PRG

0
0
0
s2smodern

di Paolo Pellegrini

“Questi sono Bertini e Gramigni, due amici d’infanzia”. A presentarli così era Lucio Dalla. D’accordo, uno che ai formalismi ci stava sempre poco dietro, ma era pur sempre Lucio Dalla. E nulla da stupirsi se a dirlo, a pronunciare le stesse parole per Claudio Bertini e Massimo Gramigni potevano essere magari anche altri “padri nobili” della musica italiana, con i quali, appunto, i rapporti erano cominciati nel periodo dell’infanzia... Attenti a quei due, già: perché questa è una storia che attraversa quarant’anni di musica “leggera” italiana, e c’è anche molto di più della semplice (semplice?) attività di organizzatori di concerti. Erano ragazzi, Claudio e Massimo. Erano tempi che oggi sanno di epoca d’oro, roba da pionieri, quando Claudio organizzò il primo concerto di Francesco Guccini alla Sala Eden di Grosseto – nel 1974 – con il biglietto che costava mille lire; e appena cinque anni dopo, Massimo portò allo Stadio Comunale di Firenze (ancora non si chiamava “Artemio Franchi”) in concerto per l’appunto Lucio Dalla (e anche in quella memorabile serata il prezzo era popolare: millecinquecento lire), e così è chiaro perché il grande Lucio li definisse così.

Claudio Bertini

Bertini

Inevitabile, insomma, che prima o poi si riunissero le strade di Claudio e Massimo, entrambi classe 1957, Claudio del Toro, Massimo del Sagittario ma con ascendente in Vergine: anche nelle stelle, un destino segnato. Così, da quelle storie personali che affondano le proprie radici nel periodo dei “padri nobili”, nel 1985 la strada diventa una, e si chiama PRG, Public Relations Group. Una sigla che oggi significa numeri davvero interessanti: un movimento da un milione di spettatori l’anno negli spettacoli organizzati (più di 2.500 negli ultimi 30 anni), allestimenti e spettacoli in tutta la regione, tutti i concerti allo Stadio Artemio Franchi e in tutte le più belle piazze della Toscana. E un’attività che è cresciuta e si è allargata in una rete più ampia di imprese e associazioni: ancora due numeri, in tutto circa 45 dipendenti (fissi, con stipendio pieno e tutto quel che resta), e 350 mila biglietti venduti ogni anno nel circuito Box Office, fondato nel 1986, la prima intuizione nel ticketing indipendente su larga scala, con 103 punti vendita diffusi su tutta la Regione che comprendono anche supermercati, uffici ACI, tabaccherie, librerie, centri commerciali, negozi di dischi.

Già, perché con gli anni il marchio PRG è diventato qualcosa di più del local promoter che, come amano dire scherzando Massimo e Claudio, “organizza la Toscana delle canzonette”, attività che comunque già da sola significa un centinaio di spettacoli l’anno dai piccoli teatri ai grandi stadi, facendo circolare tutti i più bei nomi dello spettacolo italiano. È diventato qualcosa di più perché quell’attività cominciò ben presto a dimostrarsi un po’ stretta. Ci voleva anche uno spazio. E fu così che Claudio Bertini e Massimo Gramigni nel 1992 acquistarono dal vecchio gestore - “a rate, naturalmente”, puntualizzano con un sorriso – il vecchio e glorioso Teatro Tenda Città di Firenze – dove De André e PFM avevano registrato lo storico LP live nel ‘79 – compreso l’ampio terreno lungo l’Arno davanti alla sede toscana della Rai. Il Teatro Tenda era uno spazio storico, uno dei più importanti di Firenze, sede di concerti e spettacoli di danza, ma anche di assemblee politiche, convegni, feste, rassegne, mostre, caduto un po’ in disuso negli ultimi tempi. La cura dei nuovi gestori riportò subito in auge il glorioso Tenda ma le scomodità della struttura erano evidenti e così, nel febbraio 2002 è diventato un teatro vero in muratura.

Nella filosofia del “naming” che assicura necessari sostegni si è chiamato per quasi dieci anni SaschHall, e dal 2011, a seguito delle vicende che hanno coinvolto il brand Sasch, è diventato ObiHall. Un’altra particolarità unica, messa in piedi proprio con la classica ricetta dei matrimoni, come amano scherzarci su Claudio e Massimo: quando ci si sposa e si compra la casa con un po’ di soldi messi da parte, un po’ dati dai genitori, e quel che resta preso con un mutuo.

Massimo Gramigni

E così è stato con la costruzione del Saschall, cinque milioni di euro di costo, con gli sponsor al posto dei genitori – un “giocattolo” da 250 mila spettatori l’anno, che si arricchisce continuamente di nuove acquisizioni o contributi. Come quella che riguarda la realizzazione di quattro sipari firmati da altrettanti grandi artisti contemporanei (Aldo Mondino, Carla Accardi, Getulio Alviani e Mimmo Paladino) oppure con l’acquisto del terreno adiacente (altri 5.000 metri quadrati affacciati sull’Arno) con il quale si è aggiunta anche la gestione 365 giorni l’anno di uno spazio all’aperto, griglieria/ristoro in estate, sede della Festa dell’Unità in settembre e infine Winter Park in inverno, con una pista per pattinare sul ghiaccio e una mini-discesa artificiale per lo sci alpino, e un ristorante in tema.

Da una quindicina d’anni, poi, un altro tassello. Con due soci del settore – Giovanni Vernassa e Lorenzo Luzzetti – “i nostri” costituiscono la Antico Teatro Pagliano: è l’antico nome del Teatro Verdi, di proprietà dell’Orchestra della Toscana, con 1.535 posti il più grande di Firenze dopo il Teatro Comunale. Nasce, la società, per gestire la stagione di prosa e musical. E con i cartelloni proposti anno dopo anno, la Stagione del Verdi balza ai primi posti nella classifica dei teatri più frequentati d’Italia, per numero totale di spettatori e per presenza media a recita: passano spettacoli come Rugantino, Grease, Aggiungi un posto a tavola, La cage aux folles, Priscilla, Sette spose per sette fratelli, e artisti come Gigi Proietti, Mariangela Melato, Vincenzo Salemme, Aldo Giovanni e Giacomo, Massimo Ghini, Christian De Sica e grandi nomi del teatro internazionale come Slava, Momix, Matthew Bourne e tantissimi altri.

Nel panorama delle attività di Claudio e Massimo c’è anche il Palalivorno, dove tutto cominciò nel 2004 con il concerto inaugurale di Claudio Baglioni, e a Firenze l’Associazione Culturale Teatro Puccini. Ma il fiore all’occhiello, l’orgoglio della PRG è sicuramente il Nelson Mandela Forum di Firenze, la struttura indoor più grande della Toscana, capace di 7.800 posti, impianto a molte vocazioni, dallo sport ai congressi, dai concorsi agli spettacoli teatrali e ai concerti e, in estate, due sale cinematografiche all’aperto, per un “giro” di mezzo milione di spettatori l’anno. Punta d’orgoglio più che legittima: dal ‘92 la gestione privata del bene (in associazione con il Comune di Firenze dal 2003), ma soprattutto l’intuizione per la scelta di un nome che è anche un grande progetto, sicuramente in controtendenza. Dal 2004, dopo mesi di contatti con la Nelson Mandela Foundation, l’intitolazione a un personaggio che è un grande simbolo per l’umanità. Tradotto: un senso importante di appartenenza e di cittadinanza, un’anima diversa per un luogo di spettacolo. Un senso profondo di eticità, che si concretizza in diversi significativi dettagli, dalla presenza fissa di quattro mostre permanenti nella struttura a una serie di servizi che mettono sempre al centro il “cliente”, oppure al bar, gestito da un’associazione di genitori di ragazzi disabili. Oltre, naturalmente, alla cura attenta del funzionamento dell’impianto, a partire dall’acustica.

Insomma, una grande esperienza di trasversalità, capace di gestire strutture e cartelloni, di passare dai Momix al Winter Park, da Eduardo De Filippo al Wrestling, da Jovanotti ai Carmina Burana. Nel panorama di una regione che conta sì 3 milioni e mezzo di abitanti, ma soffre dispersioni e un territorio frastagliato, con collegamenti non sempre rapidi. Eppure, Claudio Bertini e Massimo Gramigni hanno azzeccato le formule. Le idee. Una per tutte: la mobilità, i treni speciali per i concerti, per evitare traffico, code, intasamento ai parcheggi e rischi alla guida. Semplice, già. Loro ci sono riusciti.

Foto gruppo:

Da sinistra: Andrea Toscani, responsabile tecnico, Paola Risca, direzione ufficio e ticketing, Francesca Piazzesi, amministrazione, Andrea Mangeruca, promozione, Francesca Della Valle, accoglienza e gruppi, Elena Becattini, affari legali e marketing.

Ultimi Articoli

Novità software da ADB

ADB ha recentemente rilasciato una versione aggiornata del noto software Hathor, insieme a Wily! - uno strumento intelligente e pratico di controllo remoto tramite iPad o iPhone.

News

Leggi tutto...

Un’installazione K-Array invisibile nella cattedrale di Guilford

I diffusori audio dell’azienda toscana K-Array sono stati utilizzati per un’installazione virtualmente invisibile all’interno della cattedrale di Guilford, nel Regno Unito

Uomini e Aziende

Leggi tutto...

Aurora Net: Versione Open Beta disponibile per il download

Aurora Net è il nuovo software dedicato al controllo in tempo reale dei sistemi audio professionali dBTechnologies.

News

Leggi tutto...

Claypaky con gli Scorpions

Gli Scorpions scelgono Claypaky per le date nordamericane del Crazy World Tour 2017.

News

Leggi tutto...

CODA Audio Serie Cue

La Serie Cue, della tedesca Coda Audio, comprende tre modelli di monitor da palco di elevata potenza, ognuno a tre vie con crossover passivo interno ma anche utilizzabile in biamplificazione.

News

Leggi tutto...

Vasco Rossi – Non Stop Live 2018

La rockstar ancora sul palco dopo il grande show di Modena Park.

Live Concert

Leggi tutto...

Revolution, Musica e Ribelli 1966 – 1970. Dai Beatles a Woodstock

Alla Fabbrica del Vapore di Milano una mostra sulla coloratissima rivoluzione culturale rock del ‘900

Installazioni

Leggi tutto...

Lucca Summer Festival 2018

La nuova edizione del festival porta a Lucca il blues americano e alcune interessanti novità Outline

Live Concert

Leggi tutto...

EXE Dynamic Stack Tracks DST66

Il sistema di movimentazione Dynamic Stack Tracks DST66 da EXE Technology è un’evoluzione del DST52 in termini di capacità di carico, ma soprattutto velocità.

News

Leggi tutto...

Zucchero – Black Cat Tour 2017

Tredici mesi di tournée su cinque continenti con una produzione bellissima e di alto livello… il Black Cat World Tour consolida il ruolo di Zucchero come uno dei più importanti...

Live Concert

Leggi tutto...

I più Popolari

Consegnati ad Agorà i primi 240 diffusori L-Acoustics K2.

Si tratta di una parte del materiale che Agorà ha recentemente acquistato per la fornitura di un grande evento internazionale che si svolgerà nel 2014...

News

Hits:20448

Leggi tutto

Tiziano Ferro - L’Amore è una cosa semplice - Tour 2012

Una grande produzione ed un grande calendario. Trentamila spettatori a Torino e Verona, quarantamila a Milano. Il produttore Roberto De Luca ci spiega come nasce un grande tour. Le nostre...

Live Concert

Hits:19382

Leggi tutto

Live Kom 013 - Vasco is back

Aggiunte le video interviste ai protagonisti: Roberto De Luca, Federico Servadei, Pasquale Aumenta, Giovanni Pinna, Andrea Corsellini e Riccardo Genovese..

Live Concert

Hits:17142

Leggi tutto

Jovanotti - Lorenzo negli Stadi 2013

Il video e le foto del concerto, le interviste ai protagonisti, la scheda del Tour ...

Live Concert

Hits:14887

Leggi tutto

Modà - Gioia Tour 2013

Continua il tour rivelazione:la video-recensione del  concerto di Firenze, le interviste agli addetti ai lavori, l'articolo, la scheda, le foto.....

Live Concert

Hits:14883

Leggi tutto

C’era una volta il DMX

Anziano pure lui, il DMX è costretto oggi a farsi “trasportare”.

Rubriche

Hits:14630

Leggi tutto

L’Arte del Mixaggio (secondo me) - prima parte

Mi è stato chiesto di descrivere la tecnica di mixaggio che ho sviluppato e sto adottando da qualche tempo. La cosa ovviamente mi ha fatto molto piacere...

Produzioni e studi

Hits:14132

Leggi tutto

Marco Mengoni - L'Essenziale Tour 2013

Aggiunte le video interviste ai protagonisti!

Live Concert

Hits:13585

Leggi tutto

La sicurezza negli eventi live

Il pericolo NON è il mio mestiere.

Rubriche

Hits:13155

Leggi tutto

Emma - Sarò Libera Tour 2012

Esplode il live di Emma. Un calendario denso ed impegnativo. 

Live Concert

Hits:12460

Leggi tutto

Articoli Correlati

Tutti i livelli di sottoscrizione
Livello 1
Free
Una semplice registrazione ti garantisce l'accesso a due portali.
Con questo piano di sottoscrizione, avrai la possibilità di visualizzare sul sito SOUNDLITE.IT alcuni articoli completi non diponibili per i semplici visitatori del sito.
Registrati
Livello 2
Free
Per comparire sul portale di SHOWBOOK devi completare la registrazione fornendo ulteriori informazioni.
Con questo piano di sottoscrizione, hai la possibilità di visualizzare sul sito SOUNDLITE.IT, tutti gli articoli completi non diponibili per i semplici visitatori del sito.
Se sei un professionista o hai un o hai un'azienda del settore, avrai la possibilità di comparire sul motore di ricerca di SHOWBOOK.PRO
Registrati o Login su SHOWBOOK
Livello 3
12,00
Per ricevere la rivista e comparire sul portale di SHOWBOOK è necessario effettuare una registrazione più completa ed acquistare l'abbonamento.
Questo piano di sottoscrizione prevede tutti i benefit del Livello 2.
Possibilità di ricevere la rivista cartacea di SOUNDLITE.
Possibilità di sfogliare la rivista SOUNDLITE in anteprima direttamente online.
Registrati o Login su SHOWBOOK
Chi Siamo: Sound & Co.

SOUND & LITE. Dal 1995 all’avanguardia della comunicazione specializzata.

 

La nostra rivista apre i battenti, allora col nome di SOUND&CO., nel 1995, fornendo al mercato ed ai professionisti uno strumento di informazione che non esisteva: una rivista dedicata al settore tecnico dello show business, in grado di trattare i relativi temi con chiarezza e competenza. Presto arriva il supplemento SHOWBOOK – che nel 2016 ha compiuto il suo ventesimo compleanno – la prima guida professionale del mondo dello spettacolo, in grado di fornire nomi, indirizzi, contatti di aziende e professionisti; da subito un vero punto di riferimento per il nostro mondo.

 

A lungo abbiamo progettato e studiato il nostro sbarco nel mondo del web, prima con un sito di tipo tradizionale, poi, dopo anni di attenta progettazione, con la consulenza tecnica e commerciale di due aziende leader nel settore del web design, abbiamo lanciato il nuovo sito nel 2012.

 

SOUNDLITE.IT, il sito internet della rivista più prestigiosa dell’entertainment italiano, si pone l’obiettivo di emulare sul web i successi della sorella cartacea, punto di riferimento per tutto il settore.

 

Una nuova redazione dedicata all’informazione sul web, la piattaforma “News Flow” senza limite fisico, la tecnologia “responsive”, in grado di adattare automaticamente il sito a qualsiasi piattaforma, la grande interazione con i social network, la sinergia con il sito SHOWBOOK.PRO fanno del nuovo sito un portale unico ed innovativo, che raccoglie il meglio delle tecnologie e delle strategie di informazione del web 2.0 e le plasma per il nostro settore.

 

Non solo vengono pubblicate tempestivamente tutte le news ma anche le anteprime dei servizi sui concerti con relative gallerie fotografiche. Grazie alla viralità creata dalla sinergia coi principali social network, ad oggi uno dei più efficaci mezzi di comunicazione, tutti gli articoli pubblicati possono essere commentati direttamente da tutti i navigatori del web, dando così alla notizia una potenza e un’interattività fino a ieri sconosciute.

 

Conosciamo i nostri utenti e vogliamo seguirne interessi e intenzioni, senza snaturare quindi minimamente quella qualità dei contatti cui dobbiamo buona parte del nostro successo. Sarà infatti un unico grande database a fare da collettore, identificando i nostri lettori, gli utenti, dandogli visibilità con SHOWBOOK.PRO, inviandogli la rivista, interagendo con loro.

 

Un preciso e dettagliato report di statistiche ci permette di destreggiarci nella grande mole di dati e di contatti, veicolando in maniera ancora più mirata la comunicazione pubblicitaria, che non è mai invasiva quando è soprattutto informazione professionale.

 

Contatti: Redazione
Sede amministrativa:
Via Redipuglia, 43 61011 Gabicce Mare - PU
P.IVA 01364470417
 

Direzione, redazione e pubblicità:
Strada Della Romagna, 371
61121 Colombarone (Pesaro) PU
Telefono 0721.209079 - Fax 0721.209784

 

Iscrizione registro della Stampa
n. 06348 01/07/98

 

Alfio Morelli Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Patrizia Verbeni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Giancarlo Messina Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Douglas Cole Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Michele Viola Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Liana Fabbri Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Abbonamento alla Rivista

La rivista SOUND&LITE è riservata esclusivamente ai professionisti appartenenti al mondo dello spettacolo e alle industrie direttamente collegate.

 

Per gli interessati non professionisti, SOUND&LITE rimane sempre fruibile interamente online, in formato .pdf e sfogliabile.


Abbonandosi alla rivista, si acquisisce il diritto di apparire in SHOWBOOK.PRO, il nostro motore di ricerca esclusivo per il mondo dello spettacolo.

 

Se siete già presenti su showbook.pro, potete rinnovare o controllare lo stato del vostro abbonamento alla rivista una volta effettuato il login.

 

 

 

Arretrati

I numeri da noi spediti, ma non pervenuti per disservizi postali, possono essere richiesti come arretrati al solo costo delle spese di spedizione tramite corriere: il primo arretrato al costo di 6 euro, 3 euro per ogni ulteriore copia. (Costi maggiorati per isole minori e Venezia).

 

Per qualsiasi assistenza o per ulteriori chiarimenti, anche sulla privacy, potete contattare Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cookie

In che modo Sound & Lite utilizza i cookie.

 

PER SOUND & LITE LA RISERVATEZZA E' UN VALORE IMPORTANTE, un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

 

I cookie vengono utilizzati solo per questi tipi di scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze di lingua, per rendere più pertinenti gli articoli tecnici che leggi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

 

Le nostre norme sulla privacy spiegano come tuteliamo la tua privacy durante l'utilizzo di cookie e altre informazioni.


TI ASSICURIAMO CHE GESTIREMO IN MODO RISERVATO QUESTE INFORMAZIONI.