Pasquale Quadri

pasquale quadriIl 13 marzo 2014, in concomitanza con il Prolight+Sound/Musikmesse di Francoforte, il fondatore di Clay Paky Pasquale Quadri è stato insignito del Premio alla Carriera ai MIPA-PIPA Awards, prestigioso riconoscimento conferitogli dai professionisti della stampa internazionale.

Benché poco avvezzo alle luci (quelle della ribalta), Pasquale Quadri è riconosciuto da tutti i professionisti dell’illuminazione come l’ideatore di tutti i più innovativi prodotti del marchio Clay Paky, ovvero colui che, negli anni, ha impresso più di una spinta decisiva allo sviluppo di questo settore.

L’interesse per l’ottica e l’elettro-meccanica è testimoniato fin dai primi anni Settanta, quando, accanto all’attività di musicista, Pasquale si diletta a costruire, nel garage di casa, degli effetti luce speciali che ricava da proiettori di diapositive Rollei da usare durante le esibizioni della sua band. Tale passatempo si trasforma presto in una vera e propria attività e nel 1976 viene fondata Clay Paky, che registra da subito un’attività frenetica lavorando nell’ambito delle discoteche, a quel tempo in forte espansione.

E le innovazioni non tardano ad arrivare: Astroraggi, Astrodisco, Astrospider divennero rapidamente popolari in tutto il mondo, vere e proprie icone del settore del clubbing. Negli anni Ottanta è, invece, la volta del Golden Scan, il primo apparecchio a specchio mobile con motori passo-passo, che viene successivamente declinato da Quadri nelle varianti Super Scan e Mini Scan, il miglior scanner compatto mai progettato.

Quando, negli anni ‘90, gli scanner perdono il loro fascino a vantaggio delle teste mobili, Quadri attende pazientemente la scadenza del brevetto Vari*Lite per proporre al mercato le sue prime teste mobili. Per molti sarà superfluo ricordare i fatti degli ultimi anni: determinato a dare nuova vita alla tecnologia della lampada a scarica quando tutto il settore sembra orientarsi verso il LED, Quadri fa conoscere al mercato lo Sharpy, innescando, così, una nuova rivoluzione nel settore Luci, seguito dal pluripremiato B•Eye che non necessita di ulteriori presentazioni.

Tirando, dunque, le somme di questa ammirevole carriera, negli anni Clay Paky ha depositato, a nome di Paquale Quadri detto “Paky”, più di 50 brevetti, aggiudicandosi più di 50 riconoscimenti nel settore; un’azienda che, in 37 anni di attività, può vantare una coerente proprietà e gestione che è anche sinonimo di affidabilità riconosciuta a livello globale.

Ultimo, ma non meno importante, merito che va senz’altro riconosciuto a Pasquale Quadri, quello di non aver mai ceduto alla tentazione di trasferirsi altrove, nonostante i suoi principali concorrenti internazionali non abbiano, negli anni, mancato di mostrare un forte interesse nei suoi prodotti, copiando molte delle sue soluzioni più innovative.

Data questa recente premiazione, il momento risulta perfetto per pubblicare l’intervista a “Paky” che noi di Sound&Lite, già da tempo intenzionati ad omaggiare la sua esemplare carriera, gli abbiamo “estorto” quando lo abbiamo incontrato nel suo ufficio di Seriate. Tengo molto a pubblicare questa intervista perché, nella mia travagliata vita professionale, ho avuto modo di seguire tutto il percorso del marchio bergamasco e Paky – mi prendo questa licenza confidenziale – è un personaggio molto serio e concreto, leggermente diverso dai suoi colleghi, sempre attento alla forma e alla sostanza delle cose, è riuscito a creare un marchio e a portarlo ai vertici a livello mondiale.

Chiediamo a Paky di raccontarci la sua storia dagli esordi professionali:

“Quando ero militare a Udine – racconta Quadri – ho avuto modo di andare a vedere un concerto di un gruppo straniero in auge a metà degli anni Sessanta. Vidi per la prima volta degli effetti colorati strani e, visto che ero un appassionato di cinema e di fotografia, con molta curiosità mi avvicinai a guardare come facevano ad ottenere quel effetto. Vidi l’operatore luci che versava un liquido oleoso e colorato all’interno di un faro e, molto artigianalmente, riusciva ad ottenere quel risultato che allora si identificava come effetto psichedelico.

“Finito il militare – continua Quadri – visto che in quei tempi facevo parte di un gruppo musicale che faceva serate in tutta Italia (ed il nostro impresario dell’epoca era Suraci, oggi presidente di RTL 102.5), rispolverai quell’idea. Presi un proiettore per diapositive Rollei, lo svuotai di tutto il suo contenuto interno, inserii davanti alla lampada un disco con dentro un liquido oleoso e colorato. Portandolo in giro, cominciai subito a vendere degli esemplari ai miei colleghi musicisti o in qualche locale in cui suonavamo”.

Quando avvenne la nascita di un “mercato”?

Il salto di qualità avvenne quando le richieste aumentarono: acquistavo stock di dieci proiettori di diapositive Rollei presso il negoziante di materiale fotografico, li modificavo e li vendevo. Poi iniziai a costruire qualcosa di completamente mio, feci fare degli stampi e feci il mio primo prodotto: il CP‑LX3. In quegli anni Settanta le discoteche stavano avendo il loro primo boom e era facile vendere effetti luce rotanti e altre cose simili; c’erano due ditte spagnole che la facevano da padrone: la Cremesa e la Satel, assieme alla romagnola Amplilux.

Poi nacque Clay Paky…

Quando fondai Clay Paky, nel 1976, lo feci per cimentarmi in una costruzione mia, dicendomi: “perché utilizzare tante lampade all’esterno quando, con una sola lampada all’interno, si può fare lo stesso effetto?”. Così nacque l’Astrodisco, una fusione in alluminio circolare con una lampada in mezzo e tante lenti nella sua circonferenza, e con quel prodotto cominciammo le nostre prime esportazioni all’estero. Il modello venne poi seguito dall’Astroraggi, che aveva dei movimenti rotativi sia in senso orizzontale che verticale, e quella fu l’apoteosi, un successo inimmaginabile. Senza dubbio furono i due prodotti che sdoganarono il marchio Clay Paky all’estero. Poi arrivò il momento del Golden Scan.

Il Golden Scan rappresenta una pietra miliare nell’evoluzione delle tecnologie per l’illuminazione scenografica...

Sì ma non ne fui entusiasta da subito. Ricordo che, appena mi portarono i primi prototipi, dissi che sembrava un bidone del latte per via della sua forma tonda con la lente in cima. Funzionava però egregiamente, era qualcosa di nuovo ed ebbe successo da subito. Seguirono le varie versioni e perfezionamenti che portarono al Golden Scan III, anche quello un successo mondiale soprattutto perché venne adottato dal settore dei tour.

Poi arrivò il Testa Mobile…

Esattamente. Nei primi anni duemila arrivò la moda del testa mobile. Capitò in un momento in cui eravamo impegnati a traslocare l’azienda nella sua nuova sede di Seriate. Furono due anni con momenti difficili da gestire. Non volevo assolutamente violare il brevetto di Vari*lite, ancora valido, però tutti volevano le teste mobili. Passato quel momento, mi rimboccai le maniche e diedi una svolta definitiva ideando la serie Alpha, apparecchi piccoli e leggeri, con un fascio di luce molto potente. Ricominciammo a risalire la china fino ad arrivare al successo degli ultimi anni con il Alpha Beam 300, lo Sharpy e, oggi, il B•EYE.

Sei contento dei risultati di oggi?

Come potrebbe essere diversamente? Dal 2009 il fatturato cresce continuamente con percentuali annue a due cifre. Abbiamo un grande successo nel mercato dei tour di tutto il mondo, a partire dagli Stati Uniti che nel passato erano un po’ difficili per Clay Paky. I lighting designer più importanti apprezzano molto i nostri prodotti, soprattutto perché sono sempre nuovi e loro sono alla ricerca continua di novità. Ogni anno decine di LD vengono a trovarmi a Bergamo e parlando con loro mi vengono nuove idee e capisco meglio quello che può servire. Ho una squadra di collaboratori appassionati e competenti, fra di loro molto affiatati.

Ovviamente sono ulteriormente motivati dal successo che abbiamo e dal rispetto con cui clienti e concorrenti ci guardano. Personalmente sono in un periodo molto creativo, con mille idee per nuovi prodotti. Però mi freno perché devo lasciare ai clienti che ci hanno dato fiducia il tempo di recuperare il loro investimento. Il nostro è un settore professionale, non di prodotti consumer.

pasquale quadr

Negli ultimi anni i riconoscimenti arrivano a iosa...

I miei nuovi prodotti vengono sempre premiati. A parte Sharpy che è stato un successo straordinario, anche B•EYE ha fatto l’en-plein, vincendo a Londra, LDI e anche Francoforte. Clay Paky è l’unica azienda nella storia di LDI che ha vinto per tre anni di seguito il premio del miglior prodotto luci. Comunque, la soddisfazione più grande viene dalla visibilità internazionale del nostro successo: siamo sempre presenti sugli eventi come le Olimpiadi, i tour degli artisti veramente più famosi sia a livello mondiale che nei singoli paesi.

Alfio, lo sai qual’è l’unico mio rammarico? È il fatto che ci siano così tante copie in giro dei miei prodotti. Non c’è nessun rispetto della proprietà industriale e questo impoverisce il mercato. Comunque l’unica arma è guardare avanti e non fermarsi con l’innovazione.

Ho sentito parlare anche di un museo della luce, di cosa si tratta?

È già da un paio d’anni che stiamo lavorando a questo progetto; voglio realizzare un museo della luce per lo spettacolo con oggetti, fotografie, filmati. Ci saranno i prodotti Clay Paky ma non solo. Anche quelli dei concorrenti, quelli che hanno fatto la storia.

Il sogno nel cassetto di Paky?

È un sogno ambizioso, ma sognando è possibile arrivare ovunque. Diciamo che attualmente siamo già sul podio assieme ai grandi costruttori di luci per lo spettacolo, ma vorremmo guadagnarci il gradino più alto.

contatti: Clay Paky

vuoi saperne di più sulle ultime news dal mondo delle luci  CLICCA QUI

 

 

Ultimi Articoli

DPA presenta le sue capsule microfoniche più piccole di sempre

Il produttore danese ha presentato le sue prime capsule da 3 mm, in aggiunta alle gamme esistenti di microfoni lavalier e headset d:screet e d:fine.

News

Leggi tutto...

Qsc aggiunge l’Auto Mixing al suo Touchmix-30 Pro

La funzionalità di auto-mixing avanzata è disponibile come download gratuito per i possessori di console TouchMix

News

Leggi tutto...

BMA - Bologna Musica d’Autore

La serata finale della seconda edizione del concorso per cantautori italiani promosso da Fonoprint.

On Stage

Leggi tutto...

Il broadcasting con gli schermi LED

Schermi led, Lighting e Macchine da presa in scena per ricreare il professional broadcasting presso la sede lombarda di ARRI, insieme al distributore video bergamasco Wave&Co

Uomini e Aziende

Leggi tutto...

Philips Lighting Serie VLZ

VLZ Spot, VLZ Wash e VLZ Profile di Philips Lighting compongono una nuova famiglia di proiettori a testa mobile Vari*Lite basati sul più recente light engine a LED di Philips e dotati di...

News

Leggi tutto...

SSL Live L100

Solid State Logic ha presentato la nuova compatta L100, ultima aggiunta alla famiglia SSL Live

News

Leggi tutto...

RF–Vue Tablet Spectrum Analyzer

Alla scoperta dell’interessante analizzatore RF di Kaltman Creations.

Prodotto

Leggi tutto...

Litec ed EXE Technology a MiR e Live You Play

Litec invita tutti alle fiere di Rimini dal 6 al 8 maggio per scoprire i nuovi ed interessanti prodotti dei marchi Litec ed EXE Technology allo stand 130 in padiglione...

News

Leggi tutto...

ETC ColorSource Cyc

Un proiettore per fondali a LED nella fortunata serie ColorSource del costruttore statunitense

Prodotto

Leggi tutto...

Assomusica presenta cCLEP! a tutti i professionisti dell’entertainment

Durante la Milano Music Week è stato presentato un progetto condiviso a livello europeo per la certificazione di figure professionali.

News

Leggi tutto...

I più Popolari

Consegnati ad Agorà i primi 240 diffusori L-Acoustics K2.

Si tratta di una parte del materiale che Agorà ha recentemente acquistato per la fornitura di un grande evento internazionale che si svolgerà nel 2014...

News

Hits:22533

Leggi tutto

Laura Pausini - Fatti Sentire Worldwide Tour

Il recente tour mondiale di Laura Pausini è partito alla grande con due concerti sold-out al Circo Massimo. Dopo una quarantina di giorni in America, la carovana è tornata in...

Live Concert

Hits:21492

Leggi tutto

Ferdinando Salzano

Imprenditore, produttore e manager ai massimi livelli, nell’ambito dei concerti e delle produzioni televisive.

Personaggio

Hits:20666

Leggi tutto

Tiziano Ferro - L’Amore è una cosa semplice - Tour 2012

Una grande produzione ed un grande calendario. Trentamila spettatori a Torino e Verona, quarantamila a Milano. Il produttore Roberto De Luca ci spiega come nasce un grande tour. Le nostre...

Live Concert

Hits:20096

Leggi tutto

Live Kom 013 - Vasco is back

Aggiunte le video interviste ai protagonisti: Roberto De Luca, Federico Servadei, Pasquale Aumenta, Giovanni Pinna, Andrea Corsellini e Riccardo Genovese..

Live Concert

Hits:17723

Leggi tutto

C’era una volta il DMX

Anziano pure lui, il DMX è costretto oggi a farsi “trasportare”.

Rubriche

Hits:16454

Leggi tutto

L’Arte del Mixaggio (secondo me) - prima parte

Mi è stato chiesto di descrivere la tecnica di mixaggio che ho sviluppato e sto adottando da qualche tempo. La cosa ovviamente mi ha fatto molto piacere...

Produzioni e studi

Hits:15810

Leggi tutto

Modà - Gioia Tour 2013

Continua il tour rivelazione:la video-recensione del  concerto di Firenze, le interviste agli addetti ai lavori, l'articolo, la scheda, le foto.....

Live Concert

Hits:15405

Leggi tutto

Jovanotti - Lorenzo negli Stadi 2013

Il video e le foto del concerto, le interviste ai protagonisti, la scheda del Tour ...

Live Concert

Hits:15374

Leggi tutto

Sopra al palco le rose. Sotto al palco le spine.

Ci sono molte cose che mi girano in testa e di cui sento di dover parlare.Il primo è la dignità.

Uomini e Aziende

Hits:14550

Leggi tutto

Articoli Correlati

Tutti i livelli di sottoscrizione
Livello 1
Free
Una semplice registrazione ti garantisce l'accesso a due portali.
Con questo piano di sottoscrizione, avrai la possibilità di visualizzare sul sito SOUNDLITE.IT alcuni articoli completi non diponibili per i semplici visitatori del sito.
Registrati
Livello 2
Free
Per comparire sul portale di SHOWBOOK devi completare la registrazione fornendo ulteriori informazioni.
Con questo piano di sottoscrizione, hai la possibilità di visualizzare sul sito SOUNDLITE.IT, tutti gli articoli completi non diponibili per i semplici visitatori del sito.
Se sei un professionista o hai un o hai un'azienda del settore, avrai la possibilità di comparire sul motore di ricerca di SHOWBOOK.PRO
Registrati o Login su SHOWBOOK
Livello 3
12,00
Per ricevere la rivista e comparire sul portale di SHOWBOOK è necessario effettuare una registrazione più completa ed acquistare l'abbonamento.
Questo piano di sottoscrizione prevede tutti i benefit del Livello 2.
Possibilità di ricevere la rivista cartacea di SOUNDLITE.
Possibilità di sfogliare la rivista SOUNDLITE in anteprima direttamente online.
Registrati o Login su SHOWBOOK
Chi Siamo: Sound & Co.

SOUND & LITE. Dal 1995 all’avanguardia della comunicazione specializzata.

 

La nostra rivista apre i battenti, allora col nome di SOUND&CO., nel 1995, fornendo al mercato ed ai professionisti uno strumento di informazione che non esisteva: una rivista dedicata al settore tecnico dello show business, in grado di trattare i relativi temi con chiarezza e competenza. Presto arriva il supplemento SHOWBOOK – che nel 2016 ha compiuto il suo ventesimo compleanno – la prima guida professionale del mondo dello spettacolo, in grado di fornire nomi, indirizzi, contatti di aziende e professionisti; da subito un vero punto di riferimento per il nostro mondo.

 

A lungo abbiamo progettato e studiato il nostro sbarco nel mondo del web, prima con un sito di tipo tradizionale, poi, dopo anni di attenta progettazione, con la consulenza tecnica e commerciale di due aziende leader nel settore del web design, abbiamo lanciato il nuovo sito nel 2012.

 

SOUNDLITE.IT, il sito internet della rivista più prestigiosa dell’entertainment italiano, si pone l’obiettivo di emulare sul web i successi della sorella cartacea, punto di riferimento per tutto il settore.

 

Una nuova redazione dedicata all’informazione sul web, la piattaforma “News Flow” senza limite fisico, la tecnologia “responsive”, in grado di adattare automaticamente il sito a qualsiasi piattaforma, la grande interazione con i social network, la sinergia con il sito SHOWBOOK.PRO fanno del nuovo sito un portale unico ed innovativo, che raccoglie il meglio delle tecnologie e delle strategie di informazione del web 2.0 e le plasma per il nostro settore.

 

Non solo vengono pubblicate tempestivamente tutte le news ma anche le anteprime dei servizi sui concerti con relative gallerie fotografiche. Grazie alla viralità creata dalla sinergia coi principali social network, ad oggi uno dei più efficaci mezzi di comunicazione, tutti gli articoli pubblicati possono essere commentati direttamente da tutti i navigatori del web, dando così alla notizia una potenza e un’interattività fino a ieri sconosciute.

 

Conosciamo i nostri utenti e vogliamo seguirne interessi e intenzioni, senza snaturare quindi minimamente quella qualità dei contatti cui dobbiamo buona parte del nostro successo. Sarà infatti un unico grande database a fare da collettore, identificando i nostri lettori, gli utenti, dandogli visibilità con SHOWBOOK.PRO, inviandogli la rivista, interagendo con loro.

 

Un preciso e dettagliato report di statistiche ci permette di destreggiarci nella grande mole di dati e di contatti, veicolando in maniera ancora più mirata la comunicazione pubblicitaria, che non è mai invasiva quando è soprattutto informazione professionale.

 

Contatti: Redazione
Sede amministrativa:
Via Redipuglia, 43 61011 Gabicce Mare - PU
P.IVA 01364470417
 

Direzione, redazione e pubblicità:
Strada Della Romagna, 371
61121 Colombarone (Pesaro) PU
Telefono 0721.209079 - Fax 0721.209784

 

Iscrizione registro della Stampa
n. 06348 01/07/98

 

Alfio Morelli Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Patrizia Verbeni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Giancarlo Messina Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Douglas Cole Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Michele Viola Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Liana Fabbri Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Abbonamento alla Rivista

La rivista SOUND&LITE è riservata esclusivamente ai professionisti appartenenti al mondo dello spettacolo e alle industrie direttamente collegate.

 

Per gli interessati non professionisti, SOUND&LITE rimane sempre fruibile interamente online, in formato .pdf e sfogliabile.


Abbonandosi alla rivista, si acquisisce il diritto di apparire in SHOWBOOK.PRO, il nostro motore di ricerca esclusivo per il mondo dello spettacolo.

 

Se siete già presenti su showbook.pro, potete rinnovare o controllare lo stato del vostro abbonamento alla rivista una volta effettuato il login.

 

 

 

Arretrati

I numeri da noi spediti, ma non pervenuti per disservizi postali, possono essere richiesti come arretrati al solo costo delle spese di spedizione tramite corriere: il primo arretrato al costo di 6 euro, 3 euro per ogni ulteriore copia. (Costi maggiorati per isole minori e Venezia).

 

Per qualsiasi assistenza o per ulteriori chiarimenti, anche sulla privacy, potete contattare Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cookie

In che modo Sound & Lite utilizza i cookie.

 

PER SOUND & LITE LA RISERVATEZZA E' UN VALORE IMPORTANTE, un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

 

I cookie vengono utilizzati solo per questi tipi di scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze di lingua, per rendere più pertinenti gli articoli tecnici che leggi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

 

Le nostre norme sulla privacy spiegano come tuteliamo la tua privacy durante l'utilizzo di cookie e altre informazioni.


TI ASSICURIAMO CHE GESTIREMO IN MODO RISERVATO QUESTE INFORMAZIONI.