web, dando così alla notizia una potenza e un’interattività fino a ieri sconosciute.

 

Conosciamo i nostri utenti e vogliamo seguirne interessi e intenzioni, senza snaturare quindi minimamente quella qualità dei contatti cui dobbiamo buona parte del nostro successo. Sarà infatti un unico grande database a fare da collettore, identificando i nostri lettori, gli utenti, dandogli visibilità con SHOWBOOK.PRO, inviandogli la rivista, interagendo con loro.

 

Un preciso e dettagliato report di statistiche ci permette di destreggiarci nella grande mole di dati e di contatti, veicolando in maniera ancora più mirata la comunicazione pubblicitaria, che non è mai invasiva quando è soprattutto informazione professionale.

 

Contatti: Redazione
Sede amministrativa:
Via Redipuglia, 43 61011 Gabicce Mare - PU
P.IVA 01364470417
 

Direzione, redazione e pubblicità:
Strada Della Romagna, 371
61121 Colombarone (Pesaro) PU
Telefono 0721.209079 - Fax 0721.209784

 

Iscrizione registro della Stampa
n. 06348 01/07/98

 

Alfio Morelli Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Patrizia Verbeni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Giancarlo Messina Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Douglas Cole Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Michele Viola Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Liana Fabbri Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Abbonamento alla Rivista

La rivista SOUND&LITE è riservata esclusivamente ai professionisti appartenenti al mondo dello spettacolo e alle industrie direttamente collegate.

 

Per gli interessati non professionisti, SOUND&LITE rimane sempre fruibile interamente online, in formato .pdf e sfogliabile.


Abbonandosi alla rivista, si acquisisce il diritto di apparire in SHOWBOOK.PRO, il nostro motore di ricerca esclusivo per il mondo dello spettacolo.

 

Se siete già presenti su showbook.pro, potete rinnovare o controllare lo stato del vostro abbonamento alla rivista una volta effettuato il login.

 

 

 

Arretrati

I numeri da noi spediti, ma non pervenuti per disservizi postali, possono essere richiesti come arretrati al solo costo delle spese di spedizione tramite corriere: il primo arretrato al costo di 6 euro, 3 euro per ogni ulteriore copia. (Costi maggiorati per isole minori e Venezia).

 

Per qualsiasi assistenza o per ulteriori chiarimenti, anche sulla privacy, potete contattare Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cookie

In che modo Sound & Lite utilizza i cookie.

 

PER SOUND & LITE LA RISERVATEZZA E' UN VALORE IMPORTANTE, un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

 

I cookie vengono utilizzati solo per questi tipi di scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze di lingua, per rendere più pertinenti gli articoli tecnici che leggi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

 

Le nostre norme sulla privacy spiegano come tuteliamo la tua privacy durante l'utilizzo di cookie e altre informazioni.


TI ASSICURIAMO CHE GESTIREMO IN MODO RISERVATO QUESTE INFORMAZIONI.