Il concerto del Primo Maggio 
2018 a Roma

di Alfio Morelli

a Screenshot 2018 5 15 Primo Maggio 2018 PitLifeAlcune passate edizioni della celebre kermesse musicale romana lasciavano presagire un certo declino nell’interesse verso questo evento; impressione che invece negli ultimi anni, e soprattutto quest’anno, sembra essere in netta controtendenza.
Su tutti parlano i dati Auditel: il concerto trasmesso da RAI 3 ha fatto registrare nel prime time serale 1.776.000 spettatori, per uno share pari al 7,6%. Un numero davvero ragguardevole, con un incremento del 4,97% rispetto al 2016.
Anche nella fascia serale le cose sono andate bene – dalle 21:14 alle 24:00 – con 1.456.000 spettatori pari ad uno share del 6,7%, mentre un calo, come ipotizzabile, si è notato nel pomeriggio, dalle 16:02 alle 18:55, con l’8,7% di share.
Non esistono invece dati riguardanti l’afflusso di pubblico in Piazza San Giovanni, anche perché, non essendoci una vendita di biglietti, i numeri sono sempre piuttosto interpretabili, ma la Piazza sembrava piuttosto piena. 
Per conoscere i dettagli tecnici dell’evento, abbiamo parlato con Massimo Ferranti, produttore esecutivo con la sua ABC
“La manifestazione è patrocinata dai tre sindacati CGIL CISL UIL – ci spiega Massimo – mentre l’organizzazione è della società iCompany di Massimo Bonelli. Noi abbiamo curato la produzione esecutiva, compresi gli allestimenti, la scena e la diffusione audio, anche grazie al supporto di K-Array. Exhibo ha poi completato la fornitura con altri prodotti di marchi dal proprio catalogo di distribuzione, dai microfoni Sennheiser e Neumann fino ai mixer Allen & Heath e vari altri accessori. Il loro supporto è stato davvero fondamentale per la riuscita dell’evento. Le luci sono state gestite da ABC tramite l’azienda Evoled, mentre la struttura del palco è di Italstage.
“Da un paio d’anni – prosegue Massimo – da quando ABC è tornata a gestire questo evento, abbiamo intrapreso un cambio di rotta, cercando di trasformare un evento che si era ridotto ad una grande festa di piazza in uno show vero e proprio, ma realizzato con la metà della metà del budget che sarebbe necessario. Parliamo di uno show che, pur con i pochi mezzi a disposizione, ha fatto il 7,6% di ascolti su RAI 3, una cifra impressionante. Ovviamente anche la scelta degli artisti è stata ben curata e gestita da Massimo Bonelli di iCompany, che è riuscito a cogliere quello che serviva per la piazza e per la TV.
“La scena creata dallo scenografo Roberto Malfatto, con i LED disposti a rombo, è piaciuta a tutti, ed anche le luci sono state ben realizzate dal lighting designer Gianluca Bronzini, insomma abbiamo raggiunto un livello decisamente superiore rispetto alle precedenti produzioni, creando un’immagine nuova rispetto a quella obsoleta in cui era caduto il Concertone negli ultimi anni”.

 
Marco Lecci, responsabile audio per ABC.

Marco Lecci – Responsabile audio per ABC

“Grazie a Exhibo, che ci ha supportato tecnicamente. È grazie a loro che abbiamo potuto utilizzare sia i nuovi banchi, sia il PA K­‑Array grande.
“Abbiamo usato 12 sistemi per parte per il main e tre linee di ritardo, una centrale, con KH7 e due laterali con KH2. K-Array ha una filosofia precisa di qualità: lo spettro audio prodotto sul palco deve essere diffuso senza buchi di frequenze e con la massima fedeltà nella zona stabilita sul software.
“Devo dire – continua Marco – che sinceramente il rapporto grandezza speaker/quantità di suono è impressionante, come la qualità: ho lavorato con un’orchestra col coro, ma non avevamo il tempo di fare le prove. Così ho creato un semicerchio di nove Neumann, quattro frontali solo col passa-alto. Arrivata l’orchestra ho aperto i microfoni e... mi è preso un colpo: perfetta! La diffusione era assolutamente perfetta!
“Insomma, siamo di fronte ad un grande impianto. Sinceramente, specie per la musica classica, la trovo una soluzione ideale, ma anche con Fat Boy Slim abbiamo fatto fuoco dall’impianto.
“Abbiamo lavorato molto sul software e sui cablaggi – spiega Marco – perché l’impianto è solo una parte del sistema, tutta la catena deve essere giusta. Con Marchesi, che si è occupato della logistica e dei cablaggi, il KH8 è andato su in un’ora e un quarto, solo con due persone! Pazzesco. D’altra parte, 12 casse sono solo quattro carrelli.
“I mixer sono Allen & Heath serie dLive, che secondo me per il rapporto qualità/prezzo sono veramente un gioiello. Per me questo dLive ha fatto un miracolo, a partire dalla solidità digitale. Quello che si nota subito in questo mixer è che gli ingegneri lo hanno sviluppato seguendo le indicazioni di chi fa musica, infatti suona tutto bene: i filtri, gli equalizzatori morbidi e bellissimi, i compressori fantastici; i riverberi sono tutti con chip Lexicon originali, mentre i pre vengono direttamente da Krell e suonano in modo fantastico. 
“Sul palco – conclude Marco – tutti microfoni sono Neumann e Sennheiser, con i nuovi digitali che hanno lasciato a bocca aperta tutti i fonici per dinamica e definizione”. 

 
Klaus Hausherr, PA engineer e specialista di K-Array, durante il montaggio dell’impianto KH8.

Klaus Hausherr – PA engineer

“Ho creato un LR standard – spiega Klaus – con i sub disposti con due archi da quattro gruppi da due, leggermente aperti verso l’esterno per garantire migliore uniformità; ho poi usato i KH3 come front-fill, sei in totale. I primi delay sono a 70 o 80 metri. La torre centrale, fra l’altro, ha volumi molto bassi ed è senza sub, mentre i delay laterali, con i KH2, hanno anche i sub, e sono molto utili per sonorizzare la piazza che si apre lateralmente. Il sistema è tutto amplificato e viene gestito dai rack K8 Box che contengono uno switch, una patch di gestione audio, di ingressi e uscite, e gli interruttori di alimentazione di tutto il sistema, perché 12 casse sono state gestite con un cavo con connettore LK25, che porta i segnali audio e la rete, e con un Socapex per l’alimentazione. Così per montare l’impianto bisogna solo tirar su due cavi.
“Ogni K8 Box gestisce fino a 12 casse – continua Klaus – e qui infatti ne usiamo due: uno per l’impianto sospeso, l’altro per i sub. Il sistema è gestito in rete con Armonìa, il software di Powersoft.
“I sub con i doppi 21 sono montati ad arco elettronico con cui si riesce a controllare abbastanza bene la risposta posteriore. Ho voluto fare tutto in analogico: controllo tutto il sistema con un Galileo Meyer.
“Io lavoro per K-Array – conclude Klaus – perché fanno cose che funzionano davvero, credo si tratti di prodotti bellissimi, non riuscirei a fingere: soprattutto per la classica, con la sua diffusione iper cardioide KH è un sistema davvero straordinario. Qui il service audio è ABC insieme ad Arcadia”.

 
Michele “Sem” Cigna (a sx), fonico monitor per il palco A, insieme a Oliver Marino, fonico monitor per il palco B

Michele “Sem” Cigna – Fonico monitor di palco A

“Come al solito – ci dice Sem – gestiamo due palchi, A e B, identici. Lavoro col mixer dLive S7000, il modello con più fader, mentre in sala usano un S5000: il sistema, come tipologia di mixer, segue molto la concezione della serie iLive, ma il suono è migliorato moltissimo.
“La differenza rispetto agli altri banchi, la sua caratteristica peculiare, è una filosofia diversa nella gestione degli encoder, del flip del canale... è un banco molto facile da capire, una volta entrati nella loro logica si lavora molto rapidamente, si ha tutto a portata di mano, insomma è studiato molto bene.
“Ha delle limitazioni per un palco come questo – continua Sem – cioè in un festival così grosso, ne parlavo anche con il responsabile Allen & Heath sul palco, per dargli dei feedback: ad esempio per trasformare in mono dei canali configurati come stereo bisogna riavviare il banco (problema anche di altre macchine più costose) ed altre cosine; loro sono comunque molto attenti ad ascoltare le nostre indicazioni e, soprattutto, il mixer ha un ottimo suono.
“Il monitoraggio wedge prevede dei K-Array, con due KM312 in stereo per la postazione centrale, molto potenti e condivisi tramite una matrice fra palco A e palco B; tutti gli altri sono KM112, piccoli ma efficienti.
“Per il resto abbiamo IEM Sennheiser serie 2000, cinque IEM stereo per palco, più degli spare gestiti tramite matrici.
“Grazie al banco – ci dice Sem – abbiamo potuto sfruttare il sistema di connessione digitale, mettere delle stage box sul palco in modo da fornire il segnale ai monitor tirando dei Cat5 senza fare tutto in analogico, potendo disporre di un bel numero di segnali che potevano andare sul palco, utili sia per l’orchestra di Gazzè sia per i batteristi che vogliono il mix stereo separato di batteria, band... ma arrivano qui con mixer analogici... Abbiamo gestito tutto con linee hard-wired, e sono anche utili per l’autotune oggi di moda, per cui il segnale del radiomicrofono va rilanciato nella scheda audio.
“Abbiamo anche quattro side-fill per parte, appesi, e due sub per parte.
“I fonici di palco – continua Sem – siamo io e Oliver Marino, mentre in sala ci sono Davide Linzi e Simone Squillario per il palco B; poi Carlo Volpe per RF, Luca Marino segue con un altro banco Allen & Heath le comunicazioni e tutti i contributi che arrivano dalla RAI, come i microfoni dei presentatori, gli interventi musicali fra una band e l’altra o durante i cambi palco.
“Una cosa particolare – conclude Sem – è che, vista l’impossibilità di avere un mix stereo che poi diventava mono per la band successiva, tutti i mix monitor passano attraverso delle matrici che abbiamo costruito noi sui nostri banchi, in modo da avere la possibilità di ottenere un aux stereo che alimenta la matrice che poi va ad alimentare i singoli monitor, oppure due aux mono che alimentano la stessa matrice che poi alimenta i monitor; questo per tutte le coppie di mixer, così da poter mandare mix stereo o dual mono secondo necessità”. 

 

CLICCA QUI PER ACCEDERE ALLA GALLERIA FOTOGRAFICA
gallery

Vuoi vedere altre foto e rimanere aggiornato sugli ultimi concerti? CLICCA QUI!

vuoi restare sempre aggiornato sulle novità di settore? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ultimi Articoli

ISE si sposterà a Barcelona dal 2021

Integrated Systems Events, ente produttore della fiera Integrated Systems Europe, ha annunciato che la sua edizione 2021 si terrà a Gran Via, parte del complesso fieristico Fira de Barcelona, in...

Uomini e Aziende

Leggi tutto...

Professional Video a MIR 2018

Italian Exhibition Group prevede un grande successo per il progetto dedicato al Professional Video

Uomini e Aziende

Leggi tutto...

High End Systems SolaFrame 3000

Dopo l’anteprima alla fiera Prolight+Sound 2018, High End Systems presenta ufficialmente il nuovo proiettore motorizzato di punta della Serie Sola.

News

Leggi tutto...

Open Day Mods Art e AS Vision

Mods Art e AS Vision organizzano un open day per mostrare le ultime novità LEDwall e controllo video

Uomini e Aziende

Leggi tutto...

Music Inside Rimini 2018 si allarga verso il settore degli strumenti musicali

MIR 2018 comprenderà un intero padiglione dedicato agli strumenti musicali

Uomini e Aziende

Leggi tutto...

QSC presenta la Serie CP

L’azienda californiana lancia dei nuovi diffusori acustici amplificati e ultracompatti.

News

Leggi tutto...

Audio Analyzer – quarta parte

Quarta parte: le soluzioni basate su strumentazione analogica tradizionale di nuova generazione.

Tecnologia

Leggi tutto...

Convegno a MIR 2018: Il “nostro” Modena Park

Un convegno di due ore con i principali componenti dello staff tecnico che ha sviluppato e fatto funzionare la macchina per il grande evento dello scorso luglio a Modena con...

Uomini e Aziende

Leggi tutto...

Outline Newton in tour con The Killers

Kenny Kaiser, fonico della band americana, ha scelto il nuovo processore Outline per la gestione dell’audio nell’attuale tour estivo.

News

Leggi tutto...

L-Acoustics P1

Il nuovo processore e piattaforma di misura della casa costruttrice francese L-Acoustics è uno dei primi prodotti sviluppati per essere pienamente conforme ai requisiti del protocollo Milano.

News

Leggi tutto...

I più Popolari

Consegnati ad Agorà i primi 240 diffusori L-Acoustics K2.

Si tratta di una parte del materiale che Agorà ha recentemente acquistato per la fornitura di un grande evento internazionale che si svolgerà nel 2014...

News

Hits:22063

Leggi tutto

Laura Pausini - Fatti Sentire Worldwide Tour

Il recente tour mondiale di Laura Pausini è partito alla grande con due concerti sold-out al Circo Massimo. Dopo una quarantina di giorni in America, la carovana è tornata in...

Live Concert

Hits:21087

Leggi tutto

Ferdinando Salzano

Imprenditore, produttore e manager ai massimi livelli, nell’ambito dei concerti e delle produzioni televisive.

Personaggio

Hits:20288

Leggi tutto

Tiziano Ferro - L’Amore è una cosa semplice - Tour 2012

Una grande produzione ed un grande calendario. Trentamila spettatori a Torino e Verona, quarantamila a Milano. Il produttore Roberto De Luca ci spiega come nasce un grande tour. Le nostre...

Live Concert

Hits:19937

Leggi tutto

Live Kom 013 - Vasco is back

Aggiunte le video interviste ai protagonisti: Roberto De Luca, Federico Servadei, Pasquale Aumenta, Giovanni Pinna, Andrea Corsellini e Riccardo Genovese..

Live Concert

Hits:17573

Leggi tutto

C’era una volta il DMX

Anziano pure lui, il DMX è costretto oggi a farsi “trasportare”.

Rubriche

Hits:16032

Leggi tutto

L’Arte del Mixaggio (secondo me) - prima parte

Mi è stato chiesto di descrivere la tecnica di mixaggio che ho sviluppato e sto adottando da qualche tempo. La cosa ovviamente mi ha fatto molto piacere...

Produzioni e studi

Hits:15386

Leggi tutto

Jovanotti - Lorenzo negli Stadi 2013

Il video e le foto del concerto, le interviste ai protagonisti, la scheda del Tour ...

Live Concert

Hits:15257

Leggi tutto

Modà - Gioia Tour 2013

Continua il tour rivelazione:la video-recensione del  concerto di Firenze, le interviste agli addetti ai lavori, l'articolo, la scheda, le foto.....

Live Concert

Hits:15241

Leggi tutto

Sopra al palco le rose. Sotto al palco le spine.

Ci sono molte cose che mi girano in testa e di cui sento di dover parlare.Il primo è la dignità.

Uomini e Aziende

Hits:14438

Leggi tutto

Articoli Correlati

Tutti i livelli di sottoscrizione
Livello 1
Free
Una semplice registrazione ti garantisce l'accesso a due portali.
Con questo piano di sottoscrizione, avrai la possibilità di visualizzare sul sito SOUNDLITE.IT alcuni articoli completi non diponibili per i semplici visitatori del sito.
Registrati
Livello 2
Free
Per comparire sul portale di SHOWBOOK devi completare la registrazione fornendo ulteriori informazioni.
Con questo piano di sottoscrizione, hai la possibilità di visualizzare sul sito SOUNDLITE.IT, tutti gli articoli completi non diponibili per i semplici visitatori del sito.
Se sei un professionista o hai un o hai un'azienda del settore, avrai la possibilità di comparire sul motore di ricerca di SHOWBOOK.PRO
Registrati o Login su SHOWBOOK
Livello 3
12,00
Per ricevere la rivista e comparire sul portale di SHOWBOOK è necessario effettuare una registrazione più completa ed acquistare l'abbonamento.
Questo piano di sottoscrizione prevede tutti i benefit del Livello 2.
Possibilità di ricevere la rivista cartacea di SOUNDLITE.
Possibilità di sfogliare la rivista SOUNDLITE in anteprima direttamente online.
Registrati o Login su SHOWBOOK
Chi Siamo: Sound & Co.

SOUND & LITE. Dal 1995 all’avanguardia della comunicazione specializzata.

 

La nostra rivista apre i battenti, allora col nome di SOUND&CO., nel 1995, fornendo al mercato ed ai professionisti uno strumento di informazione che non esisteva: una rivista dedicata al settore tecnico dello show business, in grado di trattare i relativi temi con chiarezza e competenza. Presto arriva il supplemento SHOWBOOK – che nel 2016 ha compiuto il suo ventesimo compleanno – la prima guida professionale del mondo dello spettacolo, in grado di fornire nomi, indirizzi, contatti di aziende e professionisti; da subito un vero punto di riferimento per il nostro mondo.

 

A lungo abbiamo progettato e studiato il nostro sbarco nel mondo del web, prima con un sito di tipo tradizionale, poi, dopo anni di attenta progettazione, con la consulenza tecnica e commerciale di due aziende leader nel settore del web design, abbiamo lanciato il nuovo sito nel 2012.

 

SOUNDLITE.IT, il sito internet della rivista più prestigiosa dell’entertainment italiano, si pone l’obiettivo di emulare sul web i successi della sorella cartacea, punto di riferimento per tutto il settore.

 

Una nuova redazione dedicata all’informazione sul web, la piattaforma “News Flow” senza limite fisico, la tecnologia “responsive”, in grado di adattare automaticamente il sito a qualsiasi piattaforma, la grande interazione con i social network, la sinergia con il sito SHOWBOOK.PRO fanno del nuovo sito un portale unico ed innovativo, che raccoglie il meglio delle tecnologie e delle strategie di informazione del web 2.0 e le plasma per il nostro settore.

 

Non solo vengono pubblicate tempestivamente tutte le news ma anche le anteprime dei servizi sui concerti con relative gallerie fotografiche. Grazie alla viralità creata dalla sinergia coi principali social network, ad oggi uno dei più efficaci mezzi di comunicazione, tutti gli articoli pubblicati possono essere commentati direttamente da tutti i navigatori del web, dando così alla notizia una potenza e un’interattività fino a ieri sconosciute.

 

Conosciamo i nostri utenti e vogliamo seguirne interessi e intenzioni, senza snaturare quindi minimamente quella qualità dei contatti cui dobbiamo buona parte del nostro successo. Sarà infatti un unico grande database a fare da collettore, identificando i nostri lettori, gli utenti, dandogli visibilità con SHOWBOOK.PRO, inviandogli la rivista, interagendo con loro.

 

Un preciso e dettagliato report di statistiche ci permette di destreggiarci nella grande mole di dati e di contatti, veicolando in maniera ancora più mirata la comunicazione pubblicitaria, che non è mai invasiva quando è soprattutto informazione professionale.

 

Contatti: Redazione
Sede amministrativa:
Via Redipuglia, 43 61011 Gabicce Mare - PU
P.IVA 01364470417
 

Direzione, redazione e pubblicità:
Strada Della Romagna, 371
61121 Colombarone (Pesaro) PU
Telefono 0721.209079 - Fax 0721.209784

 

Iscrizione registro della Stampa
n. 06348 01/07/98

 

Alfio Morelli Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Patrizia Verbeni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Giancarlo Messina Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Douglas Cole Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Michele Viola Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Liana Fabbri Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Abbonamento alla Rivista

La rivista SOUND&LITE è riservata esclusivamente ai professionisti appartenenti al mondo dello spettacolo e alle industrie direttamente collegate.

 

Per gli interessati non professionisti, SOUND&LITE rimane sempre fruibile interamente online, in formato .pdf e sfogliabile.


Abbonandosi alla rivista, si acquisisce il diritto di apparire in SHOWBOOK.PRO, il nostro motore di ricerca esclusivo per il mondo dello spettacolo.

 

Se siete già presenti su showbook.pro, potete rinnovare o controllare lo stato del vostro abbonamento alla rivista una volta effettuato il login.

 

 

 

Arretrati

I numeri da noi spediti, ma non pervenuti per disservizi postali, possono essere richiesti come arretrati al solo costo delle spese di spedizione tramite corriere: il primo arretrato al costo di 6 euro, 3 euro per ogni ulteriore copia. (Costi maggiorati per isole minori e Venezia).

 

Per qualsiasi assistenza o per ulteriori chiarimenti, anche sulla privacy, potete contattare Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cookie

In che modo Sound & Lite utilizza i cookie.

 

PER SOUND & LITE LA RISERVATEZZA E' UN VALORE IMPORTANTE, un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

 

I cookie vengono utilizzati solo per questi tipi di scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze di lingua, per rendere più pertinenti gli articoli tecnici che leggi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

 

Le nostre norme sulla privacy spiegano come tuteliamo la tua privacy durante l'utilizzo di cookie e altre informazioni.


TI ASSICURIAMO CHE GESTIREMO IN MODO RISERVATO QUESTE INFORMAZIONI.